Come pulire il tuo aspirapolvere correttamente

Come pulire il tuo aspirapolvere correttamente

Raphael Knecht
Zurigo, il 05.08.2021
Traduzione: Leandra Amato
Il tuo aspirapolvere dichiara guerra alla polvere. Ma cosa succede se non fa più quello che dovrebbe? Con questi consigli puoi far risplendere il tuo aiutante per le pulizie in men che non si dica.

In estate, dovresti far arieggiare a fondo le tue quattro mura al mattino e alla sera per far uscire l'aria stantia dell'ufficio domestico e far entrare una boccata d'aria fresca. Tuttavia, minuscole particelle come polvere, polline e altre microparticelle trovano sempre la loro strada nella tua casa. Il modo migliore per affrontarle è con un potente aspirapolvere che le fa sparire ad alta velocità. Ma cosa si fa se l'aiutante di casa improvvisamente non succhia tanto forte quanto si è abituati? O, ancora peggio: cosa succede se abbandona completamente il suo lavoro? È il momento di prenderti cura del tuo aspirapolvere, pulirlo e mantenerlo prestante anche per il futuro. In questo modo puoi assicurarti che continuerà a sostenerti attivamente in casa per molto tempo.

Come pulire correttamente la *macchina del caffè**
SaperePer la casa

Come pulire correttamente la macchina del caffè

Cosa ti serve

Forbici o un'altra lama affilata ti aiuteranno a tagliare e rimuovere i capelli o altre cose che sono avvolte intorno al rullo della spazzola o impigliate nelle setole. Uno spray ad aria compressa per soffiare via la polvere e lo sporco da posti difficili da raggiungere. Un vecchio spazzolino da denti ti aiuta a pulire i filtri o i contenitori della polvere fino all'angolo più lontano. Usa gli scovolini o uno strumento simile per allentare i depositi ostinati in posti che non puoi raggiungere con le dita. Un panno umido aiuta a far tornare pulite le superfici polverose e i contenitori. Potresti aver bisogno anche di una torcia per illuminare meglio le zone sporche e scomode. Se soffri di allergia alla polvere, ti consiglio anche di indossare una mascherina e dei guanti mentre pulisci.

Con questi strumenti puoi facilmente ripulire il tuo aspirapolvere.
Con questi strumenti puoi facilmente ripulire il tuo aspirapolvere.

Quanto tempo ti serve

Se possibile, trova un posto all'esterno dove puoi lavorare all'asciutto e con abbastanza spazio. Per la pulizia abituale, che si dovrebbe fare ogni tre o quattro mesi, di solito non servono più di 30 minuti. Tieni presente, però, che i filtri lavati con acqua, per esempio, hanno bisogno di 24 ore per asciugarsi. Se hai a che fare con sporco o depositi ostinati, per i quali potresti anche dover svitare l'aspirapolvere o smontarlo in diverse parti individuali, dovresti prevedere una o due ore in più. Importante: ogni aspirapolvere, con o senza cavo o sacchetto, ha bisogno di un po' di cura ogni tanto. È normale e non può essere evitato. Al più tardi quando la potenza di aspirazione diventa più debole o l'aspirapolvere si spegne da solo, sai che è il momento di pulirlo.

Quanto tempo ci metti a pulire dipende da quanto è sporco il tuo aspirapolvere.
Quanto tempo ci metti a pulire dipende da quanto è sporco il tuo aspirapolvere.

