Setup per la coltivazione di cannabis indoor – Tinus Grow Report, parte 1

Setup per la coltivazione di cannabis indoor – Tinus Grow Report, parte 1

Martin Jud
Zurigo, il 29.10.2020
Traduzione: Nerea Buttacavoli
Ottima idea: prodotti a base di canapa legale. Pessima idea per il portafoglio: comprarli. Perciò li produco da solo. Tu puoi accompagnarmi nel percorso. In questo episodio: il mio setup per la coltivazione.

Benvenuto nella mia Grow Room. Nascosto da occhi indiscreti c'è tutto il mio orgoglio e la mia gioia di giardiniere amatoriale: una tenda alta 220 centimetri con una superficie di 90 per 90 centimetri.

Qui le piante possono essere coltivate in qualsiasi periodo dell’anno: da piante tollerate dalla società e dalla legge, come una brugmansia altamente tossica, fino a quelle che sono state tollerate solo recentemente, come la cannabis con bassi livelli di THC. Ma anche piante meno eccitanti come i pomodori o le orchidee vi prospererebbero.

La mia tenda del marchio Dark Room.
La mia tenda del marchio Dark Room.

Dato che i fiori di cannabis, legali e illegali, o costano molto rispetto allo sforzo di coltivarli o provengono da una fonte di cui non voglio fidarmi, ho una tenda tutta mia. In nessun caso comprerò fiori o oli – nemmeno nel nostro negozio. Grazie alla mia modesta Grow Room, farò in modo che le mie piante crescano bene e che io possa smettere di usare qualsiasi fertilizzante abbastanza presto. Il mio prodotto finale non deve contenere residui nocivi per la salute. Allo stesso modo, mi assicuro che i miei fiori stiano alla larga dalla lacca per capelli o da altre cose che aumentano il loro peso.

Presenterò il contenuto della mia tenda in questo articolo. Se tutto va bene, recupererò le mie spese d’acquisto con solo cinque piante di cannabis. Peserò i fiori secchi, se ce ne sono, e poi calcolerò il valore di mercato della mia erba. Base per il calcolo sono i prezzi nel nostro negozio.

Prima di iniziare: anche se il mio report riguarda piante CBD che sono legali in Svizzera e producono fiori con meno dell'1% di THC, vorrei dichiarare già ora che non venderò nulla. 😉

Una prefazione: legale, illegale, sticazzi?

Con la mia coltivazione voglio trasmettere gioia e mostrare che la canapa può essere coltivata con la stessa facilità dei pomodori o della menta piperita con qualche conoscenza di base. E anche che il prezzo elevato dei prodotti CBD è difficilmente giustificabile secondo me.

Quando l'alcool è stato vietato negli USA, cioè durante il periodo di proibizione dal 1920 al 1933, c'erano innumerevoli distillerie illegali segrete. Così come oggi ci sono diverse tende di cannabis, come la mia, tenute nascoste. A quel tempo si offrivano distillati non sempre prodotti in modo pulito e che quindi costavano la vita a molti consumatori. Ma anche lontano dai distillati impuri, la nostra droga legale preferita, l'alcol veleno per i nervi, può rubare non solo diversi neuroni, ma anche anni di vita. Dove prima c'era un fegato, ora c'è un mini-bar.

Nel caso della cannabis pura, l'effetto sull'organismo, se somministrata correttamente, cioè per riscaldamento (usando un vaporizzatore) o per ingestione orale di CBD/THC disciolto nel grasso, non è stato ancora dimostrato essere nocivo – a differenza di quanto lo è invece fumare erba. Né crea una dipendenza fisica – si corre però il rischio di una dipendenza psicologica. Gli effetti dettagliati sulla psiche devono essere valutati dagli esperti. Da notare che almeno CBD e THC, in confronto all’alcol, non rendono aggressivi. Tuttavia, si dice che possano ostacolare lo sviluppo di un cervello giovane e che possano anche causare danni in persone con psiche instabile. Lo stesso potenziale, comunque, ce l’ha anche l’alcol. Per questo motivo non riesco a capire in base a quale criterio certe sostanze vengano proibite o meno nel nostro paese.

Ma per ora basta con le prefazioni. Forse approfondirò qualche punto nelle prossime settimane. Ma poiché non coltivo piante proibite e non voglio né glorificare, né demonizzare nulla, l'erba contenente THC gioca un ruolo subordinato d'ora in poi. È un peccato, perché se fossero stati legali, avrei sicuramento scelto i semi con un contenuto di THC più elevato. Ma anche così sarà un esperimento degno di nota. Già vedo le cime resinose davanti a me e immagino il profumo dolce e ammaliante dell'erba fresca.

Il mio setup: dark room, filtro a carbone attivo e tanta altra roba

Chi vuole dedicarsi alla coltivazione di cannabis indoor, ha bisogno di qualche conoscenza preliminare. La base può essere un armadio convertito o, come nel mio caso, una tenda. La mia tenda Dark Room alta ben 220 centimetri, è abbastanza grande per coltivare sia le varietà Indica tendenzialmente basse e cespugliose, sia la maggior parte delle varietà di cannabis Sativa a crescita più alta.

Il filtro a carbone attivo e il ventilatore diagonale impediscono che la tenda emani odori inebrianti.
Il filtro a carbone attivo e il ventilatore diagonale impediscono che la tenda emani odori inebrianti.

Per evitare che nelle prossime settimane trovi i miei vicini alla porta di casa mia perché si sentono olfattivamente importunati, ho installato un filtro a carbone attivo. È appeso in alto a sinistra della tenda ed è collegato ad un ventilatore diagonale con un tubo di ventilazione di 120 mm. Da lì il tubo è collegato ad un tubo di raffreddamento, un tubo trasparente con attacco per lampada, riflettori e collegamenti per il tubo di ventilazione.

La mamma diceva sempre di non guardare il sole.
La mamma diceva sempre di non guardare il sole.

L'uso del tubo di raffreddamento ha il vantaggio che la lampada a vapore di sodio molto calda, che simula il sole, può essere posizionata più vicina alle piante. Senza il tubo di raffreddamento, il calore generato brucia tutto il verde da una distanza di circa 25 centimetri. Con l’elemento di raffreddamento, la distanza non gioca più un ruolo importante – ma anche così, non mi avvicinerei troppo al tubo di vetro. Da questo, esce un'ultima manichetta dalla tenda. Questa non solo garantisce un odore neutro nell'appartamento, ma anche una costante fornitura d'aria nella tenda. Il cavo di alimentazione che si vede nella foto sopra, è collegato ad uno stabilizzatore al di fuori della tenda, a suo volta collegato ad un timer.

Una panoramica del mio setup e quanto ho pagato:

  • Tenda (Dark Room) 90 x 90 x 220 cm, 195 franchi
  • Filtro a carbone attivo, 32 franchi
  • Ventilatore diagonale 125 mm, 45 franchi
  • Tubo di raffreddamento 125 mm (attacco per lampada per il raffreddamento attivo e riflettore), 49 franchi
  • Tubo flessibile di ventilazione Combiblack 127 mm, 5 m, 22 franchi
  • 2 x Easy Rolls per la sospensione delle lampade, 8 franchi
  • Stabilizzatore Lumatek 400 Watt, 169 franchi
  • Lampadina Philips HPI-T Plus 400 Watt, 25 franchi
  • Lampadina PHILIPS SON-T PIA Green Power NDL 400 Watt, 35 franchi
  • Timer Omni Rex T analogico 16A, 18 franchi
  • Tre ventilatori piccoli, 34 franchi
  • 5 x vaso per piante in plastica 25 x 25 x 26 cm, 13 l, 12 franchi
  • Concime per fiori Canna Terra Flores 1 l, 15 franchi
  • Preparato a base di enzimi Canna Cannazym 1 l, 17 franchi
  • Culturelux PH-Pen e liquido di calibrazione, 49 franchi
  • Microscopio tascabile con LED, 24 franchi
  • 6 x ripiano per l’essicazione 69 x 69 cm, 54 franchi

Le spese per la coltivazione – escluse le spese per l'elettricità, la terra, l'acqua e le sementi – ammontano finora a 803 franchi. Questo significa che devo produrre circa 134 grammi di fiori secchi per l’ammortamento delle spese.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Ho già scelto la varietà di cannabis per la coltivazione e l'ho piantata ieri. Ma rivelerò solo nella prossima puntata quali sono le piantine che prosperano in foto. Spiegherò anche quale terreno uso e come la temperatura di colore e l'esposizione hanno un'influenza sulla crescita, sia nella fase di vegetazione che in quella di fioritura.

Guardando l'orologio, noto che sono esattamente le 16:20. Significa che è arrivata l’ora...

A 251 persone piace questo articolo


Martin Jud
Martin Jud
Editor, Zurigo
La mia musa ispiratrice si trova ovunque. Quando non la trovo, mi lascio ispirare dai miei sogni. La vita può essere vissuta anche sognando a occhi aperti.

Potrebbero interessarti anche questi articoli