HBO Max: i primi dettagli sul nuovo servizio di streaming
Novità e trend

HBO Max: i primi dettagli sul nuovo servizio di streaming

Luca Fontana
Zurigo, il 10.07.2019
Traduzione: Leandra Amato
«HBO Max» di Warner Media arriverà nella primavera 2020. Almeno negli Stati Uniti. Il servizio di streaming dovrebbe essere la nuova e seria concorrenza per Netflix e Amazon Prime Video. Ora l'azienda mediatica annuncia i primi dettagli.

HBO Max: qualche giorno fa, il nome del nuovo servizio di streaming della Warner Media è trapelato ad alcuni addetti ai lavori. Ora l’azienda mediatica americana con sede a New York si fa avanti con un comunicato stampa e un trailer di lancio. La promessa: HBO e molto, molto di più.

Lancio e contenuti, ma ancora senza prezzi

Nel comunicato stampa, Warner è entusiasta: «Ispirato dall'eccellenza di HBO e dal pluripremiato storytelling, il nuovo servizio sarà massimizzato con una vasta collezione di programmi originali esclusivi, Max Originals, e il meglio del meglio del vasto assortimento mediatico dei marchi e dei programmi Warner più amati».

«Massimizzato»: da qui il «Max» in HBO Max. Dal comunicato stampa si può dedurre anche che il servizio sarà lanciato nella primavera 2020 – almeno negli Stati Uniti. È previsto anche un lancio internazionale, ma non prima del 2021. In termini di tempismo, questo pone il servizio di streaming Disney Plus in testa alla classifica.

Warner Media non ha ancora deciso i prezzi, ma c'è una visione del portfolio che si basa su tre pilastri principali. Il primo pilastro riguarda produzioni interne prodotte esclusivamente per HBO Max (i cosiddetti «Max Originals»). Il secondo pilastro si basa su classiche serie acquistate con un elevato numero di spettatori. Il terzo pilastro riguarda produzioni di tutti i marchi Warner Media, come Warner Bros., DC Entertainment e New Line Cinema.

Max Originals: le nuove produzioni interne

Warner Media ha già commissionato numerosi Max Originals. Tra questi «Dune: The Sisterhood», basato sul libro di Brian Herbert e Kevin Anderson, e una reinterpretazione animata dei «Gremlins». Sono previsti anche lungometraggi in collaborazione con il produttore hollywoodiano Greg Berlanti e l'attrice Reese Witherspoon.

Gremlins come serie animata?
Gremlins come serie animata?
Warner Bros.

Inoltre, tutte le produzioni HBO attuali e future faranno parte del programma HBO Max. Ad esempio «The Outsider» di Stephen King, con Ben Mendelsohn, il prossimo spin-off de «Il Trono di Spade», come riferito dallo stesso George R. R. Martin nel comunicato stampa, e l'adattamento inedito di «His Dark Materials» di Philip Pullmans.

Non è ancora chiaro se HBO stessa rimarrà un'offerta individuale indipendente e separata o se sarà completamente integrata in HBO Max. Warner Media dovrebbe considerare soprattutto l’ultima possibilità se vuole affermare il suo servizio di streaming come un marchio forte contro Netflix e Prime Video di Amazon.

Serie classiche e universo DC

Warner Media vuole attirare nuovi abbonati con le proprie produzioni. L’azienda di New York vuole anche incoraggiare gli attuali abbonati a rimanere proiettando serie classiche come «Friends». I diritti esclusivi della serie sono scaduti su Netflix, cosa che è stata immediatamente comunicata dai californiani con un triste Tweet. Altri successi di lunga data sono «Pretty Little Liars» e la chicca degli anni '90 «Willy, il principe di Bel-Air».

Saranno integrate nella biblioteca anche le produzioni dei noti marchi Warner Media. Questi includono pellicole della Warner Bros. come tutti i film di «Harry Potter» e «Animali fantastici», tutti i film DC e i film de «Il Signore degli Anelli» e «Hobbit» dell’affiliata impresa New Line Cinema.

Inoltre, arrivano anche programmi di animazione di Cartoon Networks e Adult Swim, serie e formati di TNT e TBS, programmi per bambini di Boomerang e produzioni CNN. HBO Max è anche la nuova sede di streaming per tutte le serie che Warner Bros. produce per The CW Network – incluse le serie DC «Arrow», «The Flash» e la prossima «Batwoman».

Poiché solo metà di The CW Network è controllata da Warner Media, le serie DC saranno disponibili su HBO Max 30 giorni prima della data di lancio. Tuttavia, The CW Network rimarrà indipendente e non diventerà parte integrante del nuovo servizio di streaming.

Warner Media continuerà quindi a distribuire i propri spettacoli e film sulla propria piattaforma di streaming in qualità di proprietario dei contenuti. Lo streaming continua a tirare la corda. Si spezzerà prima o poi?

Non vuoi perderti notizie e curiosità sull'abbagliante mondo del cinema e della TV in futuro? Allora segui il mio profilo cliccando su «Segui l’autore» in basso.

A 18 persone piace questo articolo


Luca Fontana
Luca Fontana
Editor, Zurigo
Avventure nella natura e sport che mi spingono al limite descrivono la mia zona confortevole. Per compensare mi godo anche momenti tranquilli leggendo un libro su intrighi pericolosi e oscuri assassinii di re. Sono entusiasta delle colonne sonore dei film e ciò si sposa con la mia passione per il cinema. Una cosa che voglio dire da sempre: «Io sono Groot».

Potrebbero interessarti anche questi articoli