Caffè in chicchi

I chicchi di caffè sono disponibili in forma macinata e come chicchi interi. I chicchi provengono dalla pianta del caffè arrivata in Europa dall'Etiopia nel XVII secolo. Oggi, la pianta viene coltivata intorno alla cosiddetta cintura del caffè, che consiste in paesi vicini all'equatore. Due varietà di chicchi di caffè dominano il mercato mondiale: Arabica e Robusta. Si differenziano per il modo in cui vengono coltivati, per la loro composizione e anche per i loro sapori. L'Arabica è chiaramente il chicco di caffè più coltivato al mondo. Rappresenta circa il 60% del volume mondiale di caffè e proviene principalmente dal Sud America. È caratterizzato da un minore contenuto di caffeina ed è molto più morbido e rotondo nel gusto. La Robusta, invece, è coltivata principalmente in Africa e in Asia e rappresenta circa il 40% del consumo mondiale di caffè. Ha un contenuto di caffeina più alto e ha sapori scuri, terrosi e amari. La macinatura dei chicchi di caffè è fondamentale se si vuole fare un buon caffè. Più a lungo l'acqua è in contatto con la polvere di caffè, più grossolana dovrebbe essere. Questo perché più la polvere è fine, più molti ingredienti amari si dissolvono. Per un espresso aromatico, la polvere deve essere finemente macinata in modo che l'acqua possa essere forzata attraverso di essa ad alta pressione. Per il caffè filtro, una macinatura da media a grossolana è adatta perché l'acqua è in contatto con la polvere più a lungo. Per le macchine da caffè completamente automatiche, hai bisogno di fagioli interi, poiché i fagioli vengono macinati nella macchina e l'acqua calda viene utilizzata per fare il caffè al tocco di un pulsante. I chicchi di caffè sono anche la scelta giusta per le macchine portafiltro. Qui hai ancora bisogno di un macinacaffè se la tua macchina non ha un macinino integrato. Dopo aver macinato, puoi preparare il tuo espresso o lungo con il portafiltro come un barista.