Con i bambini la vita cambia in tutti i sensi
Con i bambini la vita cambia in tutti i sensi

Con i bambini la vita cambia in tutti i sensi

Katja Fischer
Zurigo, il 01.02.2022
Immagini: Thomas Kunz
Traduzione: Sanela Dragulovic

Il tempo scarseggia, le occasioni sono sempre meno e il desiderio cala. Con l’arrivo di un bambino, il sesso va scemando. L’esperta ci spiega perché si arriva in queste situazioni e come gli appuntamenti amorosi possono essere d’aiuto.

«Ieri abbiamo avuto una seduta di sesso da genitori», scriveva la blogger australiana Constance Hall in un post di qualche anno fa. «Sono i tre minuti e mezzo che avete tra il cambio pannolino e la pappa. Quando notate che i vostri figli sono un po' distratti e vi rendete conto che non fate sesso da quasi un mese e cominciate a sentirvi come se foste solo coinquilini». Il suo post è diventato virale all’epoca perché ha colto nel segno la realtà di molte coppie.

Secondo la sessuologa e psicoterapeuta Dania Schiftan questa realtà, anche se poco sfavillante, è normale. Dopo tutto, il sesso non deve sempre essere un fuoco d'artificio. Nell'intervista, parla della mancanza di libido dopo il parto, del sesso come risorsa per staccare dalla quotidianità e della capacità di cogliere le occasioni.

Dania Schiftan, quanti neogenitori si ritrovano ad essere solo «coinquilini»?
Dania Schiftan: Parecchi. Ma molti continuano anche ad avere una vita amorosa accesa. Ci sono coppie che hanno a cuore la sessualità e traggono grande beneficio dall’avere rapporti regolarmente e compensare alla vita familiare quotidiana. Perché il sesso è una risorsa e un’occasione per staccare e ricaricarsi. Altri, invece, tendono a concentrarsi sui loro hobby o sul lavoro. Oppure preferiscono rilassarsi nella vasca da bagno.

A parte la quantità, i genitori possono fare del buon sesso nonostante i bambini piccoli?
Rigiro la domanda: i genitori possono fare una bella vacanza wellness nonostante i bambini piccoli? O godersi una cena senza bambini? La risposta è chiara: certo che possono. Allora perché non dovrebbero poter fare del buon sesso? Tuttavia, molte coppie di genitori non sono in grado di cambiare perché non hanno mai dovuto limitare la loro vita sessuale prima. Sono abituati a fare sesso quando entrambi ne hanno voglia e hanno tempo. Con i bambini la situazione è diversa.

«Come genitori, la vita sessuale richiede competenze diverse. La capacità di farsi venire fame mentre si mangia.»
Dania Schiftan

Cosa devono cambiare?
La vita sessuale richiede abilità diverse. La capacità di cogliere le occasioni quando ci sono, insomma di farsi venire fame mentre si mangia. Provare eccitazione quando si viene toccati, anche se emotivamente non è il momento ideale. Molti hanno imparato che il sesso è focoso solo quando le emozioni sono giuste o quando si è innamorati da poco. Quando si diventa genitori le cose cambiano. Forse perché hai i nervi a fior di pelle o perché la stanchezza è troppa. O forse perché hai già avuto abbastanza amore dai bambini che ti stanno appiccicati tutto il giorno. In questi casi il desiderio è al minimo. Ma lo si può ritrovare, se lo si cerca.

Spesso sono le mamme che non ne hanno più voglia - un cliché?
Non per forza. Spesso sono le donne ad aver imparato che il sesso è legato alle emozioni positive. In oltre, per molte il rapporto sessuale con il partner è più uno sforzo che un piacere. Forse perché non raggiungono l’orgasmo o con grandi difficoltà. Arrivando così a preferire l’autosoddisfazione piuttosto che il sesso con il partner.

L'immagine del corpo gioca un ruolo importante? Molte donne si ritrovano in conflitto con il loro corpo cambiato dopo la gravidanza.
Assolutamente sì. Le donne spesso crescono con una falsa immagine del corpo. Per loro, il loro corpo va bene solo se corrisponde al loro ideale. Se cambia dopo la gravidanza, non si sentono più attraenti e a loro agio. Il risultato è che non si concentrano più sui loro sentimenti durante il sesso. Lo spirito dell’autocritica ha il sopravvento e non fa altro che puntualizzare i cuscinetti di troppo. E non lascia spazio al fatto che al partner questi non interessano affatto. Più si lasciano andare e si abbandonano ai loro sensi, più la silhouette diventa irrilevante.

