Non sei connesso a internet.
Corporate logo
SportCiclismoViaggiReportage 216

Con la Single Speed fino in Marocco #3: skid, vermut e malinconia

Dopo l'ultimo esame, Jonathan e Christoph decidono di andar fuori, alla scoperta del mondo. Non tutto-incluso sulle Isole Canarie, bensì senza-niente per il Marocco: solo con le loro Single Speed e bagagli leggeri. Qui raccontano la loro avventura. In questo episodio: non proprio sobri al settimo cielo delle Single Speed.

Le riparazioni temporanee sono buone, ma i nuovi raggi sono ancora meglio, soprattutto se combinati con nuove conoscenze. Così, arrivati a Barcellona, abbiamo scelto un meccanico di biciclette, che forse può anche raccontarci una o due cose sulla cultura Single Speed di questa città. Ed ecco: dopo averci detto che la riparazione di 30 minuti costa 20 euro (dove spediamo la fattura delle spese?), dice che dovremmo tornare alle 8 di sera. Poi, dopo il lavoro, il resto della sua squadra Single Speed sarebbe venuto a bere una, due o tre birre.

Sotto la doccia e coperti di birra in lattina, torniamo e incontriamo per primo Peter, un ex atleta britannico che ha iniziato ad organizzare gare. Prima Alleycats (caccia al tesoro in bicicletta) e competizioni locali, ma ora fa solo ciò che finanzia la sua vita quotidiana. Ha partecipato al Campionato Europeo su pista in Scozia e al Red Hook Crit a Milano.

Peter butta giù la sua birra in perfetto stile inglese

Christoph parla di questioni tecniche con Peter (destra) e Nico.

Come ciclista che inizia a metter su pancia, non vola su tutte queste stazioni, bensì percorre i percorsi con il suo telaio in carbonio fatto su misura sotto le ruote. Prossime tappe: Barcellona - Londra - Milano. Magari vorrebbe fare tutto questo con uno zaino e una sola marcia? In inglese, butta giù la sua birra e pronuncia un secco «No».

Il settimo cielo degli appassionati di Single Speed

Nico, il proprietario del negozio, ci conduce attraverso i vicoli fino al bar successivo, per iniziare bene la sua birra da dopo lavoro. Qualche anno fa è venuto dall'Italia a Barcellona, si è innamorato della città e ha voluto restituirle qualcosa aprendo un negozio di Single Speed. Cosa c'è di più adatto di un luogo come questo, dove appassionati di Single Speed e bike possono incontrarsi mentre la loro due ruote viene riparata? Nico ha solo 27 anni e siamo davvero impressionati dal suo lavoro con il nome azzeccato «My Beautiful Parking».

Poiché il ginocchio di Nico è leggermente danneggiato, il suo amico Alex ci spiega e ci mostra come funziona il cosiddetto «skid» (frenare bloccando la ruota posteriore con pura forza muscolare), e tutto questo in catalano. Ecco le prove nel video qui sotto. Nei prossimi giorni vedremo quanto ci è rimasto in testa. Ma prima il tutorial che include una dichiarazione d'amore a Galaxus. Come funziona la spedizione fino in Spagna?

Vermut e malinconia

Che altro c'è da dire? Ci è stato insegnato che il vermut è la scelta giusta per un aperitivo e che l'alcool agisce più velocemente senza cena. I nostri nuovi amici ci introducono alla vita notturna di Barcellona e organizzano un incontro per il giorno dopo prima di continuare il nostro viaggio. La mattina andiamo avanti senza sosta.

Un momento... non siamo arrivati con le bici?

Che cosa è successo alle nostre biciclette? Per poterle ritrovare il giorno dopo, Nico ci ha offerto di lasciarle nel suo negozio (forse anche in vetrina, decorandole con strane piume?).

Ci regala altri due cappellini da bici dal suo negozio e, facendoci l'occhiolino, taglia due raggi di ricambio su misura. Probabilmente non crede che le nostre due ruote siano della stessa qualità delle sue vetrine. Non importa. Dopo un addio un po' malinconico partiamo attraverso la giungla urbana di Barcellona verso sud.

To be continued...

Allegri, avanti direzione sud!

Cosa è successo finora:

<strong>Con la Single Speed fino in Marocco #2:</strong> sorpresa nell’ostello degli orrori
CiclismoReportage

Con la Single Speed fino in Marocco #2: sorpresa nell’ostello degli orrori

<strong>Con la Single Speed fino in Marocco #1:</strong> inizio con qualche ostacolo
CiclismoReportage

Con la Single Speed fino in Marocco #1: inizio con qualche ostacolo

Due studenti, un obiettivo: <strong>con la Single Speed fino in Marocco</strong>
CiclismoReportage

Due studenti, un obiettivo: con la Single Speed fino in Marocco

User
Wir fahren diesen Sommer von Zürich aus los, probieren uns mit Fixies im Skidden, brettern über Pässe und machen erst wieder halt, wenn wir am Strand von Marokko angekommen sind.

2 Commenti

3000 / 3000 caratteri

User Anonymous

Tolle Serie. Mehr davon :)

08.09.2018
User Jonathan Perraudin und Christoph Zuidema

Danke für's Kompliment. Wir sind noch ein paar Tage unterwegs - da sollte es schon noch für ein, zwei Geschichten reichen ;-)

09.09.2018
Rispondi