La Svizzera è la roccaforte delle sfide personali
Dietro le quinte

La Svizzera è la roccaforte delle sfide personali

Uno studio rappresentativo commissionato da Galaxus ha analizzato la frequenza con cui donne e uomini di diversi paesi formulano buoni propositi per l'anno nuovo. In Svizzera, quasi due terzi della popolazione si lancia nelle cosiddette sfide personali. Anche in Italia c'è una tendenza nel porsi dei buoni propositi. In Germania, invece, nemmeno un terzo della popolazione sembra essere interessata a questo genere di sfide. Dal punto di vista tematico, i vari paesi hanno inclinazioni simili: oltre il 50 percento dei buoni propositi sono legati alla dieta alimentare e subito dopo ci sono quelli di natura finanziaria (47%).

Presto tornerà il momento di formulare dei buoni propositi per l'anno nuovo, noti anche come sfide di crescita personale. Andare a letto prima, mangiare in modo più sano o fare più sport sono tra i classici. Digitec Galaxus ha voluto scoprire quante persone decidono di affrontare queste sfide e quali sono i temi più gettonati. In che modo le persone si mettono alla prova e le tendenze variano da un paese all'altro?

Nel presente studio rappresentativo sono state interpellate 2521 persone provenienti da Svizzera, Germania, Austria, Italia e Francia.

Sfide personali? Dal «certo che sì» al «no, grazie»

Più di due terzi delle persone intervistate hanno una certa esperienza con le sfide personali: poco meno della metà (47%) si sta attualmente mettendo in gioco o ha l'abitudine di farlo regolarmente. Il 29 percento delle persone ha ammesso di aver sostenuto delle sfide in passato. L'otto percento, non l'avrebbe mai fatto, ma pensa di farlo in futuro. Il 16 percento delle persone, invece, non ha alcuna voglia di lanciarsi in questo tipo di sfide.

La Svizzera è in testa alla classifica dei vari paesi, seguita dall'Italia e dall'Austria: il 59,1 percento della popolazione residente in Svizzera sta attualmente sostenendo delle sfide o ha l'abitudine di farlo regolarmente. La Germania, invece, è l'ultima in classifica con il 32,5 percento.

In Francia e in Italia, donne e uomini hanno una tendenza simile. Nei paesi germanofoni, gli uomini sono leggermente in vantaggio e si impegnano più spesso con delle sfide rispetto alle donne intervistate.

Le persone più giovani amano (quasi sempre) porsi delle sfide

I buoni propositi funzionano soprattutto tra le persone più giovani. In Svizzera, il 71 percento di uomini e donne tra i 15 e i 29 anni, amano porsi delle sfide. È un vero e proprio record europeo. Solo il sei percento di questa categoria di età dichiara di non aver assolutamente voglia di mettersi in gioco con questo tipo di sfide.

Fa eccezione la bella Italia, dove la popolazione di età compresa tra i 30 e i 44 anni è più motivata della media a formulare dei buoni propositi. In questa categoria l'Italia supera addirittura la Svizzera.

In Germania e Austria, le persone di età compresa tra i 45 e i 59 anni sono più avverse che mai alle sfide. Negli altri paesi, sono invece le persone dai 60 ai 79 anni a non esserne assolutamente interessate.

Tutta una questione di stomaco

In tutti i paesi, le questioni legate all'alimentazione sarebbero di grande tendenza nel 2023. Oltre il 50 percento delle persone intervistate si è attualmente posto una sfida in questo ambito, seguito da temi legati alla finanza (47%), alla casa (41%) e allo sport (37%).

Sorprendentemente, pur trovandoci nell'era digitale, il digital detox o simili non sembrano più essere tra le priorità delle persone intervistate, visto che sono in fondo alla classifica in tutti i paesi, ricoprendo poco meno del 18 percento. In tutti i paesi, in generale, le sfide in ambito digitale sono le meno gettonate.

Le persone residenti in Svizzera affrontano un numero di sfide sportive superiore alla media (45%). Anche le sfide alimentari sono in cima alla classifica in questo paese con il 50 percento. Al terzo posto in classifica, seguono invece quelle di natura finanziaria, anche se il 40 percento della Svizzera risulta essere il valore più basso rispetto a tutti gli altri paesi esaminati.

Tutti i paesi limitrofi danno maggiore importanza a questo tema. In Austria, ad esempio, le finanze (56%) e l'alimentazione (53%) sono tra i principali obiettivi. Oltre allo sport, gli altri temi sono di importanza secondaria. Formulare dei buoni propositi finanziari sembra una priorità assoluta anche per la popolazione residente in Germania, che di per sé non ama le sfide.

La maggior parte delle sfide che ci si pone in Italia riguarda invece la casa. Chi vive in Italia, inoltre, cerca attivamente di cambiare le cattive abitudini (51%), con una frequenza significativamente maggiore rispetto agli altri paesi.

Hai dei buoni propositi per l'anno nuovo? O le sfide personali non fanno per te? Faccelo sapere nei commenti in fondo alla pagina.

L'istituto di ricerche di mercato Link conduce indagini rappresentative per Digitec Galaxus. Al presente sondaggio hanno partecipato persone provenienti dai paesi europei germanofoni, nonché dall'Italia e dalla Francia.

A 29 persone piace questo articolo



Sport
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Per la casa
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Cibo
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Commenti

Avatar