Presentazione di prodotti

Nuova collezione Castelli «Unlimited» per gravel bike: funziona anche per la MTB

Castelli lancia dell’abbigliamento da gravel bike. Ecco le mie prime impressioni sulla collezione «Unlimited». Spoiler: funziona anche per la mountain bike.

Strada, sentiero o ghiaia – bici da corsa, mountain bike o gravel bike. Poi ci sarebbe anche il ciclocross, la BMX e la dirt bike. Solo per citare alcune delle varie discipline. In termini di diversità, l'abbigliamento da ciclismo tiene facilmente il passo con ognuna di esse. Ci sono collezioni specifiche per tutti i campi di applicazione. Ciò vale anche per il marchio tradizionale italiano Castelli.

La sartoria Castelli, fondata a Milano nel 1876 da Vittore Gianni, ha vestito il Milan, la Juventus e il Balletto di Milano. Il primo capo di abbigliamento da ciclismo è stato realizzato nel 1910 per Alfredo Binda, campione del mondo e vincitore di cinque giri d’Italia. Oggi l’azienda, con il caratteristico scorpione nel logo, veste diverse squadre da campionato del mondo (UCI), come Quick-Step Alpha Vinyl, nonché le squadre nazionali italiane di ciclismo.

Gravel, MTB o bici da corsa?

Castelli posiziona la sua attuale collezione «Unlimited» nel settore della gravel bike. Ma ovviamente questi capi si possono indossare anche su strada su una bici da corsa o, come ho fatto io, sui sentieri del bosco in sella a una mountain bike.

Vestito da gravel su una MTB? Perché no?
Vestito da gravel su una MTB? Perché no?

Da circa un anno e mezzo vado regolarmente in gravel bike e mountain bike su strada, ghiaia e sterrato. Ma indipendentemente dal genere di terreno che percorro e dal tipo di bicicletta che uso, sia i guanti che gli occhiali fanno sempre parte del mio equipaggiamento standard. Se ti è mai capitato di beccarti un moscerino nell'occhio durante una discesa veloce, o del fango spruzzato dal ciclista davanti a te, sai perché. E se ti è mai capitato di volare dalla bicicletta, sai perché dovresti indossare anche un paio di guanti.

Gli «Unlimited LF Glove» di Castelli sono buoni, solidi e resistenti, grazie al rinforzo sui polpastrelli. Inoltre, ti consentono di usare lo schermo dello smartphone, sono facili da mettere e togliere grazie alle fasce laterali elasticizzate. Sono più che soddisfatto!

Prima del tour: mettere i guanti...
Prima del tour: mettere i guanti...
... dopo il tour puoi farne anche a meno. Ovviamente, anche la birra può farne a meno. Dell’alcol.
... dopo il tour puoi farne anche a meno. Ovviamente, anche la birra può farne a meno. Dell’alcol.

Castelli Free Unlimited Bibshort

Oltre a occhiali e guanti, ovviamente indosso anche un paio di pantaloncini durante le mie escursioni in bicicletta. Di regola, non monto mai in sella senza dei pantaloncini con fondello integrato. E il mio fondoschiena ne è felice. Ciò che mi colpisce di più dei leggerissimi «Free Unlimited Bibshort», che pesano meno di 230 grammi, non sono le tasche di compressione su ciascuna gamba o le due tasche posteriori in rete. Queste, ormai, sono caratteristiche standard di qualsiasi salopette da ciclismo di tutto rispetto. Anche gli orli antiscivolo, le bretelle traspiranti minimaliste e il rinforzo superiore per un sostegno muscolare, non sono nulla di nuovo.

Ciò che rende i Bibshort più unici che rari è il fondello incredibilmente morbido e confortevole. Il mio fondoschiena non è mai stato meglio. Castelli chiama questo fondello senza cuciture «Progetto X2 Air» e lo definisce «morbido sulla pelle ma ben imbottito per garantirti confort sulle lunghe distanze». Parole sante. Per me è semplicemente una figata di sensazione nei pantaloni.

Non importa tanto chi porta i pantaloni...
Non importa tanto chi porta i pantaloni...
... quanto cosa c'è nei pantaloni.
... quanto cosa c'è nei pantaloni.

