Consigli e trucchi per un’economia domestica più sostenibile

Consigli e trucchi per un’economia domestica più sostenibile

Raphael Knecht
Zurigo, il 06.08.2020
Traduzione: Leandra Amato
In casa si utilizzano prodotti che sembrano ovvi e indispensabili. Se guardi più da vicino, noterai che molti di loro sono dei veri disastri ambientali. Con l'aiuto di alternative intelligenti, puoi rendere le tue quattro mura più sostenibili e rispettose dell’ambiente.

Dopo la cena, avvolgo gli avanzi nella pellicola trasparente o metto tutto in contenitori di plastica che poi ripongo nel frigorifero. Non penso al fatto che sia la pellicola che i contenitori sono dannosi per l'ambiente. Né mi viene in mente che potrei usare panni in cera d’api e barattoli di vetro come alternative. Quando si tratta di pulire, di riordinare e di altri compiti domestici, è la stessa cosa: la sostenibilità viene meno. Penso alle cose di cui ho bisogno ogni giorno per le pulizie, e non sono per niente ecologiche. Sono scioccato. Ho fatto qualche ricerca e mi sono reso conto che la strada per il miglioramento non è lontana. Con pochi semplici trucchi e prodotti alternativi adeguati, ora posso rendere la mia casa rispettosa dell'ambiente.

Molto di ciò che si usa a casa è tutt'altro che sostenibile.
Molto di ciò che si usa a casa è tutt'altro che sostenibile.

La materia di cui sono fatti i sogni

Esistono in ogni colore, con ogni tipo di disegno e in molte forme: sto parlando dei tovaglioli di carta. Sono sempre presenti ad ogni pasto. Che sia per i miei ospiti, per la mia famiglia o per me stesso, il tovagliolo di carta è un compagno fedele. Non li definirei disastri ambientali da manuale. C’è di peggio. Tuttavia ne servono parecchi e li getto via dopo l’utilizzo. L'alternativa sostenibile? Tovaglioli di stoffa. Posso usarli più volte, servirli ai miei ospiti senza problemi e lavarli in lavatrice insieme ad altri panni.

Henrik (1x, 40 x 40 cm)
5.35
Kela Henrik (1x, 40 x 40 cm)
Gracie (1x, 45 x 45 cm)
Sconto sulla quantità
11.40for 2 Pieces
Broste Copenhagen Gracie (1x, 45 x 45 cm)

Fuori dal... rotolo

La carta da cucina è super pratica. Spesso, purtroppo, è il mio strumento preferito per pulire i liquidi versati. La carta è molto assorbente, resiste se è troppo bagnata e può essere facilmente smaltita dopo l'uso. Anche in questo caso esistono prodotti più inquinanti, perché in fondo si tratta di carta e cartone e non di microplastica. Ma anche per il rotolo di carta da cucina esiste un'alternativa sostenibile: gli strofinacci in cotone servono allo stesso scopo, sono anche assorbenti e posso lavarli in lavatrice – insieme ai tovaglioli di stoffa – con altri panni. È meglio usare strofinacci da cucina più vecchi e usati come sostituti della carta da cucina. Oppure ricorro a stracci per la pulizia lavabili e riutilizzabili.

Gli strofinacci usati sono un'alternativa perfetta alla carta da cucina.
Gli strofinacci usati sono un'alternativa perfetta alla carta da cucina.

Chimicamente limpido anche senza sostanze chimiche

Tutte le etichette di avvertimento sui detergenti chimici per finestre, WC e cucina indicano quanto sia tossico il loro contenuto. Tossico in questo caso significa anche dannoso per l’ambiente, e non importa quanto siano efficaci contro lo sporco. Ci sono alternative ecologiche per pulire casa. Oltre ai detergenti ecologici disponibili nei negozi, ci sono anche alcuni rimedi casalinghi che posso convertire in detergenti. Per esempio, se combino acqua minerale gassata e aceto, ottengo un efficace rimedio domestico per gli scarichi bloccati. Oppure prendo un’asta TwistOut. Contro i residui di cibo bruciato utilizzo i fondi di caffè: basta metterli in padella con acqua calda, lasciare in ammollo per un quarto d'ora et voilà. Come nuova. Funziona anche con vasi o pentole. Poi c’è l'acido citrico, che aiuta a liberarsi dei residui di calcare nelle macchine da caffè, nei bollitori o nei rubinetti della cucina. A proposito, anche l’aceto funziona in modo eccellente.

