Giovani talenti: l'espansione in Cina non è da escludere
Dietro le quinte

Giovani talenti: l'espansione in Cina non è da escludere

Norina Brun
Zurigo, il 01.03.2021
Immagini: Thomas Kunz
Traduzione: Leandra Amato
Da Lucerna al grande mondo: dopo il diploma di maturità, Yannick Aregger è andato a Pechino per un viaggio di studio. Tuttavia, invece di vendere orologi ai turisti asiatici, si occupa dei clienti aziendali di Digitec Galaxus. L’esperienza acquisita nell'azienda di famiglia è di grande importanza in questa mansione.

Il percorso di Yannick sembrava predestinato: i suoi genitori gestiscono una PMI di installazioni elettriche. Ma Yannick aveva un altro piano, che lo ha condotto prima in Cina e poi a studiare economia. Ora è entrato a far parte della ciurma di Digitec Galaxus come Junior B2B Solution Manager. Abbiamo parlato con il giovane talento e abbiamo scoperto che solo durante il suo soggiorno in Cina ha imparato come funziona una lavatrice.

Yannick, uno sguardo al tuo curriculum mostra una laurea in Relazioni Internazionali, un Master in Management ed Economia, e un soggiorno linguistico in Cina. Sei approdato da Digitec Galaxus – perché non in una banca?
Yannick: le gerarchie rigide e le fasi di carriera predeterminate non sono proprio il mio forte. La cultura aziendale dinamica e da start-up di Digitec Galaxus mi attrae molto di più. Qui posso contribuire a plasmare i processi fin dall'inizio e dare un contributo al successo dell'azienda.

Come mai il viaggio di studio in Cina? Di solito le tipiche destinazioni dopo il diploma sono surf a Bali o un viaggio Interrail attraverso l'Europa.
Dopo il diploma, ho lavorato in un negozio di orologi a Lucerna. A causa della lingua sconosciuta e del comportamento a volte poco familiare, ho sempre trovato i clienti cinesi molto interessanti. Ho anche un debole per le lingue straniere. Mi permettono di immergermi in una cultura straniera e di abbattere le barriere tra le persone. Così sono stato attratto da Pechino. Ero affascinato dalla possibilità di poter conversare in mandarino con quasi un sesto della popolazione mondiale. Volevo anche conoscere la cultura, così estranea a noi europei.

A malapena 20 anni, da solo a Pechino. Com'è stato?
All'inizio, lo shock culturale mi ha messo abbastanza a disagio. Che sia in un ristorante, in metropolitana o al mercato degli animali selvatici: le urla mi riempivano le orecchie senza sosta. È stata anche una nuova esperienza svegliarsi da giovane adulto in una metropoli di 24 milioni di persone. Prima ho dovuto abituarmi a tutto questo. Inoltre, la mia famiglia ospitante non parlava quasi per niente inglese e io non parlavo ancora mandarino. Tuttavia, questo ha anche portato ad una curva di apprendimento molto ripida e con il senno di poi è stata probabilmente la cosa migliore che potesse capitarmi. È stato un periodo molto intenso ed educativo e sicuramente mi ha reso la persona aperta e indipendente che sono oggi.

“ Grazie al mio padre ospitante, da allora mi faccio il bucato da solo. ”
Yannick Aregger

Ti sei candidato per una posizione da noi e in realtà volevi entrare nel marketing. Ora lavori nel team B2B. Come ci sei arrivato?
Quando mi sono candidato, non c'era nessuna posizione aperta nel marketing. Dopo il secondo giro di candidature, sono stato raccomandato al team B2B. Il fattore decisivo è stato probabilmente la mia esperienza di lavoro nella PMI dei miei genitori, grazie alla quale riesco a capire cosa vogliono i clienti aziendali e come differiscono dai clienti privati. L'opportunità di unirmi al team B2B mi ha entusiasmato immediatamente: infatti, il team sta attualmente rivisitando il suo approccio con i clienti aziendali, e io mi sono preso la responsabilità di questo processo fin dall'inizio.

Quali sono i tuoi compiti da Junior B2B Solution Manager?
Per affermare ulteriormente Digitec Galaxus nel business B2B, progettiamo soluzioni complete per clienti aziendali. Sono responsabile delle due aree della memorizzazione dei dati e delle reti e cerco di riunire i prodotti in soluzioni ottimali per i clienti aziendali. Questo include, tra le altre cose, la creazione del giusto assortimento con i servizi associati. Definisco pacchetti che includono, per esempio, punti di accesso, archiviazione di rete e stampanti. Lavoro anche con gli Account Manager B2B per sviluppare soluzioni per i clienti più grandi. Questo mi dà una visione diretta dei progetti dei clienti. Ma la mia attenzione è sulle soluzioni complete scalabili che offriamo alle PMI. Poi li pubblicizziamo insieme al team Category Management come promozioni e articoli sui nostri negozi online.

Sei un guerriero solitario o hai compagni che ti sostengono?
Anche se ogni B2B Solution Manager è responsabile del proprio tema, spesso lavoriamo insieme, ci scambiamo idee e ci aiutiamo a vicenda dove possiamo. Come Junior, naturalmente, mi è concesso un po' più di sostegno.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Rimarrai un Solution Manager o forse un giorno lavorerai nel Portfolio Development?
Farò sicuramente una rotazione. Se sarà all'interno del team B2B o se mi sposterò nel Portfolio Development di una categoria di prodotti, non posso ancora dirlo. Tuttavia, sono molto aperto e curioso di conoscere altri ruoli.

Hai iniziato da noi solo poche settimane fa. Qual è il tuo primo verdetto?
Ho sentito di essere nel posto giusto fin dal primo giorno. Ho avuto modo di trascorrere la prima settimana in ufficio prima che venissimo tutti «rinchiusi» nell'ufficio di casa. L'on-boarding in telelavoro è difficile, ma con il mio team molto disponibile ha funzionato alla grande finora. I valori che Digitec Galaxus si impegna a rispettare, sono vissuti e attuati anche nella vita quotidiana.

E quando ci espanderemo in Cina sotto la tua guida?
Le grandi ambizioni sono all'ordine del giorno per noi. Forse un giorno la Cina sarà un interessante partner commerciale per noi. Posso certamente contribuire con alcuni contatti utili. È noto che in Cina i contatti sono più importanti delle idee commerciali.

Se vuoi unirti a noi come Category Management Talent, scopri i nostri posti vacanti (la pagina è disponibile in tedesco o francese).

A 33 persone piace questo articolo


Norina Brun
Norina Brun
Senior Communications Manager, Zurigo
Le notizie non mi bastano – sono le storie che si nascondono dietro a catturare il mio interesse. La curiosità mi accompagna costantemente ed è il motivo per cui trascorro il sabato pomeriggio nel mio caffè preferito, ascoltando storie di città mentre pianifico la mia prossima avventura di viaggio o cerco nuove idee per i prossimi eventi. La meditazione Zen non può che aspettare.

Potrebbero interessarti anche questi articoli