Ordinare da Aliexpress e metterci sopra il logo Digitec? Non è così semplice
Dietro le quinte

Ordinare da Aliexpress e metterci sopra il logo Digitec? Non è così semplice

Traduzione: Rebecca Vassella

Batterie, caricabatterie e cavi: da qualche settimana questi prodotti sono disponibili non solo presso i produttori di marca, ma anche direttamente da Digitec. Cosa c'è dietro all'idea di offrire prodotti del proprio marchio? Intervisto la mente dietro questa strategia.

In quanto Leader Trade Brand Management, Osman Erdogan è la mente dietro la marca propria di Digitec Galaxus AG.

Osman Erdogan lavora presso Digitec Galaxus dal 2015. Il 47enne è responsabile dell'assortimento di marca del negozio dal settembre 2022. Insieme al suo team di tre persone si occupa di diverse gamme di prodotti di marca propria. È prevista un'ulteriore espansione.

Trovare delle domande da porre durante l'intervista non è stato difficile. La Community me le ha praticamente servite su un piatto d'argento quando abbiamo presentato i nuovi cavi e caricabatterie.

  • Novità e trend

    Cavi e alimentatori di Digitec: carica rapida e connessione ottimale

    di Martin Jungfer

Tuttavia, potrebbero esserci altri punti che non vengono affrontati in quest'intervista. Mi sono quindi accordato con Osman che seguirà i commenti in fondo all'articolo e risponderà alle eventuali domande qui sotto. A meno che, ovviamente, non si tratti di segreti aziendali. Anche la nostra trasparenza ha dei limiti.

Osman, alcune persone della Community si chiedono perché abbiamo bisogno di te se tutto quello che facciamo è acquistare caricabatterie e cavi da Aliexpress e metterci sopra il logo Digitec. Cosa fai tutto il giorno?

Osman: (ride) Beh, non è così semplice. Naturalmente, al giorno d'oggi si può ordinare qualsiasi cosa da qualsiasi luogo. Ad esempio, una volta ho acquistato un cronografo da Wish per un dollaro: dovevo assolutamente averlo.

E?

Le lancette del cronometro erano dipinte solo sul quadrante, solo quelle dei minuti e delle ore si muovevano.

Anche Osman ha già ordinato da Wish, ma solo a scopo di ricerca, ovviamente.
Anche Osman ha già ordinato da Wish, ma solo a scopo di ricerca, ovviamente.
Fonte: Christian Walker

Una storia entusiasmante. Questo cosa dice dell'accusa che tu e il tuo team state semplicemente ordinando e rietichettando qualcosa dalla Cina, per poi venderla con il marchio Digitec?

Il nostro servizio è quello di dare sicurezza alla clientela. Naturalmente, i caricabatterie e i cavi sono disponibili anche direttamente dalla Cina. Tuttavia, noi offriamo un ottimo prodotto fabbricato e certificato. E come prodotto Digitec, offriamo una garanzia di due anni.

Come posso immaginarmelo? Come fate a trovare questi prodotti?

Prima di tutto, valutiamo chi può fabbricare il prodotto secondo le nostre intenzioni. A tal fine abbiamo sviluppato criteri e requisiti chiari. Inoltre, non vogliamo lavorare con intermediari, ma avere un contatto diretto con il produttore. Esiste poi un elenco di certificazioni e, soprattutto, di test da eseguire.

Come si trovano le fabbriche giuste?

Visitiamo spesso diverse fiere, alle quali è presente anche il personale di vendita dei produttori. Ma è soprattutto il team Migros in Asia a conoscere le condizioni sul campo e a visitare le fabbriche.

Siete mai stati in una fabbrica come questa?

Sì. E sono rimasto sorpreso da quante persone siano ancora necessarie per completare le numerose fasi di lavoro individuali. Sarebbe impensabile in Europa con i nostri livelli salariali.

A cos'altro hai prestato attenzione?

Non sono andato come esaminatore, ma volevo farmi un'idea generale. Quanto è ordinato e pulito? Com'è l'aria, com'è l'illuminazione? Le strutture sanitarie e le misure di sicurezza sono sufficienti? Inoltre, esaminiamo anche le questioni sociali e di diritto del lavoro: straordinari, protezione contro la discriminazione o i licenziamenti arbitrari.

Sembra un gran lavoro...

Lo è. Ci vogliono tempo ed esperienza per testare correttamente cose del genere. Infatti esistono, ad esempio, fabbriche fasulle che soddisfano i criteri ma nelle quali «lavorano» solo comparse, mentre la vera produzione si svolge in condizioni impossibili in un altro edificio.

