Intel i9-10850K: il nuovo processore da gaming più potente e più economico sul mercato?

Intel i9-10850K: il nuovo processore da gaming più potente e più economico sul mercato?

Kevin Hofer
Zurigo, il 14.10.2020
Post-editing/revisione: Leandra Amato
L'Intel Core i9-10850K con 10 core e 20 thread ha specifiche quasi identiche a quelle del prodotto di punta Intel, il Core i9-10900K, che attualmente è il processore da gaming più veloce al mondo. Cosa sarà in grado di fare il suo «fratello minore»?

L'i9-10850K si differenzia dall’i9-10900K per soli 100 MHz. La disparità di prezzo invece è maggiore: il 10900K costa 536 franchi, mentre il 10850K ne costa 481, ovvero l’11% in meno (dato aggiornato al 13.10.2020). La differenza tra la disponibilità dei due pezzi è ancora maggiore: mentre il 10850K è acquistabile immediatamente, il 10900K circola in quantità limitate. Probabilmente, è anche per questo che esiste il 10850K.

Il problema della scarsa disponibilità dei 10900K, molto probabilmente, è riconducibile al binning. Per dirla in parole povere si tratta della qualità del chip: solo i migliori riescono ad arrivare agli stessi livelli del 10900K. Al momento, Intel non è in grado di produrre una quantità sufficiente di chip di questa qualità. Ecco perché i 10850K, con meno di 100 MHz di differenza, colmano una lacuna. Intel sembra essere in grado di fabbricarne abbastanza. Se vuoi saperne di più sul binning, ti consiglio questo articolo (in inglese).

Il chip in dettaglio

L'i9-10850K si basa sull'architettura Comet Lake e viene prodotto utilizzando il processo 14nm++. Dunque è un discendente di Skylake, l'architettura su cui si basano tutti i processori desktop consumer di Intel dal 2015. Nella maggior parte dei casi, le prestazioni potenziate sono dovute a funzionalità aggiuntive e ai miglioramenti della frequenza di clock. Il Core i9-10850K è «unlocked», quindi è dotato di un multiplier sbloccato e può essere mandato in overclock.

ProcessoreCore/threadFrequenza di clock min/max (GHz)Cache totale (MB)PCIeTDP (Watt)Prezzo (13.10.2020)Prezzo per thread (13.10.2020)
Core i9-10850K10 / 203,6 / 5,22016 Gen39548124.05
Core i9-10900K10 / 203,7 / 5,32016 Gen312553626.80
Ryzen 9 3900X12 / 243,5 / 4,71624 Gen310545218.85

Rispetto al Core i9-10900K, le frequenze di base e di boost dell'i9-10850K sono inferiori di 100 MHz. I 10 core hanno una frequenza di 3,6 Ghz e raggiungono fino a 5,2 GHz.

Intel specifica un TDP di 95W per il Core i9-10850K, che così è inferiore rispetto al Core i9-10900K. In realtà, però, questo non ha importanza: la classificazione TDP di Intel non ha una connessione diretta con il consumo di energia e si riferisce solo alle prestazioni della frequenza di base quando il processore non gira a pieno carico.

Per informazioni più dettagliate sul consumo energetico, dai un'occhiata alle misurazioni delle prestazioni di Intel. Nelle impostazioni dello Stock, il 10850K ha gli stessi PL1 (livello di potenza 1; la frequenza di base) 125W e PL2 (livello di potenza 2; a pieno boost su tutti i core) 250W del Core i9-10900K. Tuttavia, i produttori di schede madri possono ignorare e infatti ignorano questi limiti per far sì che la qualità della scheda madre e le impostazioni del BIOS abbiano un impatto sulle prestazioni.

Set-up e metologia del test

Per la mia recensione utilizzo questi componenti:

Core i9-10850K (LGA 1200, 3.60GHz, 10-Core)
459.–
Intel Core i9-10850K (LGA 1200, 3.60GHz, 10-Core)
TUF Gaming Z490-PLUS (wi-fi) (LGA 1200, Intel Z490, ATX)
201.–
ASUS TUF Gaming Z490-PLUS (wi-fi) (LGA 1200, Intel Z490, ATX)
CS900 (960GB, 2.5")
97.70
PNY CS900 (960GB, 2.5")
XLR8 CS3030 (1000GB, M.2 2280)
135.–
PNY XLR8 CS3030 (1000GB, M.2 2280)

Nel BIOS, attivo XMP. Per il resto lascio le impostazioni di default – ad eccezione del sottotitolo «Overclocking». Uso gli stessi driver che ho utilizzato per la recensione dell’i9-10900K e Windows 10 gira in versione 1909.

