Huawei vs. USA: 90 giorni di termine dilatorio, parla il CEO di Huawei
Novità e trendInformatica

Huawei vs. USA: 90 giorni di termine dilatorio, parla il CEO di Huawei

Dominik Bärlocher
Zurigo, il 22.05.2019
Traduzione: Leandra Amato
Il CEO di Huawei Ren Zhengfei dichiara che, nonostante il blocco commerciale, altre aziende avranno bisogno di due o tre anni per raggiungere i sistemi 5G di Huawei. Tuttavia, nonostante un periodo di 90 giorni che consente il commercio tra Huawei e Google, l'azienda cinese deve affrontare gravi problemi.

Continua la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Secondo il portale di notizie Reuters, la Camera di Commercio degli Stati Uniti ha approvato un termine dilatorio di 90 giorni per consentire a Google di continuare a lavorare con Huawei, per garantire che i clienti Huawei siano colpiti il meno possibile.

L'essenziale in breve

  • La Camera di Commercio degli Stati Uniti consente il commercio tra Google e Huawei per 90 giorni.
  • Il CEO di Huawei Ren Zhengfei prende posizione in una conferenza stampa sul nuovo capitolo della guerra commerciale.
  • Ren Zhengfei attribuisce poca importanza al termine di 90 giorni.
  • Ren Zhengfei dichiara che i prodotti di fascia bassa potrebbero essere colpiti.
  • Ren Zhengfei afferma che i prodotti di fascia alta non saranno interessati, soprattutto non il 5G.
  • Ren Zhengfei non parla di hardware degli smartphone.
  • Secondo Ren Zhengfei, Google e Huawei stanno lavorando ad una soluzione.
  • Secondo Ren Zhengfei, Huawei gode di un ampio sostegno da parte delle aziende statunitensi.

Ren Zhengfei: «Altre aziende non saranno in grado di raggiungerci in due o tre anni»

Durante una conferenza stampa, il CEO di Huawei Ren Zhengfei ha risposto a una domanda del giornalista Dong Qian dell'emittente statale cinese CCTV sul conflitto commerciale. La sua domanda è: «Cosa ne pensa del termine? Cosa può fare Huawei in 90 giorni?»

La risposta:

Approfitto di questa intervista per ringraziare le aziende americane. Da trent'anni le aziende americane sono cresciute con noi. Hanno dato un sacco di contributi altruisti allo sviluppo di Huawei. Ci hanno insegnato ad andarcene.

Molte persone sanno che la maggior parte delle società per le quali faccio consulenza hanno sede negli Stati Uniti. IBM, per esempio, e decine di altre aziende del genere. In secondo luogo, i produttori statunitensi di dispositivi ci hanno dato un grande sostegno. Questo riflette la coscienza delle aziende statunitensi, soprattutto in considerazione della crisi attuale.

Non riesco a ricordare esattamente; l'altro ieri forse alle 2 o alle 3 del mattino ho ricevuto una chiamata. Mi hanno detto che queste società americane si stanno impegnando molto per risolvere i problemi. Mi ha toccato profondamente. Una giusta causa gode di un sostegno più che sufficiente, mentre un'ingiustizia trova poco sostegno.

Le aziende statunitensi si rivolgono al governo americano per le sanzioni contro Huawei. Esistono quattro tipi di regolamenti. Non abbiamo Seasonal Control, bensì Entity Control Ciò significa che tutte le merci vendute da società statunitensi alla Cina sono soggette ad autorizzazione. Nonostante l'esistenza di questo Entity Control, l’azienda non viene compromessa internamente.

Poiché gli Stati Uniti sono uno stato con un sistema giuridico adeguato, le aziende statunitensi devono rispettare le leggi vigenti. Questo vale anche per l’Entity Control. Quindi, quando i mezzi di comunicazione parlano, dobbiamo capire che le aziende americane e noi condividiamo lo stesso destino. Facciamo tutti parte dell'economia di mercato.

Non siamo adeguatamente preparati con i nostri prodotti di fascia bassa. Crediamo che presto questi si estingueranno. Non siamo disposti a sostenere i nostri prodotti di fascia bassa, quindi potrebbero essere colpiti più duramente.

Ma i nostri prodotti di fascia alta non saranno interessati, di sicuro non il 5G. Posso persino dire che non solo non ne risentirà, ma anche che altre aziende non saranno in grado di raggiungerci in due o tre anni.

[Se Google dovesse cessare di sostenere Huawei]. Avrebbe un impatto significativo su Huawei. Ma Google è ancora una buona compagnia. Stiamo lavorando per trovare una soluzione.
Ren Zhengfei, CCTV, 21 maggio 2019

CCTV pubblica una trascrizione

Una trascrizione pubblicata dall'emittente statale CCTV mostra che Ren Zhengfei sta colpendo in modo molto mirato gli Stati Uniti.

Il governo degli Stati Uniti e le sue azioni sottovalutano le nostre capacità
Ren Zhengfei, intervista CCTV, maggio 2019

Nel frattempo, la Camera di commercio statunitense sta esaminando la possibilità di prorogare il termine oltre i 90 giorni. Secondo Reuters, la scadenza attuale si applica a tutti i dispositivi in commercio il 16 maggio 2019 o prima.

Ma questo riguarda solo il rapporto tra Google e Huawei. I produttori di chip e altri sono ancora esclusi dal divieto di commercio.

Guerra commerciale Cina/USA

Placeholder image
placeholder

placeholder

Placeholder image
placeholder

placeholder

Placeholder image
placeholder

placeholder

Placeholder image
placeholder

placeholder

Placeholder image
placeholder

placeholder

A 23 persone piace questo articolo


Dominik Bärlocher
Dominik Bärlocher
Senior Editor, Zurigo
Giornalista. Autore. Hacker. Sono un contastorie e mi piace scovare segreti, tabù, limiti e documentare il mondo, scrivendo nero su bianco. Non perché sappia farlo, ma perché non so fare altro.

Potrebbero interessarti anche questi articoli