Eravate a conoscenza di queste informazioni quando avete iniziato con i prodotti di marca propria?

Ogni giorno impariamo qualcosa di nuovo. Abbiamo iniziato con i cavi di rete nel 2019. Ci è venuta l'idea perché abbiamo rivisto il nostro assortimento. Abbiamo trovato 22 000 cavi diversi e ci siamo chiesti come la clientela possa fare una scelta sensata. Su cosa può contare? Eravamo convinti che, se avessimo prodotto noi stessi i cavi, avremmo potuto offrire un valore aggiunto.

Altre marche promettono già questo tipo di valore aggiunto.

È vero. Ma da noi si tratta del rapporto tra prezzo e prestazioni. E ovviamente possiamo offrire un prezzo migliore. I marchi hanno reti di distribuzione, intermediari, spese di marketing e margini, che paghi quando acquisti un prodotto. Noi, invece, possiamo risparmiare molto. Non pubblicizziamo i prodotti stessi, quindi questo aspetto non si riflette nei prezzi. Non abbiamo nemmeno intermediari.

Quindi nel negozio guadagniamo di più con un prodotto di marca Digitec che con un prodotto di un altro marchio?

Sì, guadagniamo un po' di più, il margine è migliore. Tuttavia, per noi è ancora più importante poter garantire una disponibilità costante. Abbiamo il pieno controllo della catena di fornitura.

Un prezzo d'acquisto vantaggioso è la chiave per un buon guadagno?

No, i nostri volumi di acquisto presso i produttori sono semplicemente troppo bassi. Per avere successo, stiamo agendo in altri settori. Ad esempio, ottimizziamo l'imballaggio, il trasporto e lo stoccaggio. Qui siamo molto efficienti.

Digitec risparmia sul volume degli imballaggi e quindi sui costi di trasporto.
Digitec risparmia sul volume degli imballaggi e quindi sui costi di trasporto.
Fonte: Christian Walker

Hai detto: «Il nostro servizio è quello di dare sicurezza alla clientela». Non ce l'ho se ordino qualcosa su Aliexpress?

No. Ricordo una critica da parte di un membro della Community che sosteneva di poter ordinare il Desk Charger per 15 dollari. Posso dire che è molto al di sotto del nostro prezzo di acquisto, quindi non può funzionare. Siamo abbastanza sicuri che i componenti utilizzati per questo caricabatterie non siano stati sottoposti a test di qualità. Non userei mai uno di questi apparecchi, soprattutto per lunghi periodi di tempo e senza supervisione.

Forse dovremmo acquistarlo e testarlo noi dell'azienda...

Una buona idea. Lo faremo e poi lo smonteremo.

A proposito, che tipi di test vengono eseguiti per i prodotti della marca propria di Digitec?

Dipende dal prodotto. Verifichiamo quali certificazioni sono importanti. Nel caso di un cavo di rete, ad esempio, si tratta soprattutto di prestazioni di trasmissione che testiamo in laboratorio e presso gli istituti di controllo. Analizziamo anche la resistenza al fuoco della plastica. Di solito riceviamo prodotti di pre-serie dalla fabbrica. I test si svolgono qui in Svizzera e la produzione inizia solo quando tutti i test sono stati superati. E non è tutto: prendiamo anche campioni casuali dalla produzione di serie e sottoponiamo nuovamente i dispositivi ai test. Abbiamo persino fatto riprodurre il test di K-Tipp per le nostre batterie.

E quali sono stati i risultati?

Tutte le nostre batterie hanno prestazioni migliori rispetto ai prodotti di marchi analoghi. Noi del team ne siamo molto orgogliosi. Sebbene le batterie debbano soddisfare requisiti molto diversi a seconda dell'uso a cui sono destinate, hanno buone prestazioni in tutti i campi, sia per il controllo remoto che per le telecamere. Ad essere sincero, i risultati delle batterie dei grandi marchi mi hanno deluso.

Osman mi mostra i risultati del test delle batterie, appena arrivati nella sua casella di posta elettronica. Le batterie Digitec battono di gran lunga quelle di un grande produttore di marca. Nota: se hai zoomato per vedere i nomi dei produttori, ti devo deludere: li abbiamo oscurati.
Osman mi mostra i risultati del test delle batterie, appena arrivati nella sua casella di posta elettronica. Le batterie Digitec battono di gran lunga quelle di un grande produttore di marca. Nota: se hai zoomato per vedere i nomi dei produttori, ti devo deludere: li abbiamo oscurati.
Fonte: Christian Walker

Cosa pensano i produttori di marca della strategia della marca propria Digitec? Ora c'è ancora più concorrenza nel negozio.

