Rischio di incidenti sul trampolino: dove si nascondono i pericoli?

Rischio di incidenti sul trampolino: dove si nascondono i pericoli?

Ramon Schneider
Zurigo, il 25.06.2019
Traduzione: Sanela Dragulovic
Le fratture ossee e le lesioni al collo e alla testa sono i classici infortuni da trampolino. Con i seguenti suggerimenti, puoi ridurre notevolmente il rischio di incidenti dei tuoi figli.

Da bambino potevo passare ore o addirittura interi pomeriggi a saltellare sul trampolino. Più che saltare non si faceva. Era una cosa così piccola, su cui mia madre praticava l'allora così trendy aerobica. Mio dio, ma com’era possibile? Chissà cosa penseranno i nostri figli, quando tra 20 anni vedranno le nostre foto sulle SUP.

Oggi i trampolini sono più grandi e anche più pericolosi. Secondo uno studio di ChildSafetyEurope, ogni anno nell'UE 51 000 bambini vengono ricoverati in ospedale a seguito di un incidente con il trampolino. Quasi uno su due presenta una frattura. Sono frequenti anche le lesioni al collo e alla testa. Quello che risulta chiaramente è che il 75% degli incidenti avviene quando sul trampolino vi sono più bambini. Altre cause di incidenti sono i salti pericolosi, lo sforzo eccessivo, il contatto con le molle del trampolino e il salto a terra dal trampolino.

Quali sono le regole da seguire?

Come genitore, cosa puoi fare per evitare che i tuoi figli si facciano male o meno male giocando sul trampolino? Ho posto questa domanda all’UPI ( Ufficio prevenzione infortuni). Di seguito trovi i seguenti suggerimenti e le regole raccomandate dall’UPI:

  • Assicurati che salti un solo bambino per volta.
  • Un adulto deve sorvegliare costantemente i bambini e intervenire prima che il gioco diventi troppo pericoloso.
  • Usa un trampolino con la rete di protezione.
  • Assicurati che tutti scendano dal trampolino da fermi e in modo controllato, senza saltare direttamente al suolo.
  • Evita i salti pericolosi: per eseguire salti difficili come i salti mortali, le rotazioni e i salti a pancia in su bisogna disporre delle necessarie capacità.
  • Chiedi di saltare a piedi nudi, con scarpe o pantofoline da ginnastica leggere.
  • Fissa le regole e prevedi delle pause regolari.
  • Controlla il trampolino regolarmente e sostituisci le parti logore, usurate o mancanti. L’UPI ha stilato una lista di controllo per una corretta manutenzione.

Chi risponde in caso di infortunio?

Secondo l’UPI, il proprietario è responsabile in caso di incidente. Quindi la persona che mette a disposizione il trampolino. La responsabilità ricade su di te anche se il bambino del vicino di casa utilizza il trampolino a tua insaputa. Poiché l’UPI raccomanda vivamente la supervisione permanente dei bambini sui trampolini, è loro convinzione che essi non debbano essere a disposizione nei luoghi pubblici come le aree scolastiche o i parchi giochi dei ristoranti. In questi luoghi è difficile garantire la supervisione costante.

Non ti sei ancora rotto il braccio e puoi ancora muovere le dita? Clicca sul mio profilo d’autore e non perderti i miei articoli futuri.

A 14 persone piace questo articolo


Ramon Schneider
Ramon Schneider
Junior Editor, Zurigo
Andare in moto mi fa sentire libero, pescare lascia uscire il mio lato da cacciatore e dietro la fotocamera libero la mia creatività. Mi guadagno da vivere gingillando con i giocattoli da mattina a sera.

Potrebbero interessarti anche questi articoli