Trucchetti per *pulizie veloci ed efficaci**
placeholder

placeholder

La storia infinita con il sacchetto di plastica

I sacchetti di plastica non hanno bisogno di molto spazio in borsa e si trovano ovunque. Ma invece di prendere un nuovo sacchetto ogni volta che vado a fare la spesa, uso la mia borsa per la spesa in tessuto. Le borse più piccole per frutta e verdura sono anche un'alternativa sostenibile a quelle che vengono messe a disposizione in negozio. Così spreco meno plastica, produco meno rifiuti e posso riutilizzare le mie borse della spesa. Questo non significa che butterò via subito tutti i sacchetti di plastica. Li userò fino a quando non si consumeranno del tutto e li smaltirò di conseguenza. Solo allora passerò ad alternative ecologiche.

Ci sono alternative sostenibili anche per trasportare gli alimenti.
Ci sono alternative sostenibili anche per trasportare gli alimenti.

Pranzo al sacco... o dalla lattina

È incredibile quanta plastica c'è in un'insalata pronta al supermercato. Prima di arrivare al contenuto commestibile, mi imbatto in strati e strati di imballaggio. La prossima volta mi limiterò a preparare l'insalata a casa la mattina e la porterò al lavoro in un barattolo di vetro. È più economico e più rispettoso dell'ambiente. Oppure preparo un lunch-box vuoto per il pranzo e chiedo alla signora o al signore del take-away di mettere il pranzo direttamente nel contenitore. Questo funziona anche per i buffet.

cestino per il pranzo
26.40
Küchenprofi cestino per il pranzo

Tagliare più di una fetta

I taglieri in plastica sono davvero più igienici di quelli in legno? No, non lo sono. È un mito comune che si sta ancora diffondendo. Con la dovuta cura e a seconda del tipo di legno, i taglieri di legno sono almeno tanto igienici quanto le loro controparti in plastica. Quercia, larice, bambù o pino, per esempio, hanno un forte effetto germicida. Da un lato, il legno rimuove l'umidità dalla superficie molto rapidamente, in modo che quasi nessuna muffa può formarsi. Dall’altro, queste specie di legno uccidono anche i germi. Anche l'alternativa sostenibile al tagliere in plastica dura quasi per sempre se curata in modo adeguato. Una volta ogni due mesi rivesto la tavola con un olio commestibile – come l'olio di colza. In questo modo il mio tagliere di legno rimane igienico e vivido ancora più a lungo.

I taglieri di legno sono igienici quanto quelli di plastica.
I taglieri di legno sono igienici quanto quelli di plastica.

Conosci altri trucchi che possono rendere ogni casa più ecologica? Oppure conosci altri prodotti per la casa con i quali è possibile proteggere anche l'ambiente? Fammelo sapere nei commenti. Inoltre, se non vuoi perderti altri consigli e trucchi per la casa, clicca su «Segui l’autore».

A 37 persone piace questo articolo


Raphael Knecht
Raphael Knecht
Senior Editor, Zurigo
Se non mi sto cibando di "ciugnate" dolci a volontà vuol dire che sono in qualche palestra: l’unihockey è una mia grande passione, sia come giocatore che come allenatore. Nei giorni di pioggia puoi scovarmi ad avvitare e svitare i miei PC, robot o altri giocattoli elettronici. La musica mi accompagna costantemente. La vita sarebbe dura senza giri in bici sulle strade di montagna ed intense sessioni di sci di fondo.

Potrebbero interessarti anche questi articoli