Crediamo nei nostri prodotti e potremmo persino convincere i marchi di serie A ad abbassare i loro prezzi. Se riusciamo a offrire un servizio migliore e anche più conveniente, sarebbe logico che lo facessero. Sarebbe un bene per la clientela.

I prodotti di marca Digitec hanno avuto un buon riscontro finora?

Sì, molto migliore di quanto ci aspettassimo. Credo che offriamo proprio quello che la clientela cerca. Alcuni caricabatterie e cavi sono addirittura esauriti, dobbiamo quindi aspettare i rifornimenti.

Ah! Prima hai detto che abbiamo una buona disponibilità.

Sì, ma ci sono cose che sfuggono al nostro controllo. Attualmente le navi da carico devono fare il giro dell'Africa. Nel Mar Rosso, il pericolo di cadere vittima degli attacchi degli Houthi è troppo grande.

Qual è il prossimo passo per la marca propria Digitec?

Continueremo ad affrontare nuove aree di prodotto e terremo sempre d'occhio la nostra Community per vedere quali feedback ci fornisce sui prodotti esistenti. Utilizzeremo questi input anche per migliorare la nostra marca esistente.

Quindi ci saranno sempre nuove generazioni?

Proprio così. Per i caricabatterie, presumo che ne avremo una ogni anno.

Nel portfolio dominano attualmente i gadget tecnologici. Qual è il prossimo passo?

(ride) Ancora più gadget tecnologici. Rimaniamo nel campo dell'alimentazione e dell'energia: i powerbank sono il prossimo prodotto che lanceremo. Stiamo anche lavorando sugli hub USB, pratici soprattutto per i notebook più recenti, che hanno sempre meno connessioni.

La Community ha espresso il desiderio di batterie ricaricabili.

Giustamente. Si tratta di un prodotto che anche noi desideriamo molto. Stiamo cercando intensamente un buon partner, ma non l'abbiamo ancora trovato. Ci stiamo lavorando.

Non c'è nulla che non abbia a che fare con la tecnologia?

Certo, siamo anche responsabili di Galaxus. Per ora ci sono «solo» le nostre scatole per il trasloco. Abbiamo già buone idee per diversi prodotti, ma le sfide sono diverse.

Grazie per l'intervista, Osman.

Aspetta! Posso fare una breve pubblicità?

Per cosa?

Per i nostri tre migliori prodotti di marca, ovvero quelli più venduti:

digitec HDMI-HDMI 2.0 (2 m, HDMI)
Cavo video
19.– CHF

digitec HDMI-HDMI 2.0

2 m, HDMI

digitec USB tipo C - USB A (1 m, USB 3.2 Gen 1)
Cavo USB
11.– CHF

digitec USB tipo C - USB A

1 m, USB 3.2 Gen 1

digitec Fast Charger (30 W, Power Delivery 3.0, Power Delivery 2.0, Carica Adattativa Veloce, Quick Charge 3.0, Carica rapida 2.0)
Caricatore per dispositivi mobili
16.90 CHF

digitec Fast Charger

30 W, Power Delivery 3.0, Power Delivery 2.0, Carica Adattativa Veloce, Quick Charge 3.0, Carica rapida 2.0

digitec HDMI-HDMI 2.0 (2 m, HDMI)
19.– CHF

digitec HDMI-HDMI 2.0

2 m, HDMI

digitec USB tipo C - USB A (1 m, USB 3.2 Gen 1)
11.– CHF

digitec USB tipo C - USB A

1 m, USB 3.2 Gen 1

digitec Fast Charger (30 W, Power Delivery 3.0, Power Delivery 2.0, Carica Adattativa Veloce, Quick Charge 3.0, Carica rapida 2.0)
16.90 CHF

digitec Fast Charger

30 W, Power Delivery 3.0, Power Delivery 2.0, Carica Adattativa Veloce, Quick Charge 3.0, Carica rapida 2.0

Ok, ora l'intervista è davvero finita. Grazie.

Immagine di copertina: Christian Walker

A 167 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Giornalista dal 1997 con sedi in Franconia, sul lago di Costanza, a Obvaldo e Nidvaldo e a Zurigo. Padre di famiglia dal 2014. Esperto in organizzazione editoriale e motivazione. Focus tematico sulla sostenibilità, strumenti per l'ufficio domestico, cosebelle in casa, giocattoli creativi e articoli sportivi. 


Ufficio
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Commenti

Avatar