Hai sempre scaldato la pizza in modo sbagliato

Hai sempre scaldato la pizza in modo sbagliato

Simon Balissat
Zurigo, il 25.03.2019
Hai dei resti di pizza in frigo che non hai finito durante il weekend? Sei fortunato! Perché ho un metodo per rendere di nuovo caldo e croccante il trancio di pizza avanzato.

«Ho fatto un casino. Volevo scaldare la pizza nel tostapane. Ha funzionato solo per metà», mi dice il mio collega e vicino di banco Martin Jud, mostrandomi una foto. Il tostapane è come in un bagno di sangue, ma «la pizza era croccante!», ribadisce Martin.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

In realtà c’è un modo molto più semplice per scaldare la pizza e renderla croccante: riscaldala in padella. Nel tostapane la pizza diventa croccante, ma si sporca tutto. Nel microonde si scalda, ma l’effetto non è croccante e nel forno ci vuole un'eternità. In padella, invece, la pizza diventa croccante e la mozzarella si scioglie.

Quattro salti in padella

Scalda la pentola a fuoco medio e nel frattempo crea un coperchio con un foglio di alluminio così da ricoprire esattamente i pezzi di pizza. Assicurati che il lato lucido sia rivolto verso il basso. In questo modo i raggi di calore vengono riflessi e fanno sciogliere la mozzarella. Il calore del fondo della padella rende l'impasto nuovamente croccante dopo pochi minuti, senza fare danni.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

L'unico svantaggio del mio metodo padella: puoi riscaldare solo pochi pezzi di pizza alla volta. Se hai ancora una mezza pizza formato famiglia in frigorifero, questo non è il metodo giusto.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Vuoi altri consigli utili in cucina? Segui il mio profilo autore! Riceverai una notifica via mail non appena avrò pubblicato un nuovo articolo.

Padelle
talento pro (32cm, Padella per friggere, Alluminio pressofuso)
47.–
Tefal talento pro (32cm, Padella per friggere, Alluminio pressofuso)

Le pentole Talent Talent Pro hanno l'eccellente qualità per risultati di frittura perfetti.

A 27 persone piace questo articolo


Simon Balissat
Simon Balissat
Senior Editor, Zurigo
Quando 15 anni fa ho lasciato il nido di casa, mi sono improvvisamente ritrovato a dover cucinare per me. Ma dalla pura e semplice necessità presto si è sviluppata una virtù, e oggi non riesco a immaginarmi lontano dai fornelli. Sono un vero foodie e divoro di tutto, dal cibo spazzatura alla cucina di alta classe. Letteralmente: mangio in un battibaleno..

Potrebbero interessarti anche questi articoli