Castelli Unlimited Trail Baggy Short

Per quanto io sia un fanatico dei pantaloncini, non ho ancora capito perché sia necessario portarne un altro paio sopra quelli da ciclismo. Boh. Sarà per le tasche extra degli «Unlimited Trail Baggy Short»? O forse per la ventilazione con cerniera a doppio cursore su tutta la lunghezza delle gambe, che apro sempre del tutto visto il caldo attuale? E se così fosse, perché non lasciare perdere del tutto quei 275 grammi in più? Così non avresti neanche bisogno di aprire quelle cerniere di ventilazione. Boh, proprio non capisco. Non può che essere una questione di stile. Sembra che in gravel e mountain bike tu debba sempre indossare un paio di baggy.

Insomma, sembra che anche l'occhio voglia la sua parte. Il fatto è che questi pantaloncini sono davvero stilosi e fanno una bella figura anche se non vai in bicicletta, secondo me. Io li ho indossati spesso quest’estate anche solo per andare in giro. La piccola cintura regolabile, si adatta facilmente alle varie fluttuazioni di peso legate alle vacanze estive.

Ventilazione di cui non avresti neanche bisogno senza senza i baggy.
Ventilazione di cui non avresti neanche bisogno senza senza i baggy.
Dettagli ben curati: i pantaloncini sono dotati di cintura regolabile.
Dettagli ben curati: i pantaloncini sono dotati di cintura regolabile.
Castelli Pantaloncini corti Unlimited Trail Baggy
Pantaloni ciclismo
–29%
117.–anziché 165.–

Castelli Pantaloncini corti Unlimited Trail Baggy

Castelli Unlimited Puffy Vest

Sembra il nome di un rapper statunitense: Puffy Vest. Ok, la V dovrebbe essere sostituita da una W. Poi sarebbe perfetto. Il gilet «Unlimited Puffy Vest» non rappa, ma tiene caldo. E secondo Castelli, dovrebbe farlo fino a -19 °C. Io l'ho indossato a Montafon all'inizio di giugno, prima dell'attuale canicola estiva. Il termometro non segnava diversi gradi sotto lo zero, ma faceva comunque freddo, quindi il gilet è stato più che utile. Pesa solo 186 grammi, tiene caldo grazie allo strato isolante Polartec Alpha e ha dimensioni ridotte.

Il rivestimento esterno è realizzato in microfibra antivento con trattamento idrorepellente DWR, che sta per «durable water repellent» (idrorepellente durevole). Praticamente, è stato applicato un polimero all'esterno del gilet. Questo trattamento abbassa la tensione del materiale in superficie in modo che l'acqua possa semplicemente scivolare via.

DWR all’esterno...
DWR all’esterno...
...Polartec Alpha all’interno.
...Polartec Alpha all’interno.

Castelli Perfetto RoS Long Sleeve

Ecco un prodotto che si distingue dalla massa. Senza modestia alcuna, Castelli chiama la sua giacca più venduta «Perfetto». Non fa parte della collezione Unlimited, ma non importa, perché la giacca è praticamente perfetta. È estremamente high-tech ed elencare tutte le sue caratteristiche richiederebbe troppo tempo. In breve: Castelli utilizza un materiale Gore-Tex esclusivo, che è idrorepellente all'esterno e wind stopper all'interno. Il materiale cucito sul retro offre elasticità e traspirabilità, mentre le cuciture sigillate nella zona delle spalle proteggono dall'umidità. Inoltre, vi sono una cerniera YKK Vislon coperta, due cerniere di ventilazione, due tasche posteriori e un taschino stretto per la pompa portatile.

La «Perfetto RoS Long Sleeve» di Castelli è disponibile in vari colori. Io la preferisco nel colore Gray/Blue-Pro Red. E non sembra che sia l’unico, visto che attualmente il prodotto in questo colore è esaurito. Clicca sul prodotto per vedere gli altri colori attualmente disponibili.

Se mai dovessi sentire freddo...
Se mai dovessi sentire freddo...
...la cerniera non ti darà certamente problemi.
...la cerniera non ti darà certamente problemi.

A 19 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

What matters isn’t how well you play when you’re playing well. What matters is how well you play when you’re playing badly.


Sport
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Bicicletta
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader