Dietro le quinte

Ciao abito formale: un ex-banchiere racconta del suo passaggio a Digitec Galaxus

Sharon Zucker
Zurigo, il 16.08.2022
Traduzione: Nerea Buttacavoli

Tim Tanner si è occupato dei clienti più facoltosi come banchiere prima di decidere di lavorare presso Digitec Galaxus. Cosa c'entrano i suoi tatuaggi con il cambio di lavoro e quanto al 32enne manchi il prestigio del lavoro di banchiere, lo scopri in quest’intervista.

Hai lavorato come banchiere per 13 anni con diverse mansioni, e più recentemente come consulente patrimoniale. I clienti più ricchi ti hanno affidato i loro milioni. Ora lavori da Digitec Galaxus. Un bel cambiamento! Come sei arrivato a questo?
Avevo tutto: un ufficio tutto mio, begli abiti, molti soldi e prestigio, ma mi mancava la creatività. La gerarchia e i processi fortemente prescritti in banca difficilmente consentono di pensare fuori dagli schemi; non c'è spazio per soluzioni creative. Ho capito che avrei potuto sfruttare meglio le mie capacità in un ambiente più innovativo. Da anni mi piace Digitec Galaxus. Ho trovato fantastici gli autotest genuini e leggermente provocatori e gli articoli scritti in modo non convenzionale. C'è così tanto cuore e anima e mi sono detto: se mai mi licenzierò, sarà per lavorare per un'azienda di questo tipo.


Sei Category Development Manager da Digitec Galaxus. Non si tratta di investire denaro, di cosa ti occupi esattamente?
Ottimizzo la collaborazione con i nostri partner di prodotto. La mia area di responsabilità è piuttosto ampia, principalmente mi occupo dell'automazione dei processi di ordinazione in modo che i prodotti ci arrivino più velocemente in magazzino o direttamente ai clienti.

Perché Digitec Galaxus ha scelto proprio te per questo lavoro? Molti compiti non sono in linea con il tuo curriculum.
La mia prima frase probabilmente li ha spiazzati (ride). Ho giocato sul fatto che un banchiere è poco fico e non è un buon candidato per Digitec Galaxus. Allo stesso tempo, ho spiegato perché volevo davvero sbarazzarmi dell'abito. Non si è più professionali in giacca e cravatta per trovare soluzioni creative. In questo modo, sono riuscito a trasmettere la natura «piratesca» che è così importante da Digitec Galaxus.

«Come promemoria, dopo essermi licenziato, mi sono tatuato sul collo una piccola ancora che mi ricorda sempre che non voglio tornare a lavorare in banca.»
Tim Tanner

Anche i tuoi numerosi tatuaggi hanno giocato un ruolo in questa decisione?
Eccome! Tuttavia, non in relazione al mio impiego, ma alle mie dimissioni. Non volevo più nascondere i miei tatuaggi dietro un abito. Non volevo più nascondere ME dietro un abito. Come promemoria, dopo essermi licenziato, mi sono tatuato sul collo una piccola ancora che mi ricorda sempre che non voglio tornare a lavorare in banca. Coprire questo tatuaggio sarebbe piuttosto difficile.


Come banchiere, devi aver guadagnato molto. Presumo che qui non guadagni altrettanto bene. Non ti da fastidio?
La retribuzione qui è giusta per me. La gerarchia orizzontale, la possibilità di prendere decisioni autonomamente, il telelavoro e lo spirito di squadra: per me questi vantaggi sono più importanti del saldo del conto alla fine del mese. Con il mio cambiamento di carriera, posso finalmente fare quello che ho sempre voluto fare: trovare soluzioni creative e lavorare in un team che spacca. La banca non poteva offrirmi questo.

Il banchiere è un lavoro prestigioso per molti. Come affronti il fatto che, almeno in certi ambienti, non puoi più segnare punti con questo?
Dopo aver lasciato la banca, ho viaggiato per un anno e mezzo attraverso il Nord America e l'America Latina. Lì ho capito quanto poco mi serva per la vita quotidiana. Il prestigio improvvisamente non era più importante per me. Con uno stipendio più alto, si adotta automaticamente uno stile di vita diverso. Tra le altre cose, ciò ha a che fare con l'ambiente in cui ci si muove. Si viene rapidamente contagiati dai colleghi. All'epoca, una parte della mia personalità era definita dall'abito. Rinunciare a tutto questo ha richiesto un certo impegno, ma il mio viaggio me lo ha dimostrato: sono molto di più di un abito, di una carta di credito di platino o di un orologio costoso. I soldi da soli non fanno la felicità e, se devo essere sincero, quello stile di vita non mi ha mai corrisposto.

Durante l’intervista ho percepito il tuo entusiasmo e la gioia che hai sviluppato per questa azienda e per il tuo lavoro. Ti si illuminano gli occhi! C'è qualcosa che non ti piace qui?
(Ride) Beh, in estate manca l'aria condizionata, ma queste sono lamentele di lusso.

Anche tu hai alle spalle un netto cambio di carriera? Qual è stata la tua esperienza?

A 289 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Cerco le migliori storie dell'universo di Digitec Galaxus, perché le persone e le storie mi affascinano. Nella mia seconda vita, mi diletto come presentatrice e attrice sul palcoscenico – che può anche essere un cimitero – e, come doppiatrice di spot pubblicitari, ho già doppiato una mucca e una zucca. 


Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader