Dior lancia una cipria e tutti sono confusi
Novità e trendBellezza + Salute

Dior lancia una cipria e tutti sono confusi

Natalie Hemengül
Zurigo, il 22.02.2021
Traduzione: Nerea Buttacavoli
La cipria solleva domande: l'ultimo prodotto lanciato da Dior sta causando un acceso dibattito. Lecitamente?

Dior annuncia che sta aggiungendo una cipria alla sua popolare linea Backstage. Tuttavia, la «Face & Body Powder-No-Powder» sta causando un putiferio nella beauty community – e questo prima ancora che siano iniziate le vendite.

È il range di colori, non il nome contraddittorio, che scatena la discussione sui social media come YouTube, Reddit o Instagram. La cipria per il corpo e il viso del marchio di lusso sarà disponibile in dieci nuances a partire dal 1° marzo. Per una cipria coprente, sarebbe una shade range molto modesta. Ma la cipria di Dior è tutt’altro che coprente. Su Trendmood, il prodotto è presentato come «Perfecting Translucent Powder». Traslucido, sinonimo di incolore. È per questo che i marchi di solito rilasciano polveri traslucide in una sola nuance universale.

Allora perché dieci colori a quanto pare incolore?

Fonte: @trendmood1
Fonte: @trendmood1
Fonte: @sugakokondo
Fonte: @sugakokondo

Capace di tutto, a quanto pare

Vediamo cosa dice il produttore. Dior descrive il prodotto a base di gel trasparente come un prodotto multiuso per l'incarnato che opacizza, uniforma le imperfezioni e illumina la pelle. Inoltre – a seconda della tonalità (il che ci riporta al problema sopra) – si può usare anche come bronzer. E tutto questo con un «finish translucido».

Ma quindi? È incolore o ha proprietà coprenti?

La risposta sembra stare da qualche parte in mezzo. Probabilmente Dior intende una polvere dalla copertura ultra leggera che non si rivela tale sulla pelle. Un ambaradan di termini di marketing – difficile da evitare quando un prodotto può apparentemente fare tutto. E non c'è nemmeno da meravigliarsi se gli utenti si scontrano nelle colonne dei commenti.

Perché così tanti drammi per una cipria?

L'argomento tocca un problema che persiste da anni, purtroppo ancora molto attuale nell’industria della bellezza: sono molteplici i marchi che ancora non offrono nuances sufficienti per soddisfare le esigenze dei consumatori, in modo che ogni colore della pelle abbia a disposizione prodotti del colore giusto. Dovrebbe essere scontato, ma non lo è.

Ecco perché con ogni lancio di prodotti per l’incarnato, si pone sempre la domanda: quanta scelta è abbastanza scelta?

Più un prodotto è coprente, più precisamente devi azzeccare la nuance giusta. Di conseguenza, il marchio deve offrire uno shade range più ampio. Al contrario, questo significa che più un prodotto è traslucido, più sono i diversi toni di pelle che possono indossare la stessa tonalità; il marchio può quindi offrire uno shade range più piccolo. I prodotti leggermente colorati come una BB cream o le ciprie dalla copertura leggera perdonano qualche imprecisione quando si tratta di azzeccare la nuance giusta. Questo significa che possono comunque avere un bell'aspetto sulla tua pelle, anche se non stai indossando l’esatto colore giusto. La cipria Dior rientra probabilmente in questa categoria. Se dieci nuances sono troppe o troppo poche, lo vedremo dalle prime recensioni.

Per molti, è comunque di grande importanza poter classificare correttamente un prodotto fin dall’inizio: è l'unico modo per valutare se un marchio è pigro sotto questo punto di vista, o se ha davvero pensato a scelte di colore equilibrate e si impegna per l'inclusione. Soprattutto se si sta pensando di sostenere un marchio di lusso con quasi 40 dollari. Quello che a prima vista sembra una discussione inutile su una cipria qualsiasi, è una conseguenza di una lotta decennale per avere più diversità nell'industria della bellezza. E questa lotta è tutt'altro che finita.

La cipria non sarà disponibile nel nostro paese per il momento.

A 15 persone piace questo articolo


Natalie Hemengül
Natalie Hemengül
Editor, Zurigo
Sono una fanatica estrema di Disney e il mio mondo è tutto rosa e fiori. Venero le serie tv anni '90 e sono devota alle mie sirenette. Se non sto danzando sotto una pioggia di glitter, mi trovi a un pijama party o a incipriarmi il naso. P.s.: con la giusta tecnica puoi conquistarmi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli