Finalmente, la raccolta di cannabis  – Tinus Grow Report, parte 9

Finalmente, la raccolta di cannabis – Tinus Grow Report, parte 9

Martin Jud
Zurigo, il 09.02.2021
Traduzione: Nerea Buttacavoli
È tempo della raccolta: dacci oggi la nostra canapa quotidiana. Prima viene tagliata, poi essiccata e in dieci giorni inizia la fermentazione della marijuana.

C'è uno strano odore qui dentro – sto raccogliendo la mia erba. Mi è arrivato un qualcosa tra le dita che consumo durante una pausa. Una «caccolina», che già vaporizzata si inala dannatamente bene. Buona!

Sono entusiasta, anche se non sento alcun effetto. Il gusto mi ricorda una gomma da masticare fruttata con una buona porzione di cannabis.

Alcuni di questi nodi di resina sono già essiccati per la raccolta e pronti per la degustazione
Alcuni di questi nodi di resina sono già essiccati per la raccolta e pronti per la degustazione

Per amor della precisione, il campione bitorzoluto nel vaporizzatore non è una caccolina. I singoli calici del tronco e dei rami, che (convenientemente) sono in parte già secchi quando vengono raccolti, sono infusi con i migliori cannabinoidi e sapori, proprio come i fiori veri e propri. Sarebbe una caccolina se avessi a che fare con dell'hashish di bassa qualità. Penso che non debba spiegarti cosa sia l’hashish. Ma giusto così, perché mi piace: «Hascht du Haschisch in der Tasche, hascht du immer was zum Nasche» («se hai l’hashish in tasca, hai sempre qualcosa da sgranocchiare» (in senso figurato)). Il mio detto preferito nel mondo della cannabis, capace di rallegrare anche un fattone a secco. O uno che ha un sacco di cime di CBD.

Sono rilassato anche senza CBD nel sangue, quindi credo sia per questo che non sento nulla quando lo consumo. Comunque, dal punto gustativo, questa roba è spaziale.

La mia roba, il mio tesoro.

C’è anche da dire che i miei sensi potrebbero giocarmi brutti scherzi, visto che l’odore di ganja ormai non ce l’ho più solo nel naso ma anche nel cervello. Con il tempo, anche il miglior odore diventa penetrante. Oppure si smette di percepirlo, il che mi ricorda la gita scolastica all'impianto di depurazione negli anni Novanta. Merda. A quel tempo ero ancora un pivello completamente al verde.

Oggi, il mio verde presenta tricomi perfettamente lattiginosi.

La raccolta dura circa otto ore, senza contare le pause
La raccolta dura circa otto ore, senza contare le pause

Continuo con la raccolta e spero che nessun vicino venga a chiedere se ho delle uova da dargli – anche se con la mia erba Mota CBD Rich Auto non rischierei nulla, visto che contiene ben meno dell'un percento di THC. È completamente legale.

Peccato che non lo sia anche l’erba THC. Scommetto che la maggior parte di quelli che ripudiano la mia amata erba fanno regolarmente uso (o abuso) di altre sostanze quali l’alcol. Non smette mai di farmi innervosire il fatto che l’alcol sia una neurotossina legale e la pianta di canapa, la mia amata cannabis, venga ancora assiduamente demonizzata.

Sono stufo. Legalizzatela per favore, è ora. Veloce, dai dai! Mi inchino anche alle autorità, ai giganti farmaceutici e all'industria del cotone, se dovesse essere necessario. Ma basta con l’indignazione, il dovere mi aspetta.

È davvero già ora di raccogliere?

Esternamente, a occhio nudo, le quattro femmine di cannabis sono cambiate poco nell'ultima settimana – una manciata di pentagoni sono diventati gialli e alcune cime sono diventate rossastre.

I fiori delle quattro femmine presentano una maggioranza di tricomi lattiginosi dopo 103 giorni.
I fiori delle quattro femmine presentano una maggioranza di tricomi lattiginosi dopo 103 giorni.

Nella parte 8, ho sottolineato che l'obiettivo era quello di fare la raccolta con il maggior numero di gemme di resina lattiginose possibile, e l’osservazione al microscopio al 103esimo giorno di vita delle piante mi ha dato l’impressione che sia giunto il momento.

Sui rari petali rossastri...
Sui rari petali rossastri...
...ci sono più tricomi ambrati.
...ci sono più tricomi ambrati.
Se gli stigmi sono marroni, sono sfioriti.
Se gli stigmi sono marroni, sono sfioriti.
 Se sono bianchi, possono essere fecondati dal polline.
Se sono bianchi, possono essere fecondati dal polline.

Ieri sera ho iniziato la raccolta. Fino a tarda notte ho acconciato le cime e lavorato un totale di tre piante. Oggi tocca all’ultima femmina.

Ora, però, dopo più di sei ore di taglio – impiego da un'ora e mezza a due ore per pianta – non sono più sicuro di fare la raccolta al momento giusto. Mi viene in mente che le opinioni differiscono, almeno quando si tratta di raccogliere l'erba THC. Alcuni grower preferiscono aspettare che il 50% dei tricomi non siano più lattiginosi, ma ambrati o color Coca Cola. Fare la raccolta ancora più tardi non è assolutamente consigliato.