Addio polvere

Una volta trovato un posto – come il balcone, la terrazza o un garage con una porta aperta – e raccolti tutti gli strumenti necessari per la pulizia, dovresti prima svuotare il contenitore della polvere, o il sacco, a seconda del modello di aspirapolvere. Una volta fatto, usa il getto d'aria compressa per soffiare via altro sporco che si è attaccato e che non è stato rimosso durante lo svuotamento. Un consiglio: svuota il sacchetto o il contenitore ogni volta che puoi; meno polvere c'è dentro, migliori sono le prestazioni di aspirazione. Se l'aria compressa non è sufficiente, usa uno scovolino o uno spazzolino da denti contro i depositi ostinati. Poi pulisci con un panno umido per eliminare l'ultima polvere e altri residui. Lascia asciugare per 24 ore le parti che hai pulito con acqua per andare sul sicuro. Soprattutto i filtri devono essere completamente asciutti prima di rimetterli nell'aspirapolvere. I filtri umidi sono più impermeabili di quelli asciutti, e nel peggiore dei casi possono verificarsi danni irreparabili.

Molti contenitori per polvere hanno una capacità massima di riempimento; raggiunta questa, dovrebbero essere svuotati.
Molti contenitori per polvere hanno una capacità massima di riempimento; raggiunta questa, dovrebbero essere svuotati.

Libera i filtri

Anche i filtri di alta qualità prima o poi si coprono completamente di polvere e quindi si intasano. Ma è così che dovrebbe essere, perché dopo tutto, è quello che dovrebbero fare: filtrare la polvere dall'aria. Questo fa sì che l’aspirapolvere perda potenza di aspirazione. A seconda del modello, possono passare fino a due anni prima che l'aspirapolvere smetta di funzionare completamente. Tuttavia, noterai dopo qualche settimana come le prestazioni diminuiscono se non pulisci regolarmente i filtri. Il manuale del tuo aspirapolvere ti dirà anche quando è il momento di sostituire il filtro con uno nuovo. La pulizia aiuta a contrastare la perdita di potenza di aspirazione, ma a un certo punto non sarà più possibile far uscire tutta la polvere dal filtro. Inoltre, si consuma con la pulizia con acqua.

Di solito si può aspettare un po' di più per cambiare i filtri, dato che i produttori amano andare sul sicuro e tendono a dare tempi (eccessivamente) prudenti. Mentre gli aspirapolvere senza filo – come quelli Dyson – hanno solo un filtro, alcuni modelli con cavo usano due o più filtri. Nel manuale trovi una nota sul numero di filtri. Lì puoi anche vedere se puoi pulire i filtri del tuo aspirapolvere sotto l'acqua corrente o se non possono essere riutilizzati. Se vuoi evitare di usare l'acqua contro la polvere – per esempio, a causa del tempo di asciugatura di 24 ore – allora un secondo aspirapolvere o l'aria compressa spray possono aiutare.

I filtri sono disponibili in diverse forme e quantità, a seconda del modello di aspirapolvere.
I filtri sono disponibili in diverse forme e quantità, a seconda del modello di aspirapolvere.

Dove si blocca?

I filtri sono puliti o cambiati, i contenitori vuoti e puliti, ma l'aspirapolvere non fa quello che dovrebbe? Allora può darsi che ad un certo punto abbia aspirato qualcosa che è troppo grande per trovare la sua strada nel sacchetto o nel contenitore della polvere. Con gli aspirapolvere cablati, queste cose di solito si bloccano nelle curve del tubo o nella zona di transizione tra il tubo di aspirazione e il contenitore. Questi possono essere pezzi di carta, matite o rifiuti del giardino, ma anche grumi umidi di polvere o palle di pelo di animali domestici. Con gli aspirapolvere senza filo, i blocchi si trovano di solito dove il fusto incontra il contenitore della polvere. Per rimuovere i blocchi, smonta l'aspirapolvere insieme al tubo e alla testa della spazzola – per quanto possibile senza viti – in modo da poter raggiungere meglio le zone angolate. Usa la torcia per vedere meglio all'interno del tubo scuro, gli scovolini o gli oggetti lunghi e sottili aiutano ad allentare gli oggetti bloccati e a farli uscire dall'aspirapolvere. Per i depositi più piccoli, spesso è sufficiente lo spray ad aria compressa.

La piega tra la spazzola e l'asta è un punto predestinato per possibili blocchi.
La piega tra la spazzola e l'asta è un punto predestinato per possibili blocchi.

Tutto gira intorno alle spazzole

Se il tuo aspirapolvere ha un rullo nella parte anteriore della spazzola, dovresti occupartene. Se la tua casa ha uno o più esseri viventi con peli e capelli più lunghi, è molto probabile che la maggior parte di loro si avvolga regolarmente intorno al rullo dell'aspirapolvere. Solo pochissimi trovano la loro strada direttamente nel sacco dell'aspirapolvere o nel contenitore. Filo interdentale, fibre di tessuto o erba possono anche rimanere impigliati nel rullo. Un rullo di spazzole avvolto da innumerevoli cose non può più funzionare come desiderato, soprattutto sui tappeti. Può anche arrivare al punto di non girare più, il che porta alla rottura della cinghia di trasmissione e quindi a una spazzola di aspirazione difettosa. Con i robot aspirapolvere, questo succede spesso anche con le ruote.

Il modo più semplice per rimuovere i peli e le fibre avvolte è quello di tagliarli con le forbici o un'altra lama e poi tirarli fuori a mano. Quando tagli, assicurati di non prendere nessuna setola. Con alcuni aspirapolvere è possibile rimuovere il rullo delle spazzole senza dover smontare l'intero aspirapolvere. Questo rende molto più facile la rimozione di peli e capelli e ti aiuta anche a vedere se altre cose sono rimaste impigliate nel rullo o nell'attacco della spazzola.

I capelli lunghi e le altre fibre avvolgono il rullo della spazzola.
I capelli lunghi e le altre fibre avvolgono il rullo della spazzola.

Problemi più profondi

Normalmente, le misure descritte finora sono sufficienti per rimettere in funzione l'aspirapolvere e permettergli di vivere il più a lungo possibile. Tuttavia, se tutti questi suggerimenti non portano al risultato desiderato, hai altre opzioni prima di comprare un nuovo aspirapolvere. Gli aspirapolvere senza filo e i robot potrebbero aver esaurito la batteria. Oppure accumuli di polvere o altro sporco bloccano i contatti nella stazione di ricarica o nella batteria stessa, rendendo quindi impossibile la ricarica. Con gli aspirapolvere robot, gli scarsi risultati di aspirazione sono spesso dovuti a un sensore di polvere sporco. Nel manuale puoi scoprire esattamente dove si trova. Di solito è sufficiente pulire il sensore con un panno umido. Con gli aspirapolvere cablati, una crepa nel tubo può portare alla perdita di potenza. Il cosiddetto intasamento fantasma dei filtri può anche compromettere le prestazioni di aspirazione. Si tratta di una polvere molto fine – come la farina o l'abrasione del gesso – che è appena visibile a occhio nudo, ma che rende impossibile l'aspirazione dell'aria. Di solito basta pulire il filtro sotto l'acqua corrente. Se anche questi consigli non servono, l'unica cosa che si può fare è fare un reclamo in garanzia o andare da un esperto.

Per una pulizia completa, smonta l'aspirapolvere nelle sue singole parti e senza svitare le viti.
Per una pulizia completa, smonta l'aspirapolvere nelle sue singole parti e senza svitare le viti.

A 25 persone piace questo articolo


Raphael Knecht
Raphael Knecht

Senior Editor, Zurigo

Se non mi sto cibando di "ciugnate" dolci a volontà vuol dire che sono in qualche palestra: l’unihockey è una mia grande passione, sia come giocatore che come allenatore. Nei giorni di pioggia puoi scovarmi ad avvitare e svitare i miei PC, robot o altri giocattoli elettronici. La musica mi accompagna costantemente. La vita sarebbe dura senza giri in bici sulle strade di montagna ed intense sessioni di sci di fondo.

Per la casa

Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.


Potrebbero interessarti anche questi articoli