Il metodo del test è orientato alle recensioni delle nostre schede grafiche, che ho rivisto e aggiornato da quando sono state introdotte. Ecco quindi una panoramica dei vari benchmark:

  • Cinebench R20
  • Benchmark CPU-Z
  • Blender
  • Handbrake
  • 7-Zip
  • Photoshop
  • PCMark 10
  • Fire Strike / Fire Strike Ultra
  • Time Spy / Time Spy Extreme
  • Giochi: «Assassin's Creed Odyssey», «Civilization VI: Gathering Storm», «Deus Ex: Mankind Divided», «Far Cry 5», «Gears 5», «Red Dead Redemption 2», «Strange Brigade» e «Shadow of the Tomb Raider»

Eseguo tutti i benchmark tre volte e prendo il miglior risultato di ognuno.

Overclocking e Cinebench R20

Sono consapevole di avere un potenziale di overclocking limitato con il dissipatore di calore Noctua e quindi non posso rilasciare molte dichiarazioni a riguardo. Tuttavia, dopo i test posso affermare che con il sistema di raffreddamento ad aria non viene rilasciata molta aria verso l’alto. I benchmark si concludono con 5 GHz su tutti i core.

Come riferimento utilizzo il benchmark Cinebench R20. Nelle impostazioni dello Stock, l'i9-10850K segna un punteggio di 521 in single-core e di 6173 in multi-core. La temperatura del processore arriva a 78° Celsius. Per fare un confronto, l'i9-10900K raggiunge i 73° Celsius con un punteggio di 6235. L'i9-10850K quindi si scalda di più rispetto al suo fratello maggiore. Rispetto al processore concorrente di AMD, il 10850K è il 3% più veloce in single-core e il 16% più lento in multi-core. Tuttavia la cosa non dovrebbe sorprendere, perché il processore Intel ha due core in meno.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

A 4,9 GHz, cioè 200 MHz in più rispetto al Turbo, su tutti e dieci i core il dissipatore Noctua arriva al capolinea: misuro 94° Celsius con HWiNFO64. Ottengo un punteggio di 6235.

Se vuoi mandare l’i9-10850K in overclock, avrai bisogno di un buon dissipatore. Esattamente come con l’i9-10900K. Ti servirà un AIO potente o un sistema di raffreddamento ad acqua realizzato secondo specifiche ad hoc. In ogni caso, devi essere in grado di raffreddare il sistema in modo adeguato. Come minimo hai bisogno di un dissipatore ad aria di fascia superiore.

CPU-Z

Nel benchmark CPU-Z, l'i9-10850K raggiunge valori quasi identici a quelli del 10900K. Entrambi ottengono 586 punti in single-core. Il 10850K segna persino un punto in più in multi-core, che equivale allo 0,01%. Rispetto al Ryzen 3900X con dodici core, l'i9-10850K con dieci core raggiunge un punteggio del 13% in meno in multi-core, ma batte il processore Ryzen di circa il 10% in single-core.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

7-Zip

Nel benchmark integrato di 7-Zip scelgo la «Dictionary size» standard di 32 MB. Il 10850K 87 raggiunge 408 istruzioni al secondo (MIPS). Sono 600 istruzioni in più rispetto al 10900K. Il Ryzen 3900X raggiunge circa il 22% in più di MIPS grazie ai due core.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Blender bmw27

Il modello più costoso, l’i9-10900K, per la prima volta supera nettamente l’i9-10850K durante il benchmark Blender. Secondo Blender, infatti, è più veloce dell’8%. Rispetto a Ryzen, il 10850K è più lento del 14%.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Handbrake

Anche con Handbrake, l'i9-10850K rimane indietro rispetto all'i9-10900K e al 3900X. Il 10850K codifica il trailer 4K di 88 secondi e 645 MB di «Orari di Il cavaliere oscuro - Il ritorno» circa il 4% più lentamente con le preimpostazioni «Fast 1080p30». Rispetto al 3900X, è addirittura più lento del 9%.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Photoshop

Il benchmark Photoshop di Puget Systems testa diversi carichi di lavoro. Qui trovi informazioni più dettagliate. Alla fine il benchmark calcola un punteggio sulla base di una workstation di riferimento. Qui raggiunge 1000 punti. Il nostro banco di prova non raggiunge questo valore con nessuno dei processori testati, anche se le CPU sono più recenti. I risultati peggiori dei processori Intel e del 3900X sono riconducibili al fatto che la workstation di riferimento ha 64 GB di RAM, mentre il banco di prova ne ha solo 16.

