digitec compie 20 anni – un viaggio nel tempo in cifre
Dietro le quinte

digitec compie 20 anni – un viaggio nel tempo in cifre

Alex Hämmerli
Zurigo, il 11.05.2021
Traduzione: Leandra Amato
digitec è apparso per la prima volta sugli schermi dei computer svizzeri 20 anni fa. Da allora, il negozio online specializzato in informatica ed elettronica è cresciuto fino a diventare il leader del mercato locale. In occasione del nostro anniversario, diamo un'occhiata alle cifre dell'azienda dai primi anni ad oggi.

Tre giovani che passano le notti alle feste techno, che giocano sui loro computer fino alle prime ore del mattino e che assemblano PC da gioco per i loro amici: questo è stato l'inizio di digitec. Con la loro azienda, avrebbero dovuto scuotere il commercio online svizzero e creare più di 2000 posti di lavoro. Facciamo un viaggio nel tempo in cifre.

2001: un nano tra i giganti

L'8 maggio 2001, digitec.ch va online con un'offerta rivolta principalmente ai gamer da PC. I tre fondatori dell'azienda, Florian Teuteberg (ora CEO), Oliver Herren (CIO) e Marcel Dobler (che ha lasciato l'azienda nel 2012), si erano incontrati presso il rivenditore di elettronica Computer-Express, dove si sono convinti di poter fare meglio. «Ai tempi, gli appassionati di videogiochi in Svizzera potevano scegliere tra hardware banali e troppo costosi», racconta Oliver Herren. «Volevamo fornire alla Svizzera prodotti di fascia alta a prezzi equi. Così abbiamo acquistato i componenti direttamente dall'estero».

La strategia funziona: alla fine del 2001, digitec aveva già generato un fatturato di 4 milioni di franchi. Sei anni dopo, sono più di 100 milioni in dodici mesi. E tra il 2017 e il 2018, digitec sostituisce Media Markt, specializzato nella vendita al dettaglio stazionaria, come rivenditore di elettronica più grande in Svizzera. Nel frattempo, digitec ha superato anche altri concorrenti come Interdiscount, Melectronics, PC-Hai, Vobis e Computer-Express.

2001: negozio per ritiri supera le aspettative

Con la fondazione della società, l'equipaggio digitec di tre persone si trasferisce in un ufficio di 25 metri quadrati al nono piano di un blocco grigio alla Seebahnstrasse di Zurigo. L'indirizzo è nell’Impressum, e così capita che i clienti passino spontaneamente, facciano domande o vogliano ritirare i loro ordini. «All'inizio eravamo abbastanza irritati da questo, volevamo essere un negozio online e non un negozio stazionario», ricorda il CEO Florian Teuteberg. «Ma gradualmente ci siamo resi conto di quanto sia grande il bisogno di un negozio fisico e di un contatto personale». Digitec Galaxus gestisce ora undici filiali in tutta la Svizzera, due delle quali nella Svizzera francese. In media, la clientela ritira un ordine su tre nei negozi. Il tasso è ancora più alto per i resi.

Lavorare in mezzo ai case per PC: l'ufficio digitec nel 2001.
Lavorare in mezzo ai case per PC: l'ufficio digitec nel 2001.

2003: urge più spazio!

Con l'espansione dell'assortimento di prodotti e la crescente domanda, aumenta anche il fabbisogno di spazio. All'inizio del 2003, digitec si trasferisce alla Pfingstweidstrasse, Zurigo Ovest. L'ex sito industriale era noto all'epoca per i suoi club, come il Rohstofflager, il Toni-Molkerei e la Dachkantine. Con 400 metri quadrati, la superficie del rivenditore di elettronica si moltiplica. Il luogo non fa solo da magazzino, ma anche da officina per PC, ufficio e negozio di ritiro. E come ritrovo per dormire dopo le uscite serali.

I grandi passi di espansione nella logistica devono ancora venire: oggi, Digitec Galaxus gestisce magazzini con un totale di quasi 70 000 metri quadrati di spazio di stoccaggio. Corrisponde alle dimensioni di circa dieci campi da calcio. «Quando attraverso il nostro magazzino a Wohlen sul mio monopattino e vedo tutti i prodotti e il personale, mi rendo sempre conto della responsabilità che abbiamo», spiega Florian.

Con la sua rapida crescita, Digitec Galaxus rischia di raggiungere presto i limiti della sua capacità. Per questo motivo, un altro centro logistico sarà costruito nei prossimi anni sul sito dell'ex fabbrica di carta a Utzenstorf, nel Canton Berna. Più spazio di stoccaggio significa una selezione più ampia e una consegna più veloce per i clienti.

2005: un milione di volantini

Per farsi conoscere, digitec si affida sempre più alla pubblicità. All'inizio del 2005, il rivenditore online invia un milione di volantini alle famiglie residenti in Svizzera tramite inserti sui giornali, seguiti dai primi annunci televisivi nel 2009.

Clicca qui per vedere la playlist su YouTube.

2005: trovare il prodotto giusto grazie ai filtri

Dal 2001, gli sviluppatori di software digitec hanno riprogrammato il negozio online da zero ben quattro volte. Con il primo rilancio nel 2005, arriva un'opzione di filtro che permette ai clienti di trovare più rapidamente il cavo con la giusta lunghezza o lo schermo con la giusta connessione.

