Questo articolo è stato tradotto automaticamente.
Retroscena

Figli, denaro, conto corrente: Consigli importanti sulla paghetta

Katja Fischer
23.09.2022

Quanto costa questo gelato e quanto tempo devo risparmiare per la bambola? Improvvisamente mia figlia fa domande sui soldi e saccheggia di nascosto il suo salvadanaio. Quindi è arrivato il momento della paghetta? Le risposte più importanti di un esperto in materia.

Prima che mia figlia esca per andare a scuola, deve sottoporsi alla sua perquisizione quotidiana. Frugo nelle tasche dei suoi pantaloni e della sua giacca e scruto il suo bancone - sempre alla ricerca: Soldi.

Il mio controllo quotidiano ha poco a che fare con i controlli di sicurezza di un aeroporto. Ma un piccolo incidente mi ha involontariamente trasformato in un severo esecutore della legge. Di recente, ha pescato di nascosto qualche moneta dal suo piggy bank e si è fermata al chiosco mentre andava a scuola con un'amica. L'ho scoperto perché si è vantata del suo acquisto di caramelle a scuola. E poi la madre di uno dei suoi compagni di classe mi ha contattato. Pipifax, ovviamente. Nonostante una conversazione chiarificatrice con lei, il giorno dopo ho beccato di nuovo mia figlia con pochi spiccioli nella borsa. Ed è per questo che da allora glielo chiedo ogni giorno prima che esca di casa.

La mia prima volta alla consulenza economica

Il fatto è che i soldi e il Chrömle (che esiste solo in svizzero tedesco e significa "comprare piccole cose") sono argomenti molto sentiti da lei al momento. Gioca a "Verchäuferlis" con gli amici in un improvvisato negozio con soldi per il gioco, in piscina insiste per pagare il gelato con il mio portafoglio e improvvisamente vuole risparmiare per comprare le cose più importanti della sua lista dei desideri invece di desiderarle per Natale. È quindi giunto il momento che abbia la sua paghetta? È quello che ci chiediamo io e mio marito. Ma allo stesso tempo, stiamo lottando con l'idea. Ha appena iniziato la prima elementare: non è forse troppo presto per avere dei soldi propri?

"No", mi assicura Philipp Frei durante la conversazione. E dovrebbe saperlo: Il 38enne è l'amministratore delegato dell'Associazione Budget Advice Svizzera e padre di due figli. È il mio primo appuntamento in assoluto con qualcuno del servizio di consulenza sul bilancio, e insieme analizzeremo le domande più importanti sulla paghetta.

A che età un bambino dovrebbe ricevere la paghetta?

Questo è individuale e dipende dallo sviluppo del bambino, ma anche dalle possibilità della famiglia. Un buon momento per iniziare è la prima elementare, quando il bambino inizia a calcolare. Allo stesso tempo, sottolinea l'esperto Frei, i bambini non hanno diritto alla paghetta. "Non si tratta di un obbligo dei genitori, ma di un beneficio volontario".

C'è bisogno di regole per la paghetta?

"Sì, perché avere semplicemente la paghetta non favorisce le competenze finanziarie", afferma Frei. Le seguenti domande devono essere chiarite in anticipo: Cosa dovrebbe potersi permettere il bambino con i soldi? Cosa non dovrebbe potersi permettere? Può decidere liberamente le proprie spese? O dovremmo essere noi genitori a dire la nostra? Frei raccomanda una forma mista: definisci lo scopo di una parte e rendi l'altra parte liberamente disponibile. "È importante che anche il bambino non venga trattato male a causa di una spesa sbagliata. Gli errori fanno parte dell'apprendimento" .

Quanta paghetta è appropriata?

1 franco per classe e settimana è considerato una raccomandazione. A partire dalla quinta elementare circa, l'organizzazione ombrello Budget Advice raccomanda un pagamento mensile. "Solo allora il bambino sarà in grado di pianificare le proprie spese per un periodo più lungo di una sola settimana." .

Taschengeldempfehlung: 1 Franken pro Klasse und erst ab etwa 10 Jahren eine monatliche Auszahlung.
Taschengeldempfehlung: 1 Franken pro Klasse und erst ab etwa 10 Jahren eine monatliche Auszahlung.
Bild: Dachverband Budgetberatung Schweiz

Frei, tuttavia, sottolinea: "Gli importi riportati nella tabella risalgono già a diversi anni fa e non sono stati adeguati al potere d'acquisto per un bel po' di tempo" e raccomanda quindi ai genitori di concentrarsi sulla seguente domanda: In cosa dovrebbe poter spendere i suoi soldi mio figlio? "Per esempio, se deve potersi permettere un gelato a settimana, due o tre franchi a settimana sono appropriati".

Il taglio della paghetta è una punizione accettabile?

"No", pensa l'esperto. "I soldi dei sacchi non dovrebbero diventare uno strumento educativo."

Né i tagli come punizione né i soldi extra come ricompensa. Dopo tutto, il denaro non ha mai funzionato come "correttivo". E una ricompensa per i buoni voti, ad esempio, non è raccomandabile dal punto di vista educativo. "Il denaro è l'incentivo sbagliato", afferma Frei.

La paghetta deve essere aumentata se si esaurisce troppo presto?

Ancora una volta, la risposta dell'esperto è no. Quando i soldi sono finiti, sono finiti e il bambino deve imparare a convivere con le conseguenze. Tuttavia, Frei aggiunge che ci sono delle eccezioni. Ad esempio, se il bambino deve comprarsi i vestiti con la paghetta e le sue scarpe sono bucate. "Se la paghetta è già stata spesa per altre cose, i genitori possono sicuramente anticipare un importo. Ma poi l'anticipo dovrebbe essere detratto anche dalla prossima paghetta, fino a quando il debito non sarà ripagato".

Parlando di scarpe: quando si dovrebbero pagare da soli cose come i vestiti, il parrucchiere e il cellulare?

Da circa l'ultimo anno di scuola superiore in poi, la cosiddetta "paghetta estesa" per le spese maggiori è un passo ragionevole verso una maggiore responsabilità personale.

Mit dem erweiterten Taschengeld für Jugendliche fallen zusätzliche Ausgaben an.
Mit dem erweiterten Taschengeld für Jugendliche fallen zusätzliche Ausgaben an.
Bild: Dachverband Budgetberatung Schweiz

Gli importi devono essere basati sulla situazione finanziaria dei genitori. "Inoltre, consigliamo di accompagnare i bambini", dice Frei. Che significa? "Ad esempio, redigere un bilancio insieme e discutere insieme delle spese".

Quando ha senso avere un proprio conto corrente?

In passato la risposta era chiara: dal primo stipendio da apprendista. Ma con la tendenza ai pagamenti senza contanti, l'età si è abbassata notevolmente - "e sicuramente continuerà a diminuire", prevede Frei. Esistono già carte bancarie dedicate ai bambini. Va bene, purché non si tratti di carte di credito. Consiglia ai bambini di aprire un conto quando hanno circa dodici anni.

La mia bambina di sei anni è ancora lontana dall'avere una propria carta bancaria, per ora stiamo iniziando con i primi soldi del sacco. Il denaro è comunque qualcosa di completamente astratto per lei. Quando di recente ho liquidato una sua assurda richiesta di shopping con "Non ho soldi per questo", mi ha risposto con un'alzata di spalle: "Allora prendilo con la tua carta di credito", come se i soldi fossero disponibili per tutto e all'infinito. <p

A 80 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Mamma di Anna e Elsa, esperta di aperitivi, fanatica del fitness di gruppo, aspirante ballerina e amante del gossip. Spesso addetta al multitasking e persona che vuole tutto, a volte chef di cioccolato e regina del divano.


Famiglia
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

41 commenti

Avatar