• Novità e trend

    Con la costruzione della tavola madre e dell'arco: Doubledeck promette niente di meno che la rivoluzione della tavola da snowboard .

    di Patrick Bardelli

Tavola snowboard

Con lo snowboard giusto potete trasformare le montagne nel vostro parco giochi e cavalcare le colline di neve come un surfista cavalca le sue onde. Le dimensioni, il profilo, la forma, il flex e il vostro livello di riding decidono con quale tavola conquistare le piste. La giusta lunghezza e la giusta durezza ti dicono l'altezza, il peso e lo stile di guida. Produttori come Nitro, Ride, K2, Salomon o Burton indicano nelle tabelle dimensionali quale snowboard è adatto a quale tipo.

In sostanza, più lungo è lo snowboard, più è stabile e maneggevole. Poiché una tavola morbida è più indulgente verso gli errori, è particolarmente adatta ai principianti che non sono ancora veloci. Una tavola dura, che è in grado di mantenere la pista anche ad alta velocità, si adatta a te come pilota avanzato. Se avete un numero di scarpe grande (più grande di EU 44) dovreste considerare gli snowboard in "Wide".

Una tavola all-mountain è un buon tuttofare per tutti, perché è adatta per la neve profonda, le piste e il parco. A seconda del livello di guida, sono adatte diverse forme e profili, ma la forma più comune è quella direzionale e con il classico precarico della campanatura. Per i tricks nel pipe, sui kicker e sui rail la tavola da freestyle è il compagno giusto. Di solito ha un gemello direzionale o un vero e proprio gemello per atterrare anche all'indietro. I profili Hybrid Camber o Hybrid Rocker sono i precarichi più comuni. Le tavole da freeride e da neve fresca sono adatte alle giornate di neve fresca. Un naso largo e una coda stretta danno come risultato la cosiddetta forma affusolata. Abbinata ad un flex direzionale (più morbido nella parte anteriore, più duro nella parte posteriore) la tavola fornisce una portanza ottimale nella neve profonda. Le tavole da freeride e da polvere sono di solito dotate di un sacco di rocker nel naso e di camber nella coda.

Lo splitboard tecnicamente ingegnoso è completamente diverso: può essere smontato longitudinalmente in due parti separate per le salite e i lunghi tour. Speciali pelli sul lato inferiore della tavola impediscono che scivoli all'indietro quando si sale in montagna. Una volta raggiunta la cima, la tavola divisa viene montata per formare in poco tempo una tavola completa, che potrete utilizzare per scendere di nuovo la montagna.
Se non siete sicuri di quale attacco da snowboard si adatti al vostro snowboard, vi consigliamo di dare un'occhiata ai nostri set da snowboard.

Le liste dei migliori della categoria Tavola snowboard