Mi chiedo cosa stia pensando con la mascherina Razer in questo momento? Immagine: Razer
Mi chiedo cosa stia pensando con la mascherina Razer in questo momento? Immagine: Razer

Trasparente, con altoparlante e RGB: la rivoluzione delle mascherine?

Raphael Knecht
Zurigo, il 15.01.2021
Traduzione: Leandra Amato
Razer, il produttore noto per hardware e periferiche gaming, presenta un nuovo prototipo al CES 2021: la mascherina igienica più intelligente del mondo. È trasparente, ha un altoparlante e si illumina.

Il tuo PC gaming brilla in tutti i colori possibili grazie all'illuminazione RGB delle tue periferiche. Tappetino del mouse, monitor, supporto per headset: non perdi mai l'occasione di portare l'estasi colorata nella tua scatola da gioco e nell'area circostante. Razer ora fa un passo avanti. Gli americani presentano un nuovo prototipo al Consumer Electronics Show (CES) di quest'anno con il nome «Project Hazel». Si dice che sia la mascherina igienica più intelligente del mondo – con tanto di ventilazione, altoparlanti, RGB e una parte anteriore trasparente.

Questo è il prototipo di Razer: una mascherina. Immagine: XDA Developers
Questo è il prototipo di Razer: una mascherina. Immagine: XDA Developers

Le stranezze non sono mai troppe

Il CES è di solito il luogo in cui vengono svelati gadget, giocattoli e prototipi per mostrare come sarà il mondo dell'elettronica in un futuro prossimo, ma anche lontano. Ma dopo un anno come il 2020 e la pandemia di Coronavirus onnipresente, anche questo focus ha subìto un cambiamento. Si tratta di introdurre tecnologie e strumenti che ti permetteranno di uscire in futuro, nonostante la pandemia. Gli addetti al marketing di Razer si sono scervellati virtualmente ed è emerso questo impeto.

Gli esperti gamer californiani non vedono la loro nuova mascherina come una sorpresa o qualcosa di rivoluzionario, come ha rivelato il loro Sales Pitch. Dall'inizio della pandemia, hanno convertito almeno uno dei loro impianti di produzione alla produzione di mascherine igieniche monouso. Solo l'anno scorso ne hanno distribuito e regalato oltre un milione di esemplari.

Razer ha regalato oltre un milione di queste mascherine. Immagine: Reddit/zerprofniloc
Razer ha regalato oltre un milione di queste mascherine. Immagine: Reddit/zerprofniloc

16,8 milioni di colori per il tuo viso

Quello che a prima vista sembra il figlio illegittimo di un mouse e di un headset Razer è in realtà una mascherina riutilizzabile per proteggersi dal Coronavirus. Le principali attrazioni, secondo Razer, sono le due zone RGB personalizzabili, grazie alle quali è possibile illuminare il proprio viso con 16,8 milioni di colori diversi. Si trovano rispettivamente sull'altoparlante e sulla valvola. Trattandosi di un prototipo, non si conoscono ancora tutti i dettagli. Inoltre non sarebbe una sorpresa se si potessero sincronizzare gli anelli di colore con l'illuminazione RGB delle tue periferiche di gioco.

«Project Hazel» non copre la visuale sulla bocca. Immagine: Razer
«Project Hazel» non copre la visuale sulla bocca. Immagine: Razer

Anche se la mascherina ha suscitato molte risate all'inizio quando è stata rivelata, l'umorismo si è trasformato in pensieri e sempre più teste hanno annuito. Il prototipo pubblicizza un sistema di ventilazione attivo che fa entrare aria fresca all'interno della mascherina e fuoriuscire aria calda all’esterno – compresa l'uccisione di almeno il 95% di tutte le particelle, grazie al filtro Smart Pod BFE. La ventola alimentata a batteria si ricarica tramite la custodia di ricarica inclusa, nella quale si inserisce l'intera mascherina. Inoltre, la custodia funge anche da disinfettante grazie alla luce ultravioletta. Una banda in silicone protegge il naso e le guance, mentre un altoparlante per l'amplificazione della voce e la parte anteriore trasparente assicurano che la persona con cui stai parlando possa capirti senza problemi. Una luce interna illumina anche la bocca. Secondo Razer, la mascherina dovrebbe essere resistente all'acqua.

I dettagli RGB sui lati sono inconfondibili. Immagine: Razer
I dettagli RGB sui lati sono inconfondibili. Immagine: Razer

La vistosa mascherina del futuro

Dato che l'intera faccenda è e rimarrà solo un prototipo per ora, Razer può arrivarci in due modi senza rivelare ulteriori dettagli. Poiché non esiste ancora una versione demo che possa mostrare se e come la cosa funzioni nella pratica, il prototipo può essere solo una fonte di ispirazione irrealizzabile. Razer non ha indicato una data di rilascio, non ha fornito dettagli sui prezzi e non ha rilasciato informazioni sulla durata della batteria. Forse la mascherina deve essere ricaricata ogni volta dopo tre ore? Oppure il prezzo di vendita è esorbitante al lancio? Finora sono solo congetture.

Questo è l'aspetto della mascherina in dettaglio. L'anello in silicone ricorda un visore VR. Immagine: Razer
Questo è l'aspetto della mascherina in dettaglio. L'anello in silicone ricorda un visore VR. Immagine: Razer

Inoltre, il rumore emesso dal sistema di ventilazione e il calore emesso dalla batteria devono essere gestiti in modo che la maschera non rappresenti un rischio per la salute di chi la indossa a breve o a lungo termine. Il prototipo rimane prototipo, eppure l'idea non è così drammatica come la mascherina Narwall, che manda ogni controparte in shock. No, quella non è un'attrezzatura per lo snorkeling, è una mascherina. Senza sistema di ventilazione, RGB e parte anteriore trasparente.

La ventola sul lato con l'anello RGB incastonato in verde. Immagine: Razer
La ventola sul lato con l'anello RGB incastonato in verde. Immagine: Razer

Così lontano eppure così vicino

Anche se «Project Hazel» non vedrà mai la luce del giorno, è come sempre sul web: una volta condiviso, non può essere dimenticato. Non si sa se il sistema di ventilazione funzioni davvero, filtri i virus e garantisca un sufficiente apporto di aria fresca. Non importa se la comunicazione viene migliorata dall'altoparlante e dalla parte frontale trasparente. Tuttavia, non credo che il concetto e l'idea dietro la maschera di Razer scomparirà così rapidamente. Cosa ne pensi? È solo una trovata pubblicitaria che sfrutta la pandemia? O un'idea intelligente dei nerd RGB per affrontare la nuova vita quotidiana?

La custodia è una stazione di ricarica e un dispositivo di disinfezione. Immagine: Razer
La custodia è una stazione di ricarica e un dispositivo di disinfezione. Immagine: Razer
Immagine di copertina: Razer

A 784 persone piace questo articolo


Raphael Knecht
Raphael Knecht
Senior Editor, Zurigo
Se non mi sto cibando di "ciugnate" dolci a volontà vuol dire che sono in qualche palestra: l’unihockey è una mia grande passione, sia come giocatore che come allenatore. Nei giorni di pioggia puoi scovarmi ad avvitare e svitare i miei PC, robot o altri giocattoli elettronici. La musica mi accompagna costantemente. La vita sarebbe dura senza giri in bici sulle strade di montagna ed intense sessioni di sci di fondo.

Potrebbero interessarti anche questi articoli