Nel benchmark, il 10850K segna un punteggio di circa il 5% in meno rispetto al 10900K e di circa l’1% in meno rispetto al 3900X.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

PCMark 10

Il benchmark PCMark 10 testa vari scenari, come il tempo di caricamento delle applicazioni, l'efficienza nei fogli di calcolo, la navigazione o l'editing di foto e video, su cui calcola un punteggio. Qui il 10850K ha ottenuto un punteggio più alto di quasi il 3% rispetto al 3900X. Rispetto ai 10900K, la CPU testata è indietro del 2%.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Fire Strike, Fire Strike Ultra, Time Spy e Time Spy Ultra

I benchmark di gioco sintetici permettono di dare un primo sguardo alle prestazioni di un processore sotto questo aspetto. Mi astengo dall'indicare il punteggio complessivo, che viene calcolato in base ai risultati della scheda grafica e della CPU. Questo perché il punteggio della GPU è molto incoerente: qui ho riscontrato differenze di oltre 1000 punti.

nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine

In media, tra il l'i9-10850K e il 10900K c’è una differenza di soli 13 punti, ovvero meno dello 0,01%. I due processori Intel perdono nel confronto con il Ryzen 9 3900X solo in Time Spy Extreme. I processori Intel ottengono un punteggio migliore di circa il 3% rispetto al 3900X in tutti e quattro i benchmark.

I giochi

Per i giochi, riporto il frame time (frequenza del fotogramma) in percentili oltre alla media FPS, ovvero 99 e 99,9. I valori misurati dei percentili di solito sono frame time misurati in millisecondi e si riferiscono alle distanze temporali da fotogramma a fotogramma o da frame a frame. I valori percentili hanno il compito di ignorare i valori aberranti isolati (outliner). 99 percentile significa che il 99% di tutti i valori misurati è più veloce del valore di misura specificato. Se un valore nel grafico è di 95 FPS, il 99% gira a un frame rate più alto rispetto a 95 FPS. Al contrario, l’1% è più lento di 95 FPS. Con il 99,9 percentile, è lo stesso. Per una migliore comparabilità, il risultato viene convertito da frame time in millisecondi al tradizionale valore FPS.

nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine

Durante una sessione di gioco, il 10850K è decisamente in grado di tenere il passo con il 10900K. La risoluzione di entrambi è di 2160p. La differenza è minima, ovvero del 5%, anche a1080p di risoluzione con 7 FPS. A 1440p scende al 3%. Entrambe le CPU Intel ottengono risultati migliori rispetto al Ryzen 3900X. La differenza tra i 10850K e i 3900X in tutti i giochi è dell'11% a 1080p e del 13% a 2160p. Le grandi differenze sono dovute principalmente a «Strange Brigade», che gira meglio sui processori Intel. Ne ho già parlato nella recensione dell’i9-10900K.

nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine
nessuna informazione disponibile su questa immagine

Conclusione: più economico e potente, ma soprattutto disponibile

Nei risultati dei benchmark di gioco, l'i9-10850K ha segnato un punteggio leggermente inferiore rispetto al suo fratello maggiore, il i9-10900K. Se giochi con una risoluzione di 2160p le prestazioni dei due processori sono praticamente identiche. Durante una sessione di gioco, il 10850K può decisamente tenere il passo con il 10850K. E poiché è anche più economico dell'11% – e soprattutto, disponibile – posso sicuramente raccomandarlo.

D'altra parte, se hai intenzione di impiegare la CPU solo per giocare, non devi spendere per forza così tanto. Dai un’occhiata a questa recensione, dove l'i5-10600K ha ottenuto un punteggio migliore rispetto all'i9-10850K con risoluzione di 1080p e 1440p

Se non ti serve per giocare ma lavori su applicazioni che hanno bisogno di molti core, il Ryzen 3900X è la scelta migliore. Grazie ai due core aggiuntivi, le sue prestazioni sono più elevate. Inoltre ti costa circa 30 franchi in meno.

*Zen 3 und Big Navi:** Warum du jetzt noch keine neue CPU oder GPU kaufen solltest
placeholder

placeholder

A 34 persone piace questo articolo


Kevin Hofer
Kevin Hofer
Editor, Zurigo
Tecnologia e società mi affascinano. Combinarle entrambe e osservarle da punti di vista differenti sono la mia passione.

Potrebbero interessarti anche questi articoli