Perché il fumo ti segue intorno al falò?
RetroscenaOutdoor

Perché il fumo ti segue intorno al falò?

Carolin Teufelberger
Zurigo, il 31.05.2022
Traduzione: Nerea Buttacavoli

Anche tu hai l’impressione di sederti sempre nella direzione in cui va il fumo del falò? Non si tratta né di sfortuna né di immaginazione, ma di fisica.

Il fuoco è fantastico. Lo scricchiolio, il colore, l'odore, le fiamme ardenti. Potrei guardarlo bruciare per ore. Potrei – se non dovessi continuamente strizzare gli occhi per tutto il fumo che ho in faccia. Deve essere il vento, penso e mi siedo da un'altra parte. Un minuto dopo, però, mi tocca la stessa sorte.

Ma perché?

Nessuno mi ha fatto il malocchio e questo fenomeno non può nemmeno essere per via della Legge di Murphy – tutto ciò che può andare storto andrà storto. Piuttosto, sono le leggi della fisica ad essere alla base di tutto, come ho scoperto di recente guardando questo video su YouTube del canale «SciShow».

L'aria calda sale, l'aria fredda scende. Questo me lo ricordo dalle lezioni di fisica. Poiché l'aria calda è meno densa dell'aria fredda, la sua forza di sollevamento è più forte della gravità. In altre parole: l'aria intorno al fuoco si riscalda e sale, poi si raffredda di nuovo, si comprime e scende. Il fuoco la riscalda di nuovo finché non si alza e si raffredda di nuovo. Questa circolazione è chiamata convezione.

Convezione naturale.
Convezione naturale.

La convezione fa sì che il fumo di un falò salga direttamente verso il cielo in una giornata senza vento. Ed è qui che entri in gioco tu. Se ti siedi accanto al fuoco, disturbi la circolazione dell'aria. Blocchi l'aria fredda al suolo che non si riscalda più alla stessa velocità, il che significa che impiega più tempo a salire e quindi rallenta la convezione. Dall'altra parte del fuoco, invece, l'aria circola senza ostacoli ed è quindi più forte. Più persone siedono attorno al falò, maggiore è l'effetto.

Convezione disturbata.
Convezione disturbata.

O come me lo spiega il mio ex insegnante di fisica del liceo, Karl Haab, al quale l'ho chiesto di nuovo per essere sicura: «La persona blocca l'aria fredda che entrerebbe nel fuoco dal basso, perché l'aria calda del fuoco sale verso l'alto. Ma dal lato opposto arriva l'aria fredda perché non c'è nessuno a bloccarla. Quest'aria fredda spinge quindi il fumo verso la persona».

La soluzione per evitare occhi che lacrimano quando si sta seduti intorno al falò? Se ci sono più persone, tutte devono distribuirsi uniformemente intorno al fuoco, in modo che la convezione sia disturbata in egual misura da tutti i lati e torni a essere regolare. Se sei l’unica persona davanti al falò, è più difficile, ma almeno l'effetto è minore.

Perché la lancetta dell'orologio della stazione si ferma per un breve momento? Perché al cinema ci sono i popcorn? E perché il contenitore di vetro delle bevande non può essere buttato col vetro da riciclare? La vita quotidiana talvolta è un mistero, e io cerco di risolverlo a intervalli irregolari. Se anche tu hai una domanda scottante ma non il tempo di fare ricerche, inviamela via e-mail. Mi piace fare il lavoro sporco.

A 144 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Ampliare i miei orizzonti: si riassume così la mia vita. Sono curiosa di conoscere e imparare cose nuove. Le nuove esperienze si nascondono ovunque: nei viaggi, nei libri, in cucina, nei film o nel fai da te.


Outdoor
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader