Sleeper PC: freso una nuova cavità per l’alimentatore

Sleeper PC: freso una nuova cavità per l’alimentatore

Kevin Hofer
Zurigo, il 09.07.2019
Traduzione: Leandra Amato
Metto in palio uno sleeper PC. Ma prima devo costruirlo, e tu puoi guardare come faccio. Oggi sposterò la staffa dell’alimentatore.

Il mio progetto: costruire uno sleeper PC. Si tratta di un PC con l'hardware più recente, integrato in un vecchio case per mantenere lo stile retrò. Lo sleeper PC finito sarà messo in palio tra i lettori che rispondono correttamente a più domande sull'argomento. Maggiori informazioni in fondo all'articolo.

A che punto sono? Ho ottenuto l'hardware in parte dai produttori e digitec ha sponsorizzato il resto. Il case degli anni '90 è arrivato per posta dalla Germania; nel frattempo l'ho sventrato per fare spazio al nuovo hardware.

Scompare sotto polvere e componenti: il case dello sleeper PC
placeholder

placeholder

Prossimo passo: fare i fori nella parte posteriore dello sleeper PC. Per fare ciò utilizzo un Dremel. Speriamo che tutte le dita restino su di esso. Sinceramente, ho un po' paura. O piuttosto un sano rispetto?

A proposito: ho ripreso in video la mia piccola avventura con fresatrice e Dremel. Guarda se vuoi farti ipnotizzare dalle scintille.

Tante viti

I case degli anni '90 e dei primi anni 2000 hanno l'alimentazione elettrica sia nella parte centrale che in quella superiore. Nel mio case la staffa si trova al centro e devo spostarla in alto.

Un buon piano è già metà dell’opera: come immagino lo *sleeper PC** finito
placeholder

placeholder

Un'altra caratteristica comune degli alloggiamenti del 1990 è che molte parti sono rivettate. Quindi non posso allentare le viti. Devo forare i rivetti con un trapano per metallo da 4 mm, abbastanza grande da fresare la testa dei rivetti. In questo modo, rimuovo l'alimentatore e i supporti per i drive da 5,25". Devo anche rimuovere il coperchio dell’alloggiamento perché mi ostacola. Tolti i rivetti, rimane solo il supporto. Ora sono pronto per utilizzare il mio Dremel – o quasi.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Prima di iniziare a lavorare, indico dove e quanto devo segare. Faccio una sagoma del retro dell'alimentatore e disegno i contorni sul case. Posso riutilizzare il modello per i fori delle viti più tardi.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Una scintilla negli occhi

Via con il Dremel. Monto nervosamente un disco da taglio. Accendo lo strumento multifunzione e parto. Le scintille saltano, il disco divora l’alluminio. Una vista ipnotica. Purtroppo scivolo e lascio delle brutte tracce nel metallo. Questo è lo svantaggio del Dremel: lavorare il metallo con precisione è difficile. Quindi alla fine dovrò arrotare tutto. Fortunatamente, laccherò tutto alla fine per nascondere le ferite.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Dopo circa dieci minuti e due dischi da taglio bruciati, la nuova rientranza per l'alimentatore è pronta. Non è perfettamente dritta perché ho dovuto rifare le cose nel bel mezzo del lavoro. Per questo motivo smeriglio i miei tagli con un accessorio per il Dremel. Anche così, non è perfetto. Avrei dovuto lavorare con un seghetto o un altro strumento fin dall'inizio. Tuttavia, sono soddisfatto della mia prima volta con un Dremel.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Successivamente monto il supporto dell'alimentatore precedentemente rimosso all'altezza della nuova cavità. Con la sagoma dell’alimentatore faccio i fori per fissarlo sul retro. Pochi passi dopo l'alimentatore è al suo nuovo posto. Devo ancora fare una copertura per l’alimentatore. Non voglio che i cavi PSU siano visibili.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Lavorare con il vetro acrilico

