Test del prodotto

La corda per saltare senza filo è una strana soluzione a nessun problema

Michael Restin
12.11.2022
Traduzione: Rebecca Vassella

La corda per saltare senza corda mi fa sorridere. Ma come a volte accade con l'amore a prima vista, l'idea si rivela un disastro nella vita reale. Eppure la soluzione sarebbe così semplice ed è addirittura inclusa.

Prodotto utile o un gadget inutile? Mentre sfoglio l'assortimento sportivo, mi imbatto nella corda per saltare Mikamax, la quale assurdità addolcisce per un attimo la mia vita quotidiana. Perché al posto di una corda congiuntiva, due piccole sfere in plastica penzolano dai manici sciolti. Ha un aspetto un po' strano, per non dire altro. Qualcosa di cui il mondo non ha bisogno. Per curiosità, mi procuro questo prodotto che sembra dire con sicurezza: «Perché non rinunciare alla corda quando si salta la corda?» Tanta audacia merita un'analisi più approfondita.

È vero che cavi, corde e funi possono dare fastidio. Il telefono è un buon esempio. Mentre una volta eravamo «in linea» e avevamo un raggio di movimento di un metro e mezzo quando telefonavamo, oggi abbiamo la completa libertà di essere connessi sempre e ovunque. Anche su computer, TV, cuffie e altoparlanti, la maggior parte delle persone ritiene che i cavi rappresentino solo un fastidio. Le menti più attente constatano che il cavo era un mezzo per raggiungere un fine in tutti i prodotti citati, mentre ora è superfluo perché sono stati trovati nuovi modi per raggiungere lo stesso obiettivo.

Un approccio coraggioso

Anche nel salto della corda, la corda è chiaramente un mezzo per raggiungere un fine: saltare ritmicamente una corda accelerata dai polsi e che ruota intorno al corpo senza aggrovigliarsi. Togliere la parte eponima è coraggioso perché scompare gran parte del significato. L'obiettivo effettivo dell'esercizio non può quindi più essere raggiunto.

Niente è impossibile: una corda per saltare senza fili.
Niente è impossibile: una corda per saltare senza fili.

Saltare la corda senza una corda diventa solo saltare. In fondo: un'attività sportiva che dà un'idea di come potrebbe essere il salto della corda. Così come un tempo telefonare senza cavo significava semplicemente tenere il ricevitore all'orecchio, attività riservata ai bambini piccoli. Un «fare come se». Nessuna comunicazione. Ma una fase preliminare, gestibile anche da bambini. Il simulatore di salto con la corda, invece, deve riuscire a trovare un equilibrio tra il rendersi interessante per un gruppo target più adulto e l'evitare di far sentire stupidi colore che lo utilizzano.

La soluzione cerca il problema

A tal fine, l'attrezzo si affida in primo luogo a un display e in secondo luogo a una storia. Un display che mostra qualcosa quando ci si muove serve come giustificazione per tenere due maniglie senza corda. E la storia serve a fornire il problema appropriato alla soluzione appena sviluppata di rimuovere la corda.

Sai com'è: non appena inizi il tuo allenamento a casa, la tua tradizionale corda per saltare fa cadere un vaso dalla sua base per poi strangolare accidentalmente il gatto. Ovunque una corda volante possa essere un rischio, con la versione wireless sei al sicuro. Con essa non distruggi nulla. Al massimo, solo il rispetto di te stesso. Quindi, facciamolo. O meglio, saltiamo.

Ecco come si presenta la corda per saltare senza corda, con una corda di ricambio.
Ecco come si presenta la corda per saltare senza corda, con una corda di ricambio.

Meno filo, meno divertimento

La confezione si presenta ancora bene nell'elegante colore blu scuro. Ma non appena la apro, fuoriesce esattamente quella sgradevole nota di plastica che, grazie alla memoria olfattiva, ti entra nel naso solo guardando l'immagine sulla scatola. Il set contiene due maniglie, di cui una con display, e quattro pulsanti delle dimensioni di un chicco di riso.

Consente di impostare il numero di volte in cui si desidera saltare la corda, se fosse presente. Oppure semplicemente per quanto tempo si desidera saltare. Bisogna anche inserire il proprio peso per permettere all'attrezzo di mostrare un valore bonus per le calorie bruciate.

Rotazioni, calorie, tempo: il display fornisce dati e trasforma la semplice maniglia in un centro di informazione.
Rotazioni, calorie, tempo: il display fornisce dati e trasforma la semplice maniglia in un centro di informazione.

Inoltre, naturalmente, nella confezione sono presenti le due sfere che sostituiscono la corda, simili a due cavi, le cui estremità sono infilate nei manici. Per essere quindi precisi, la corda per saltare non è senza fili, ma richiede meno fili. La cosa più preziosa sembra essere la batteria di riserva. Un piccolo cacciavite completa poi il set.

Mentre provo l'attrezzo per un breve tempo, mi sento così stupido a saltare la corda con delle sfere che devo fermarmi dopo quindici secondi, anche se nessuno può vedermi. Certo, far ruotare le sfere in aria al posto della corda non è così strano dopotutto. Si può lo stesso far finta di saltare la corda. Ma non è divertente e quindi è inutile.

Le sfere che ruotano diventano palle da demolizione per la mia motivazione.
Le sfere che ruotano diventano palle da demolizione per la mia motivazione.

Nulla sibila nell'aria, nulla batte sul pavimento, le maniglie tintinnano tristemente nelle mani. È una prova a secco, come quando si fanno movimenti di nuoto in spiaggia.

Bocciato

Questo breve test si concluderebbe con la tanto invocata delusione, se nella confezione non ci fosse qualcos'altro: una corda! Una corda che ricorda un cavo di alimentazione e che potrebbe rivelarsi una vera e propria caratteristica di successo. Così ho cambiato rapidamente modalità, ho eliminato i pon-pon ed ecco che ora la cosa ha un senso e fornisce anche una sfida coordinativa. Mikamax dovrebbe pubblicizzare molto meglio il fatto che sia inclusa una corda. Cambia tutto.

Sembra un cavo di alimentazione, ma è la soluzione: il salto con la corda è sicuramente meglio con la corda.
Sembra un cavo di alimentazione, ma è la soluzione: il salto con la corda è sicuramente meglio con la corda.

Ma dato che il punto di forza dell'attrezzo è la non corda, chiedo un secondo parere e metto i due manici con i pon-pon nelle mani di mio figlio di sette anni. Si mette a remare in aria, si ferma subito dopo e dice con sguardo incomprensibile: «Senza corda non serve a niente». E mi rendo anche conto che la corda senza fili non è necessariamente una cosa per principianti.

Bisogna aver interiorizzato il ritmo del salto della corda per non perdersi completamente nei movimenti delle mani. Dopo questa esperienza, i miei sospetti sono confermati: forse non c'è nulla da ottimizzare o digitalizzare nella corda per saltare. Forse è stata sviluppata fino alla fine e va bene così com'è. Qui trovi un'ampia selezione. La corda per saltare senza fili, invece, è adatta soprattutto come sonaglio per bambini. A meno che non si monti la corda.

Nonostante questo fallimento, osservo con entusiasmo la gamma Mikamax. Dall'«Angry Mama» al ferro per marchiare la bistecca, alla coperta con la coda di sirena: c'è molto più di quello che io possa mai immaginare. Il Natale può arrivare.

Mikamax Coperta coda di sirena

Mikamax Coperta coda di sirena

A 49 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Scienziato sportivo, padre di alto livello e ufficiale di casa al servizio di Sua Maestà la Tartaruga.


Sport
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

19 commenti

Avatar