Lo yoga restringe il tuo cervello. Eh?
Novità e trendSport

Lo yoga restringe il tuo cervello. Eh?

Vanessa Kim
Zurigo, il 18.09.2019
Lo yoga rafforza corpo e mente, lo sanno tutti. Ma ora un gruppo di ricercatori ha scoperto che questo sport tanto in voga restringe alcune parti del cervello – ed è un bene che ciò avvenga.

Lo yoga è un’attività che viene spesso sminuita e ridicolizzata. «Ma non è uno sport», mi dicevano i miei colleghi di ufficio quando andavo a fare yoga durante la pausa pranzo. «È solo un po' di meditazione e un po' di stretching. Ecco tutto.» Sono d’accordo. Ma non è questo il punto. If fatto è che un gruppo di ricercatori olandesi ha scoperto che facendo yoga ti si ristringono alcune parti del cervello. E cioè?

Il cosiddetto «Rotterdam Study» ha esaminato un totale di 3 742 persone. 2 397 delle quali sono state osservate per cinque anni, documentando i risultati al fine di registrare i cambiamenti a lungo termine. L’esame includeva scansioni cerebrali regolari.

Haters gonna hate...

Ti stai sbellicando dalle risate perché non hai mai creduto nello yoga? In realtà la cosa non è così negativa come potrebbe sembrare, perché non ti ho ancora svelato quali parti del cervello si restringono. Una pratica regolare di yoga restringe l'ippocampo sinistro e l'amigdala destra. Queste regioni cerebrali sono responsabili dei pensieri negativi, perché qui nascono emozioni come la paura e l'avversione. Di conseguenza, gli yogi vivono la vita in modo molto più positivo e dovrebbero essere in grado di affrontare lo stress meglio degli altri. Se è così credo proprio sia il caso di rimettermi a fare qualche esercizio sul mio vecchio tappetino per lo yoga ormai impolverato.

Segui il mio profilo autore per non perderti alcun aggiornamento nel campo della moda e delle tendenze.

A 39 persone piace questo articolo


Vanessa Kim
Vanessa Kim
Editor, Zurigo
Quando non sto esplorando le profondità del mare aperto come una subacquea, mi piace immergermi nel mondo della moda. Tengo gli occhi aperti sulle strade di Parigi, Milano e New York per trovare le ultime tendenze e ti mostro come portarle dalla passerella alla vita di tutti i giorni.

Potrebbero interessarti anche questi articoli