Non sei connesso a internet.
Corporate logo
Bellezza + Cura del corpoSapere 113

Come scottarsi: lo stick UV non è sempre una buona idea

Ci sono momenti in cui dovrei ragionare di più prima di fare qualcosa, invece di giocare con la logica tirandomi spesso la zappa sui piedi. Così è stato, quando ho avuto la brillante idea di utilizzare il mio stick UV per il viso anche sul resto del corpo.

Cara Nina, lo so che non è stata colpa tua, ma dovresti esercitarti di più nello spalmare la crema sulle schiene altrui. E anche io dovrei farlo! Non è stata una brillante idea portare con me solo uno stick UV per il viso come unica protezione solare per il mio fine settimana a Valencia. Ma chi avrebbe pensato, che si nasconda davvero un motivo dietro a quel «Face» sulla confezione, limitando l’utilizzo del prodotto solo a quella determinata parte del corpo. Se protegge il viso, allora può farlo anche con il resto del corpo, no? Ecco la mia conclusione dopo una giornata in spiaggia:

sì, perché il prodotto protegge davvero dal sole. E no, perché il formato stick tende delle trappole.

La macabra scoperta

Andiamo per ordine.

Io e un paio di amici stendiamo i nostri teli mare sulla sabbia e iniziamo il rituale obbligatorio dello spalmare la crema solare. Spalmarla da soli sulla schiena è difficile, quindi ci aiutiamo a vicenda. Senza riflettere, rifiuto le gentili offerte dei miei amici di usare la loro crema solare. In cambio, decido di testare la mia protezione solare in formato stick. Porgo lo stick a Nina e lascio fare a lei.

Cinque ore dopo, la scoperta: i formati stick non vanno bene per il corpo. Guardandomi allo specchio, riconosco subito dove è stato passato lo stick e dove no. Da tempo non mi ustionavo in questo modo. Con uno stick, che di regola non può essere spalmato, è difficile distinguere i punti coperti da quelli ancora scoperti. I punti non protetti si tingono presto di rosso granchio.

Due settimane dopo l’accaduto, il mio collega Dominik Bärlocher, divertito, ha scattato questa foto da brivido:

Nel frattempo, le parti rosse sono diventate più scure. Sembra quasi che un principiante si sia divertito a provare per la prima volta gli autoabbronzanti proprio sulla mia schiena.

Morale della storia? Mai usare gli stick UV su tutto il corpo!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

<strong>Protezione solare minerale vs. chimica:</strong> le differenze
SaluteRetroscena

Protezione solare minerale vs. chimica: le differenze

User

Natalie Hemengül, Zurigo

  • Editor
Sono una fanatica estrema di Disney e il mio mondo è tutto rosa e fiori. Venero le serie tv anni '90 e sono devota alle mie sirenette. Se non sto danzando sotto una pioggia di glitter, mi trovi a un pijama party o a incipriarmi il naso. P.s.: con la giusta tecnica puoi conquistarmi.

1 commento

3000 / 3000 caratteri

User lilapurple

geil - haha logik-tänzchen sind immer ein traum. bin ich dabei :D
mist, jetzt will ich den haben ... danke natalie ^^ Shiseido Sun Protection - Clear Stick UV Protector SPF 50+ ich hab die Clinique Superdefense (Crème, 50ml) und kann bestätigen, wenigstens für schultern und nacken kann man sie nutzen. ohne sonnenbrand hihi.

13.07.2018