La raccolta ritardata non solo aggiunge massa alle cime, ma cambia anche il rapporto dei cannabinoidi, che a sua volta aumenta l’effetto della ganja sul corpo. Il divano diventa l’amico più fidato dell’amante dei tricomi Coca Cola.

Comunque, ora faccio la raccolta con molti tricomi lattiginosi e pochi color Coca. È come piace a me. Con l'erba THC, questo indurrebbe una fattanza prevalentemente sentita a livello cerebrale. Inoltre, l'odore e il sapore sono più intensi in questa fase. Naturalmente, solo dopo una corretta essicazione. La fermentazione successiva aggiungerà un tocco in più.

Fare la raccolta, e poi?

È importante fare la raccolta su una superficie pulita e usare forbici pulite. Una preventiva disinfezione con alcol etilico non può far male e riduce il rischio di catturare spore fungine o altro. Per non avere le dita appiccicose in pochi minuti, i guanti sono indispensabili.

Guanti, forbici, vassoio di asciugatura e due buste accanto alla mia sedia. Le foglie per la raccolta dei rifiuti verdi vanno in una busta, tutti i rami nell’altra. Da qui si potrebbe ricavare hashish (CBD) con un Honey Bee Extractor.
Guanti, forbici, vassoio di asciugatura e due buste accanto alla mia sedia. Le foglie per la raccolta dei rifiuti verdi vanno in una busta, tutti i rami nell’altra. Da qui si potrebbe ricavare hashish (CBD) con un Honey Bee Extractor.

Durante la raccolta, rimuovo tutto ciò che non brilla e metto i singoli fiori su un vassoio di essiccazione. Per l'essiccazione è importante che ai fiori arrivi quanta più aria possibile. Per questo sminuzzo un po’ le cime più grandi.

Prima nevica, poi splende il sole. Ma dentro è autunno.
Prima nevica, poi splende il sole. Ma dentro è autunno.

A parte smettere di fertilizzare, il che dovrebbe eseguire almeno dieci giorni prima del raccolto, non ho fatto altri preparativi. Non ho esposto le mie piante al buio con privazione d'acqua per 48 ore, come fanno alcuni, né raccolgo esclusivamente al mattino. Si dice che ci siano più cannabinoidi al mattino, perché vengono prodotti al buio. Ma penso che il breve tempo di una notte rispetto a una fase di fioritura di diverse settimane non faccia una differenza notevole. Farò volentieri a meno di quella goccia di Cola in più.

Le cime vengono stese su cinque reti ed essiccate al buio.
Le cime vengono stese su cinque reti ed essiccate al buio.

Ho finalmente finito con la raccolta. Ho impilato i vassoi pieni al buio. Torniamo alla tenda, dove il ventilatore diagonale parte più volte al giorno e filtra l'odore grazie ai carboni attivi. Quando non è acceso, tuttavia, la tenda emana ancora il dolce profumo. Perciò ho installato un secondo ventilatore e un filtro a carbone attivo nella stanza e lo accendo quando serve. Più precisamente, ora è sempre acceso. Me lo ero procurato nel caso avessi dovuto fare un raccolto parziale, insieme ad un'altra piccola tenda.

Per i primi due giorni, mi assicuro di arieggiare la tenda 8 volte per 15 minuti. Inizialmente, l'erba è più umida e il rischio di muffa è maggiore. Poi il timer accende il ventilatore quattro volte per 15 minuti nel giro di 24 ore. È molto importante che le cime si asciughino lentamente e al riparo dalla luce per almeno dieci giorni. Da un lato, l'essiccazione riduce il peso fino al 70%, perché viene rimossa l’acqua. Dall’altro, si degrada anche la clorofilla, che avrebbe un sapore sgradevole se consumata.

Per garantire buone condizioni nel piccolo magazzino dove si trova la mia tenda, mi assicuro che la temperatura rimanga appena sotto i 20 gradi. Nessun problema, perché non c'è riscaldamento a pavimento nella stanza e devo solo chiudere la porta. Inoltre, l'umidità non deve essere troppo alta, motivo per cui cambio l’aria tutti i giorni. Tuttavia, se l’essicazione dovesse avvenire troppo velocemente nei prossimi giorni, la contrasterò posizionando uno panno umido sul ripiano inferiore del vassoio. Ne ho messo apposta uno in più sotto le reti piene di ganja.

In totale ho riempito di fiori cinque vassoi con un'area di 69 per 69 centimetri. Tre di loro completamente, due per più della metà. Mi chiedo quanto pesa il tutto.

Non vedo l'ora di mettere questa cima essiccata nel barattolo.
Non vedo l'ora di mettere questa cima essiccata nel barattolo.

La risposta a questo sarà il mio Grow Report finale. Il passo successivo sarà raffinare l’erba, per avere un buon prodotto finale. E alla preparazione di un bilancio. Quale sarà il valore della mia erba? Quanto ho speso? Quanto sarà alta la bolletta elettrica grazie a 103 giorni di illuminazione NDL da 400 watt per 18 ore e ventilazione per 24 ore?

A 79 persone piace questo articolo


Martin Jud
Martin Jud

Editor, Zurigo

La mia musa ispiratrice si trova ovunque. Quando non la trovo, mi lascio ispirare dai miei sogni. La vita può essere vissuta anche sognando a occhi aperti.

Faidaté + Giardino

Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.


Potrebbero interessarti anche questi articoli