Una copertura in alluminio sarebbe bella, ma mi mancano l'esperienza e gli strumenti. Ecco perché taglio il pannello di vetro acrilico su misura – o più precisamente: lo spezzo. Infatti tagliare il vetro acrilico è quasi impossibile. Per spezzarlo, tengo la piastra tra due pezzi di legno, la intaglio più volte con un coltello giapponese e la spezzo con una pressione uniforme – o almeno ci provo.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Purtroppo non riesco a rompere la piastra dritta al primo tentativo. Quindi ne prendo un’altra. Anche dopo diversi tentativi la rottura non è perfetta – lavorare con l'acrilico è più difficile di quanto pensassi. Finalmente, prendo la parte che più mi piace. Carteggio i bordi con carta vetrata a grana molto fine.

Voglio piegare la lastra di vetro acrilico in modo che serpeggi sotto il supporto dell'alimentatore. Così sembra più armoniosa rispetto a una copertura dritta davanti all'alimentatore. Lo faccio con un essiccatore ad aria calda perché l'acrilico può essere deformato facilmente ad una certa temperatura. Non funziona immediatamente. Ho rovinato la prima piastra perché ho calcolato la distanza tra la parte superiore del case e il supporto dell'alimentatore in modo errato e il coperchio non si adattava. Quando provo a rompere il materiale in eccesso, rovino completamente il pannello. Il secondo tentativo, tuttavia, funziona.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Coloro il retro di nero.

Battesimo

Manca ancora qualcosa. Non voglio lasciare la copertura completamente nera; da qualche tempo ho in mente un tratto di scrittura. Così posso dare un nome allo sleeper PC. In questo modo sembra più personale e non devo parlare sempre dello «Sleeper PC». Dopo un'attenta considerazione scelgo «Sleepy». Puoi insultarmi più tardi nella colonna dei commenti per il nome poco fantasioso. A me piace.

Qualche giorno fa il nostro grafico Sven Mathis ha visto il Dremel in giro e mi ha chiesto se dovesse incidere qualcosa per me. Gli racconto del mio progetto. È entusiasta e vuole sapere che font voglio.

Non ci ho ancora pensato. Sven ha ragione: il tratto della scrittura deve adattarsi a Sleepy. Gli mostro il logo AMD Athlon sul pannello frontale. Una cosa del genere sarebbe grandiosa.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Sven trova un font esistente e lo modifica leggermente, basandosi sul logo AMD Athlon impresso sul pannello frontale dell'alloggiamento. Per un look più pulito rende l'incisione speculare sul retro della copertura. In questo modo il lato anteriore rimane liscio.

Dopo circa venti minuti Sven è pronto. Attacco la copertura alla staffa e il pannello dell’alimentatore di Sleepy è pronto.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Sembra buono. Per il momento devo rimuovere l'alimentatore e la copertura. Non voglio rovinare la fantastica copertura lavorandoci sopra.

Puoi vincere in questo modo: nelle prossime settimane leggerai del progetto sleeper PC ogni martedì e giovedì. Alla fine degli articoli ti farò una domanda con tre possibili risposte. Puoi trovare la risposta corretta nell'articolo stesso. Ottieni un punto per ogni risposta corretta. Rispondi al maggior numero possibile di domande correttamente e arriverai al sorteggio finale, dove si deciderà il vincitore o la vincitrice del PC.

In quante scene può essere visto il Dremel nel video?

Il concorso è terminato.

Il progetto Sleeper PC: *la vera bellezza** è negli occhi di chi guarda
placeholder

placeholder

Scompare sotto polvere e componenti: il case dello sleeper PC
placeholder

placeholder

Un buon piano è già metà dell’opera: come immagino lo *sleeper PC** finito
placeholder

placeholder

A 60 persone piace questo articolo


Kevin Hofer
Kevin Hofer
Editor, Zurigo
Tecnologia e società mi affascinano. Combinarle entrambe e osservarle da punti di vista differenti sono la mia passione.

Potrebbero interessarti anche questi articoli