I piani di Disney per il futuro: finalmente si fa sul serio
Novità e trend

I piani di Disney per il futuro: finalmente si fa sul serio

Luca Fontana
Zurigo, il 08.05.2019
Traduzione: Leandra Amato
L'acquisizione della 20th Century Fox, l’esitante «Star Wars» e la fine di un'era alla Marvel: i piani Disney per il futuro sembrano nebulosi. Ma le cose stanno cambiando.

Quando la Walt Disney Company parla, giornalisti e fan di tutto il mondo ascoltano. Dopo tutto, la Casa del Topo modella il paesaggio cinematografico come nessun'altra azienda.

Ora Disney ha parlato concretamente dei piani futuri di alcuni dei suoi affiliati più popolari. Eccitante e inusuale per la Disney, considerando il fatto che questi piani si siano diffusi per un bel po’. La cosa più importante: la saga di «Star Wars» verrà completata da un'altra trilogia questo dicembre dopo la fine dell'era Skywalker. Il segnale di partenza per la nuova era è dicembre 2022.

Cosa arriverà dopo «Star Wars: The Rise of Skywalker»
Cosa arriverà dopo «Star Wars: The Rise of Skywalker»

Ma qui non si parla solo di «Star Wars». Per la prima volta, Disney sta anche valutando cosa fare con le concessioni che controlla dall'acquisizione definitiva della 20th Century Fox. Come «Avatar» di James Cameron o i film degli X-Men ancora in sospeso.

Rigida tabella di marcia: Avatar e Star Wars si alternano

La cattiva notizia: l'inizio del sequel di «Avatar», diretto da James Cameron, è stato rinviato di un anno. «Avatar 2», ancora senza titolo, non sarà rilasciato l'anno prossimo, bensì nel dicembre 2021. In seguito, i sequel verranno lanciati ogni due anni: «Avatar 3» nel 2023, «Avatar 4» nel 2025 e «Avatar 5» nel 2027.

La ragione di questo è la prevista trilogia di «Star Wars», che sarà lanciata dopo la fine della trilogia attuale – «Star Wars: The Rise of Skywalker». La nuova trilogia sarà rilasciata al più presto nel 2022 per concedere alla serie Guerre Stellari un po' di fiato.

Quattro sequel per «Avatar» di James Cameron
Quattro sequel per «Avatar» di James Cameron

«Avatar» e «Star Wars» possono quindi condividere la popolare data di inizio di dicembre alternativamente: «Episodio 10» sarà rilasciato nel 2022, »Episodio 11» nel 2024 e la parte finale della nuova trilogia sarà rilasciata nel 2026. Non si sa se la nuova trilogia sia quella che il regista dell’«Episodio 7» Rian Johnson sta sviluppando da tempo o quella che i creatori di «Game of Thrones» David Benioff e D. B. Weiss dovranno affrontare dopo la fine delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

Poiché Disney non ha parlato esplicitamente di una trilogia nelle date di inizio annunciate, potrebbe trattarsi di tre film di Star Wars a sé stanti. Sembra improbabile.

Anche il Marvel Cinematic Universe (MCU) ha annunciato nuove date dopo la fine di un'epoca strettamente legata alla scadenza dei contratti di Robert Downey Jr., Chris Evans e Chris Hemsworth. Mentre solo un altro film MCU è previsto per quest'anno – «Spider-Man: Far From Home» – il prossimo anno ci saranno ben due film di supereroi; alcune voci dicono si tratti di due dei tre film già annunciati: «Black Widow», «The Eternals» oppure «Shang Chi».

James Gunn ha già diretto i primi due film dei «Guardiani»
James Gunn ha già diretto i primi due film dei «Guardiani»

I film che sono già troppo presto in fase sviluppo per l'uscita nelle sale l'anno prossimo sono «Guardiani della Galassia Vol. 3», «Black Panther 2», «Dr. Strange 2» e «Ms. Marvel». Questi seguiranno nel 2021 e 2022 insieme ad altri film della Marvel non ancora annunciati. Quindi ci saranno sempre tre film di supereroi Marvel da vedere al cinema. Uno dei due registi confermati è James Gunn per il film dei «Guardiani»; è stato licenziato dopo un tweet inappropriato e poi riportato a bordo. L'altro regista è Ryan Coogler, che ha già diretto il primo film di Black Panther.

Adeguamenti ai film della 20th Century Fox

Marzo ha visto la mega acquisizione da 71,8 miliardi di dollari della 20th Century Fox. Ecco perché la Disney ha dovuto coordinare alcuni affiliati cinematografici precedentemente controllati dalla Fox con le loro uscite nelle sale e viceversa – come «Avatar» e la nuova trilogia di «Star Wars».

Come ulteriore conseguenza, lo spin-off horror di X-Men «The New Mutants», con la star di «Game of Thrones» Maisie Williams, è stato rimandato da agosto 2019 ad aprile 2020. Lo spin-off di X-Men «Gambit», con Channing Tatum nel ruolo del protagonista, è stato bloccato. «Ad Astra», il dramma dell'astronauta con Brad Pitt, previsto per maggio 2019 ma senza nemmeno un trailer ufficiale, è stato rimandato a settembre 2019.

Inoltre, il remake di «West Side Story» di Steven Spielberg uscirà a dicembre, quasi contemporaneamente a «Cruella» della Disney – un vero e proprio spin-off cinematografico de «La carica dei 101». Questo a sua volta ha spostato l'adattamento Disney del romanzo per ragazzi «Artemis Fowl» a maggio 2020.

E cosa dice la Disney a riguardo? Ecco una dichiarazione di Cathleen Taffs, presidente della distribuzione cinematografica degli studi, alla rivista Variety.

Siamo lieti di aver gettato solide basi per la nostra strategia a lungo termine, che consiste in un gran numero di film degli studi Disney, Pixar, Marvel, Lucasfilm, Fox, Fox Searchlight e Blue Sky.
Cathleen Taffs, Walt Disney Company

Siamo curiosi. Qui trovi un elenco completo di tutte le date di uscita dei film Disney.

A 15 persone piace questo articolo


Luca Fontana
Luca Fontana
Editor, Zurigo
Avventure nella natura e sport che mi spingono al limite descrivono la mia zona confortevole. Per compensare mi godo anche momenti tranquilli leggendo un libro su intrighi pericolosi e oscuri assassinii di re. Sono entusiasta delle colonne sonore dei film e ciò si sposa con la mia passione per il cinema. Una cosa che voglio dire da sempre: «Io sono Groot».

Potrebbero interessarti anche questi articoli