Test del prodotto

iPad Pro alla prova: il top del top con chip M2 e Apple Pencil?

Traduzione: Leandra Amato

L'ultimo iPad Pro è dotato di un'enorme potenza di calcolo. Questo è entusiasmante per i professionisti della creatività. Tuttavia, difficilmente riesco a utilizzare il chip M2 al massimo delle sue capacità.

Chi l'avrebbe mai detto. L'ultimo iPad Pro è ancora una volta la cosa migliore mai creata. Rivoluziona il mercato, esaudisce tutti i desideri e viaggia con te verso il futuro. Ho cercato di assaporare appieno le prestazioni del nuovo tablet top di gamma. Così facendo, ho spinto i miei limiti più di quelli del chip M2. L'iPad Pro con processore M1 può già tenere il passo in quasi tutti i settori. Ho quindi fatto anche il confronto con il mio iPad Pro 2018 per mostrare le grandi innovazioni.

Molto già visto, ma con un nuovo processore

Il collega Jan ha già riassunto quanta rivoluzione c'è nell'ultimo iPad Pro. Cioè, praticamente nessuna. Dal design alla fotocamera alla batteria, il tablet è praticamente lo stesso.

L'iPad Pro 2022 è la copia sputata del suo predecessore.
L'iPad Pro 2022 è la copia sputata del suo predecessore.

La fotocamera da 12 megapixel serve ancora una volta per le videochiamate e il Face ID, anche se per il resto non è eccezionale. Ma la userò in seguito per provare Photoshop direttamente con le foto.

La novità più importante è il chip M2, successore dell'M1. Il predecessore ha già un'enorme potenza di calcolo, che difficilmente posso sfruttare. Dato che Apple ha costantemente aggiornato i suoi prodotti con il nuovo processore, vorrei sapere se ne è valsa la pena.

Con il lancio del tablet, è disponibile anche l'aggiornamento OS 16.1. In sintesi, l'aggiornamento mira a rendere più semplice la connessione con gli amici e la condivisione dei media.

Tutto ciò sembra promettente. Ciò che è importante, tuttavia, è l'uso che posso fare della potenza di elaborazione. Apple ha collaborato con Adobe per dare un forte impulso ad Adobe Photoshop per iPad. Anche i programmi 3D, gli strumenti di disegno come Procreate e l'editing video dovrebbero essere fluidi e facili da usare. Inoltre, Affinity Publisher per tablet sarà presto disponibile per il layout.

Il chip M2 di Apple: il nucleo più potente

Il processore precedente è già sbalorditivo. Posso confermarlo con il mio Macbook Air 2020. Ciononostante, vorrei sapere come si presenta questo aspetto in cifre. Ho quindi sottoposto il tablet al benchmark Geekbench. I dati relativi all'iPad Pro con chip M1 provengono da Geekbench. Questa variante si batte con un single core di 1713 e un multi core di 7255. A titolo di confronto, il MacBook Air con lo stesso processore ottiene punteggi rispettivamente di 1720 e 7557. Il tablet è quindi alla pari di un notebook. Grazie al nuovo chip, ora riesco a raggiungere punteggi di 1855 e 8428 con il mio iPad Pro. In termini percentuali, si tratta di un aumento delle prestazioni di quasi l'8% in single core e del 16% in multi core. L'ultimo Macbook Air con chip M2 è addirittura leggermente superiore. Trovo straordinario che i tablet tengano il passo con i notebook.

I singoli prodotti a confronto nel benchmark.
I singoli prodotti a confronto nel benchmark.

Qui ho un primo, grande, luminoso punto interrogativo. Finora i chip sono stati del tutto sufficienti. Il mio Macbook non ha raggiunto i suoi limiti nemmeno con Photoshop e Illustrator contemporaneamente. Anche l'editing video non è un ostacolo. Ho sentito dire la stessa cosa dell'iPad Pro con lo stesso chip. Purtroppo non ne possiedo uno per poterlo testare, ma mi fido della comunità di artisti a questo proposito. Su YouTube trovo tutorial di Photoshop ed esempi di montaggio cinematografico. Tutto sembra molto fluido e l'opera d'arte che ne risulta si lascia davvero guardare. L'anno scorso avevo già preso in considerazione l'idea di passare a questo dispositivo dal mio iPad Pro 2018. Non vedo ancora una buona ragione per passa all'ultima variante di iPad Pro.

Scattare foto e modificarle con l'applicazione Photoshop

Ma prima voglio sapere come ci si sente a scattare foto con un dispositivo di 28 x 21,5 cm. E quanto bene riesco a rendere le mie foto adatte per Instagram con Photoshop. Beh, almeno ora so per esperienza personale che non proverò mai più il primo. E certamente non in modalità panorama. Ma Photoshop può essere testato meravigliosamente con esso.

La ripresa di un panorama è molto scomoda, ma il risultato è buono.
La ripresa di un panorama è molto scomoda, ma il risultato è buono.

La modifica delle foto in movimento su uno schermo più grande ha il suo fascino. Nello zaino, il mio Macbook pesa quasi quanto l'iPad Pro. Entrambi pesano poco più di un chilogrammo. Il vantaggio del tablet è che si può lavorare con la penna. Ma finora non sono stato in grado di utilizzare le applicazioni a sufficienza per i miei scopi. Molte funzioni che conosco dalla versione desktop, ad esempio, non erano ancora disponibili. Adobe ha modificato questo aspetto con gli ultimi aggiornamenti – naturalmente, solo con abbonamento.

L'ultima versione di Photoshop per iPad è dotata di molte funzioni già note nella versione desktop. Posso utilizzare l'app di editing delle immagini semplicemente con la Apple Pencil. In questo caso, l'attuale variante Pro ha il vantaggio della «funzione hover», che funziona solo con il chip M2. In questo modo è possibile passare sopra i singoli strumenti come un cursore sul desktop per visualizzarne le funzioni. Ecco un breve video su come visualizzare questo aspetto:

Tuttavia, è discutibile se ciò sia dovuto al chip M2 o semplicemente perché non ci sono aggiornamenti per la variante con chip M1. La penna mostra in anticipo ciò che si sta per toccare. In Photoshop, i nomi dei singoli strumenti vengono visualizzati anche quando ci si passa sopra con la Pencil.

Il resto delle funzioni è utilizzabile anche con il mio vecchio modello di iPad Pro. La nuova scorciatoia tattile consente di passare rapidamente da uno strumento all'altro. Un esempio? Matita e gomma per disegnare. Nell'app sono integrate diverse funzioni desktop, come i livelli di correzione, la post esposizione e la rimozione automatica dello sfondo. Tuttavia, gli effetti e i filtri intelligenti non sono ancora possibili.

Non lascia quasi nulla a desiderare: Photoshop in versione iPad.
Non lascia quasi nulla a desiderare: Photoshop in versione iPad.

Per iniziare e passare alla nuova versione di Photoshop per tablet, ci sono anche istruzioni chiare sulla homepage. Per il test, ho ritagliato una foto di paesaggio e un selfie direttamente dall'iPad e ho aggiunto dei filtri colorati scadenti. Per un confronto con il mio iPad Pro del 2018: sì, il nuovo Photoshop funziona anche qui e no, ho troppa poca pazienza per farlo. I tempi di caricamento si allungano notevolmente a ogni passo che compio. Il lavoro fluido funziona sicuramente solo con un processore M1 o superiore. A proposito di fluidità: anche i giochi dovrebbero spingere la potenza di calcolo ai suoi limiti.

Giocare con il controller

Il gioco su iPad Pro è fluido, veloce e divertente. La grafica è perfetta, il suono mi trascina nel gioco e posso collegare facilmente il mio Nintendo Pro Controller tramite cavo USB-C o Bluetooth. Funziona anche con il controller Xbox. Chi non vorrebbe impostare il tablet al prossimo picnic con gli amici per batterli in una gara a tempo nel gioco di corse GRID? Ma a quanto pare anche l'iPad Pro 2021 può fare questo. Resta da chiedersi se il mio piccolo iPad Pro 2018 sia in grado di tenere il passo. Purtroppo, non riesco a collegare il controller Nintendo Pro. Posso comunque controllare l'automobile tramite il tablet, per fortuna ho l'iPad Pro più piccolo per farlo. Ma non funziona in modo altrettanto veloce e fluido ora che ho il confronto definitivo.

L'iPad Pro funziona anche per i giochi tramite Xbox Controller e GRID.
L'iPad Pro funziona anche per i giochi tramite Xbox Controller e GRID.

Procreate con funzione 3D

Il programma di disegno Procreate è un must per gli illustratori su iPad. Infatti, ho comprato il mio iPad proprio per questo motivo. Quindi devo mettere alla prova Procreate sul nuovo tablet. Dall'aggiornamento 5.2 posso anche scaricare modelli 3D prefabbricati. Una volta aperto, posso ad esempio dipingere una chitarra elettrica da tutti i lati. Il programma funziona senza problemi. Incredibile, perché un modello 3D richiede molta potenza di calcolo.

Ma qui compare il mio grande punto esclamativo. Anche il modello precedente è in grado di gestirlo perfettamente. A titolo di esempio, ecco un video che mostra altre interessanti app per il lavoro in 3D su iPad Pro.

Non mi piace quando Procreate vacilla di tanto in tanto durante la pittura bidimensionale e ha una fastidiosa latenza durante la colorazione. Non ho ancora scoperto il motivo di questa cosa, dato che la CPU e la scheda grafica forniscono energia più che sufficiente e non ci sono altre applicazioni in esecuzione in background. Fortunatamente, non è permanente. La batteria dura circa sei ore durante lo scarabocchio intensivo. Per me è sufficiente.

Un vantaggio per i due nuovi iPad rispetto alla mia versione 2018: il numero possibile di livelli di editing. Per un'immagine di formato A4 a 300 dpi, nella versione 2018 è possibile creare 57 livelli. Con la versione 2021 ce ne sono già 92 e con la versione 2022 potrei addirittura lavorare con 211 livelli. Ma a un certo punto probabilmente perderei la visione d'insieme.

Con Procreate, posso dare vita al mio personaggio preferito, Harley Quinn. Se necessario, su 211 livelli.
Con Procreate, posso dare vita al mio personaggio preferito, Harley Quinn. Se necessario, su 211 livelli.

In conclusione: un iPad Pro orientato al futuro

McFly non sarebbe decollato solo grazie alla funzione hover della Apple Pencil. E non ci sono nemmeno altri vantaggi degni di nota. L'elevato numero di livelli per l'app di disegno è sorprendente, ma me la cavo bene anche con la metà. Il chip M2 è forte e semplicemente non può essere utilizzato al massimo delle sue capacità al livello attuale. Come disse Marty McFly: «Penso che ancora non siate pronti per questa musica... Ma, ai vostri figli piacerà!».

Gli artisti traggono sicuramente vantaggio dall'elevata potenza di calcolo, ma dovranno comunque pazientare per l'ottimizzazione delle app o per strumenti futuri come Affinity Publisher. Per almeno 1249 franchi o 1449 euro, è già abbastanza costoso (novembre 2022). Inoltre, sono presenti la Magic Keyboard e la Apple Pencil.

Se la potenza di calcolo potrà essere sfruttata appieno in futuro, il chip M2 sarà sicuramente conveniente. E ora, con l'iPad Pro 2022, è possibile diventare artistici preparandosi al futuro. Penso che il tablet precedente sia abbastanza adeguato, ma è anche più economico di soli 160 franchi. Per il resto, anche con l'iPad Pro 2021, si è pronti per il futuro. Con entrambi i modelli è possibile creare opere d'arte che cambieranno il futuro allo stesso livello.

Apple Magic Keyboard (CH, iPad Pro 12.9 2021 (5a generazione), iPad Pro 12.9 2020 (4. Gen), iPad Pro 12.9 2018 (3. Gen))
Tastiera per tablet
369.–

Apple Magic Keyboard

CH, iPad Pro 12.9 2021 (5a generazione), iPad Pro 12.9 2020 (4. Gen), iPad Pro 12.9 2018 (3. Gen)

236
Apple iPad Pro 2022 (6a generazione) (12.90 ", 128 GB, Space grey)
Tablet
1249.–

Apple iPad Pro 2022 (6a generazione)

12.90 ", 128 GB, Space grey

49

A 30 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Nel mio mondo, Super Mario insegue gli Stormtrooper con un unicorno e Harley Quinn mescola cocktail per Eddie e Peter al bar della spiaggia. Ovunque possa dare sfogo alla mia creatività, le mie dita fremono. O forse perché nelle mie vene non scorre altro che cioccolato, brillantini e caffè. 


Smartphone
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Tablet
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

11 commenti

Avatar