L'ultimo rilancio del negozio nel 2014 ha trasformato digitec e il suo negozio gemello Galaxus in due Community di shopping: a partire da ora, sono riviste con redattori propri, forum di discussione e negozio online tutto in uno. Se vuoi dare un'occhiata alla presenza online degli anni passati, puoi farlo con la «wayback machine» dell'organizzazione non-profit Internet Archive.

2011: digitec diventa una «grande azienda»

Secondo l'Ufficio federale di statistica, in Svizzera ci sono poco meno di 600 000 piccole e medie imprese con un massimo di 250 dipendenti. Dal 2011, Digitec Galaxus appartiene alla cerchia di circa 1700 «grandi aziende» con più di 250 dipendenti. Sulla scia della pandemia di coronavirus, la forza lavoro è cresciuta più che mai nella storia dell'azienda: alla fine del 2020, Digitec Galaxus impiegava quasi 2800 persone (compreso il personale temporaneo per l'attività natalizia), ovvero circa 1250 o 84% in più rispetto alla fine del 2019.

2012: Galaxus salpa

Nel 2012, gli imprenditori hanno fondato il negozio gemello di digitec, Galaxus, con il quale hanno gradualmente ampliato l'assortimento di prodotti informatici ed elettronici a «quasi tutto per quasi tutt*». «Con spazzolini da denti, pannolini e sedie da giardino, avremmo diluito il marchio digitec e perso credibilità presso i nostri clienti abituali», spiega Florian. «Ecco perché avevamo bisogno di un secondo marchio».

2012: Migros sale a bordo

Poco dopo, il rivenditore Migros acquisisce una quota di minoranza del 30% di Digitec Galaxus. Dal 2015, Migros è l'azionista di maggioranza con una quota del 70%. Oggi il rivenditore online è responsabile di circa il sei percento del fatturato del gruppo Migros – e la tendenza è in aumento. «Abbiamo osservato digitec fin dagli anni della sua fondazione. L'ingresso di Migros è stata una mossa intelligente per entrambe le parti», afferma Fabrice Zumbrunnen, presidente della Federazione delle cooperative Migros, a proposito dell'acquisizione. «I fondatori sono stati in grado di combinare il loro know-how di e-commerce con la forza finanziaria e l'esperienza di vendita al dettaglio di Migros. Siamo molto orgogliosi che l'azienda e i suoi dipendenti facciano parte del nostro gruppo e che abbia mantenuto il suo ruolo pionieristico e all'avanguardia fino ad oggi».

2016: Galaxus diventa un marketplace

Il programma per rivenditori di Galaxus viene attivato nell'estate del 2016. L'obiettivo: più scelta per la clientela senza diventare un bazar di cianfrusaglie. Con il primo rivenditore «click & care», il nuovo settore di prodotti nella categoria «Bellezza e Salute» arriva su Galaxus. Ora ci sono più di 300 rivenditori attivi su Galaxus. L'assortimento spazia dalle scarpe da trekking di Bergzeit ai fumetti di ExLibris fino ad arrivare agli orecchini di Helen Kirchhofer. Dei prodotti disponibili su Digitec Galaxus oggi, circa l'85% sono offerte da rivenditori del marketplace. Si prevede che quest’anno anche Galaxus.de aprirà uno spazio marketplace.

2018: un milione di prodotti nell'assortimento

Con i rivenditori del marketplace l'assortimento di Digitec Galaxus esplode: in un anno e mezzo, la gamma di prodotti offerti passa da meno di 300 000 a circa un milione. Ora nei due negozi online è possibile acquistare oltre tre milioni di prodotti.

2018: espansione in Germania

Nel novembre 2018, Digitec Galaxus si avventura oltre confine con il marchio Galaxus. Il grande magazzino online apre in Germania offrendo circa 50 000 prodotti di qualità nei settori informatica, elettronica di consumo e telecomunicazioni. Alla fine del 2020, erano già più di 600 000 prodotti. Quasi 500 000 abitanti della Germania hanno fatto acquisti su Galaxus. «Siamo così soddisfatti dello sviluppo, che abbiamo messo gli occhi su altri mercati», afferma Florian, «Presto ci espanderemo in Austria».

2020: acquisto a impatto climatico zero

I clienti di digitec e Galaxus possono ora fare acquisti su Internet neutrali per clima: per compensare il CO₂, il metano, il protossido di azoto & co. causati dal loro consumo pagano una tassa volontaria alla cassa. Da allora un buon dieci per cento degli acquisti è compensato.

2021: un anniversario senza sfarzo

Poiché una festa di anniversario in tempo di pandemia è impossibile, alla fine di aprile le collaboratrici e i collaboratori di Digitec Galaxus hanno potuto brindare solo via SpatialChat: «Ma ci rifaremo», promettono Florian e Oliver. Perché anche dopo 20 anni di digitec, non hanno dimenticato come fare festa.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Grafici: Made with Flourish.

A 403 persone piace questo articolo


Alex Hämmerli
Alex Hämmerli

Senior Public Relations Manager, Zurigo

Presso Digitec Galaxus sono responsabile per lo scambio di informazioni con giornalisti e blogger. Le buone storie sono la mia passione; per questo mi tengo sempre aggiornato.

Potrebbero interessarti anche questi articoli