Come mai a volte sono i papà a non aver voglia di fare sesso?
Le ragioni possono essere molteplici e non è rara una situazione simile. Alcuni sono completamente immersi nel loro nuovo ruolo di padri. Altri non riescono a superare l’esperienza del parto. Per molti il sesso è come una sorta di sport competitivo in cui bisogna dare grande prova. A volte ci sono problemi di erezione poiché l’organo femminile cambia dopo il parto e la sensazione che provano entrambi le parti sono diverse. O perché si sono abituati all'immagine della donna che improvvisamente è diversa. Per esempio, i seni più grandi durante l'allattamento.

Due settimane o due anni: i tempi di ripresa della vita sessuale dopo il parto sono diversi per ogni coppia.
Due settimane o due anni: i tempi di ripresa della vita sessuale dopo il parto sono diversi per ogni coppia.

Che cosa succede se la vita sessuale vacilla per molto tempo? Quando diventa un problema?
Ci sono coppie che ricominciano appena due settimane dopo il parto. E ci sono quelli che fanno di nuovo sesso solo dopo uno o due anni. Non c'è giusto o sbagliato. Diventa un problema quando la coppia non è d'accordo. Se una parte è insoddisfatta e vuole cambiare la situazione prima dell'altra. Allora diventa difficile per entrambi: la parte che non è ancora pronta si sente sotto pressione e male. E l'altra, che vuole di più, si sente male perché vuole qualcosa che va contro la volontà del partner. Chiedere passivamente è inutile, così come rifiutare passivamente.

Cosa fare allora?
Il trucco per uscirne è parlarne. Sedersi insieme, pensare, pianificare e affrontare seriamente i sentimenti. I sentimenti di entrambe le parti. Anche la persona che vuole più sesso deve essere presa sul serio. L'eterna comprensione per la mancanza di desiderio di uno, non è la soluzione.

Si può reimparare a fare sesso da genitori?
Sì, assolutamente. E la sessualità può per essere ancora meglio di quanto sia mai stata.

Come ci riescono le coppie di genitori?
Ci sono tante possibilità. Nel mio libro «Keep it coming» ne parlo in dettaglio. È importante essere di nuovo curiosi l'uno dell’altra. Pensiamo di conoscere i nostri corpi a memoria, eppure abbiamo ancora così tanto da scoprire di noi stessi e della persona che abbiamo accanto. Raccomando anche delle tenerezze senza rapporti. Se il toccarsi non è sempre inteso come un preliminare al sesso, si toglie un grosso peso all'aspettativa. Tuttavia, il rapporto è altrettanto importante: cogliete l’occasione quando c'è, e non aspettare che entrambi abbiano voglia. Una valida alternativa sono gli appuntamenti amorosi.

«Il sesso e il desiderio non devono per forza essere spontanei. Dopotutto pianifichiamo anche l’andare al ristorante o una vacanza wellness con anticipo.»
Dania Schiftan

Il sesso su appuntamento suona poco invitante. Può funzionare davvero?
Sì. Come già detto, il sesso e il desiderio non devono per forza essere spontanei. Soprattutto non se avete bambini. Dopotutto pianifichiamo anche l’andare al ristorante o una vacanza wellness con anticipo e non vediamo l’ora che arrivi quel momento. Questo vale anche per la sessualità. Allo stesso tempo, possiamo imparare che il sesso a tempo non deve essere sempre una follia. Non deve essere sempre un menu francese di dodici portate. A volte può andare bene anche un fast food.

Sia che si tratti di fast food o di un menu di dodici portate: quanto ci deve essere per essere buono?
Non c'è misura né quantità. Ogni coppia dovrebbe poter godere della propria sessualità. Come fattore di unione, ma anche come risorsa. Che sia una volta alla settimana, una volta al mese o meno, non importa. Le cose che ci fanno bene fisicamente e psicologicamente avvengono generalmente più spesso di quelle che sono percepite come faticose. È così che dovrebbe essere anche con il sesso: deve fare bene.

Dania Schiftan lavora da 14 anni come sessuologa e psicoterapeuta nel suo studio di Zurigo. Lavora come psicologa per Parship. Scopri di più su di lei e sul suo lavoro in questa intervista:

Trovi gli altri articoli della serie qui:

A 58 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Mamma di Anna e Elsa, esperta di aperitivi, fanatica del fitness di gruppo, aspirante ballerina e amante del gossip. Spesso addetta al multitasking e persona che vuole tutto, a volte chef di cioccolato e regina del divano.


Sessualità
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Famiglia
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader