Quando arriva finalmente la festa ufficiale del papà?!
Questo articolo è stato tradotto automaticamente.
OpinioneFamiglia

Quando arriva finalmente la festa ufficiale del papà?!

Martin Rupf
Zurigo, il 01.06.2022

Mentre la festa della mamma è stata istituita da tempo in questo Paese, la festa del papà continua a vivere nell'ombra. Dieci motivi per cui è giunto il momento di apprezzare maggiormente i padri.

"Cara, per la festa del papà vorrei il bel libro che il mio collega di redazione Oliver ha presentato di recente", ho detto l'altro giorno a mia moglie. Ha detto: "La festa del papà, esiste davvero?". Credo che non siano in pochi a pensarla come mia moglie.

Ciò che esiste da 100 anni nei vicini Paesi di lingua tedesca, negli Stati Uniti e in molte altre nazioni, non esiste ancora in Svizzera: una festa del papà ufficiale. Mentre la festa della mamma si celebra sempre la seconda domenica di maggio, in Svizzera esiste solo una festa del papà non ufficiale. Questa iniziativa è stata introdotta nel 2007 e si svolge sempre la prima domenica di giugno, quest'anno il 5 giugno. Ma la reazione di mia moglie lo dimostra: è ora che noi padri ci battiamo per ottenere maggiore riconoscimento e gratitudine e per l'introduzione di una festa del papà ufficiale. Non è necessario che si arrivi a tanto come nel nostro vicino paese del nord. Il giorno dell'Ascensione, orde di uomini - e non solo di padri - girano con i loro carri pieni di birra per celebrare se stessi e la loro virilità.

I padri di solito sono bravissimi, ma in molti casi sono ancora le madri a lanciare il carrello in casa.

Prima di schierarmi a favore dei padri e quindi della Festa del Papà, vorrei parlare delle madri e della relativa Festa della Mamma. C'è chi bolla questa giornata come una pura invenzione di marketing, il cui unico scopo è quello di vendere il maggior numero possibile di fiori, voucher per ristoranti o composizioni benessere. Non sono assolutamente d'accordo. Naturalmente sarebbe auspicabile e utile che i figli mostrassero gratitudine e riconoscenza alle loro madri o i mariti alle loro mogli 365 giorni all'anno. Sarebbe: perché, come la vita nella ruota del criceto, questi gesti, purtroppo, troppo spesso si rivelano vani. Allora perché non ringraziare consapevolmente un giorno e viziare la propria madre? Perché una cosa è chiara: anche nel nostro mondo familiare così avanzato ed emancipato, nella maggior parte dei casi sono probabilmente ancora le madri a far girare "il carro". Chi organizza le visite mediche? Che fornisce vestiti nuovi, comprati o barattati con altre madri (non con i padri!). Chi tiene traccia delle attività scolastiche e degli hobby? Chi si accorge subito (e non due giorni dopo) quando qualcosa dà fastidio al proprio figlio? Che di solito garantisce una cultura dell'accoglienza, cioè che tutti i bambini siano sempre ammessi al gioco. Esatto: di norma, sono le madri.

Poiché io, o meglio io e mia moglie, ne siamo consapevoli, cerchiamo di contrastarlo un po' alla volta. Sì, si può dire che siamo in una fase di scoperta, per così dire. Negli ultimi anni abbiamo optato per un modello più convenzionale, in cui io lavoravo all'80-90% e mia moglie al 40%. Così, automaticamente, si è insinuato il dubbio che mia moglie "si occupasse delle cose" a casa. Ma ora che io lavoro meno e mia moglie lavora di più, significa che la famiglia e i lavori domestici devono essere riadattati. Riconosco di avere ancora un ampio margine di miglioramento. Eppure credo che molti uomini facciano del loro meglio per dividere equamente le faccende familiari tra loro due.

Dieci motivi per cui i padri meritano riconoscimento, gratitudine e apprezzamento, anche se c'è ancora molto margine di miglioramento.

Eppure sono anche i padri a dare il loro prezioso contributo alla vita familiare, ed è per questo che una Festa dei Padri analoga alla Festa della Mamma è così ovvia. Non penso soprattutto ai regali o agli inviti. Non è nemmeno necessario che la colazione mi venga servita a letto (non è necessario, ma può benissimo essere così). La mia unica preoccupazione è che anche il nostro contributo - che in molte famiglie può, anzi deve essere aumentato - venga stimato.

1 Molti padri lavorano meno per avere più tempo da dedicare ai figli.

Da qualche anno non lavoro volutamente al 100% per avere più tempo per i miei figli (ok, un po' anche per me). Ciò significa meno soldi, ma più qualità di vita. E soprattutto, più tempo "normale" in famiglia, in cui si costruisce molto di più in termini di relazioni rispetto ai fine settimana o alle vacanze sovraccariche.

2 Molti padri si assumono anche responsabilità e compiti in famiglia.

"Lo spero anch'io", vi sento dire. E per me, naturalmente, anche questa è una questione ovvia. Eppure a volte invidio un po' i miei antenati, che potevano sedersi a tavola dopo aver finito il loro lavoro, per poi lasciarlo direttamente per il divano dopo il pasto. Io stessa non sono molto brava in nessuna faccenda domestica. A parte stirare le camicie, non sono riuscita a fare amicizia con nessuno.

Natürlich legen wir Väter auch im Haushalt Hand an.
Natürlich legen wir Väter auch im Haushalt Hand an.

**I padri sono, né più né meno delle madri, divertenti e spiritosi.

Purtroppo questo è vero solo in misura molto limitata. I miei figli hanno ora sette e nove anni. Quindi sono abbastanza grandi da riconoscere i miei modi di dire per quello che purtroppo non di rado sono: Piatto e poco divertente. Quando i miei figli aspettano visite, spesso dicono. "Papà, ho una richiesta. Solo, se possibile, non essere imbarazzante". Anche lo sfogo dei gas corporei di solito suscita in loro solo un sorriso stanco. È ora di inventare qualcosa di nuovo.

4. i padri sono a volte dei passabili amanti del fai-da-te.

Sono un po' orgogliosa del letto a soppalco di mia figlia con libreria integrata. E penso anche che il letto a baldacchino di mio figlio sia qualcosa da vedere. E che gioia ho già dato ai miei figli con tutti i tipi di dispositivi oscillanti.

Ein bisschen stolz bin ich schon auf das Hochbett, das ich meiner Tochter vor etwa einem Jahr gebaut habe.
Ein bisschen stolz bin ich schon auf das Hochbett, das ich meiner Tochter vor etwa einem Jahr gebaut habe.

5 Molti padri sono anche buoni insegnanti - ho pensato.

Pensavo di essere brava a insegnare le cose ai miei figli. Finché non è arrivata la chiusura e con essa l'homeschooling. La mia pazienza non era così grande e sicuramente ho molto spazio per crescere in termini di empatia. In ogni caso, mi sono resa conto di quanto sia faticoso il lavoro degli insegnanti (anche se insegnare ai propri figli non è probabilmente una passeggiata, nemmeno per gli educatori).

Ich würde mich zwar nicht als didaktischen Voll Horst bezeichnen, beim Homeschooling bin ich aber an meine pädagogischen Grenzen gestossen.
Ich würde mich zwar nicht als didaktischen Voll Horst bezeichnen, beim Homeschooling bin ich aber an meine pädagogischen Grenzen gestossen.

6 Molti padri amano trascorrere il tempo libero con i figli e non vanno in ufficio.

Sono finiti i tempi in cui i padri andavano a giocare a bowling all'"Ochsen" dopo il lavoro. I padri di oggi mettono a letto i bambini dopo aver lavato i piatti e tolto il bucato dal tamburo e, naturalmente, raccontano loro le storie della buonanotte, non quelle dei libri, ma quelle inventate da loro stessi.

7. la maggior parte dei padri è forte e coraggiosa

Naturalmente mostro i miei sentimenti anche di fronte ai miei figli e a loro è concesso di vedere che sono anche debole, triste e vulnerabile. Ma di norma cerco di essere all'altezza dell'immagine stereotipata del padre come roccia. Cosa c'è di meglio che i miei figli trovino in me una spalla forte su cui appoggiarsi (dopo aver trovato le parole di conforto con la loro madre)?

Wir Väter sind mutig und stark – und eignen uns auch als Turngerät.
Wir Väter sind mutig und stark – und eignen uns auch als Turngerät.

8. la maggior parte dei padri è un buon modello di comportamento

Sì, a questo punto ho rivelato che a volte non indosso il casco durante le gite in bicicletta dei bambini. Eppure, a conti fatti, sostengo di essere un buon modello per i miei figli. In particolare, insegnando loro a credere in se stessi, a rimanere se stessi, a fare del bene agli altri, a saper ridere di se stessi, a difendere le proprie opinioni e molto altro ancora.

9 Molti padri sono già impazienti di diventare nonni un giorno.

Certo, pensare che un giorno potrò tenere in braccio i miei nipoti e fare tante cose (spero folli) con loro è un po' prematuro. Eppure l'idea di essere un giorno un nonno affettuoso per i figli dei miei figli - qualora ce ne fossero - è proprio una cosa bella.

10 Tutti i padri (si spera!) amano i loro figli e farebbero qualsiasi cosa per loro.

L'ultima ragione è tanto ovvia quanto sintetica. Poiché amiamo i nostri figli, facciamo di tutto per loro. Soprattutto, siamo sempre presenti per loro, indipendentemente da ciò che hanno appena fatto. Spero che queste non siano solo parole vuote. E per il resto, vi prego di ricordarmi quando mio figlio, tra qualche anno, mi confesserà di essersi schiantato ieri sera con la nostra nuova auto di famiglia durante un giro di piacere.

Quindi non so: se queste non sono ragioni sufficienti e soprattutto valide per l'introduzione ufficiale di una festa del papà in Svizzera, quali sono? Non vedo l'ora che arrivi domenica prossima e prenderò la precauzione di procurarmi il libro da solo, nel caso in cui mia moglie si sia dimenticata che la festa del papà si avvicina di nuovo o semplicemente pensi che il mio impegno a casa non giustifichi (ancora) un regalo.

A 42 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Papà di due figli, terzogenito in famiglia, cercatore di funghi e pescatore, mezzo danese di nascita, appassionato spettatore di scene pubbliche e campione di gaffe.


Famiglia
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader