Apple AirTag: niente da perdere
Novità e trendSmartphone

Apple AirTag: niente da perdere

Jan Johannsen
Jan Johannsen
Amburgo, il 20.04.2021
Traduzione: Leandra Amato
Apple vuole rendere più facile trovare gli oggetti smarriti. Con gli AirTags non dovrai cercare a lungo per ritrovare rapidamente le tue chiavi, il portafoglio o lo zaino.

Il principio di funzionamento di Apple AirTag è semplice: appendi il piccolo ricevitore/trasmettitore all'oggetto che continui a smarrire e che vuoi trovare rapidamente. Utilizzando il Bluetooth e un'altra tecnologia wireless – Ultra Wide Band – il tuo iPhone troverà il ciondolo e ti indicherà la giusta direzione tramite il servizio «Find my» di Apple, mostrandoti la via sulle mappe, ma anche tramite le frecce direzionali sul display del tuo smartphone.

Trovare invece di cercare

L'idea dietro AirTag non è nuova. Tile offre ciondoli con funzionalità simili da anni. Samsung si è aggiunta nel 2020. Ora Apple li lega nel suo ecosistema come accessori. Naturalmente anche in una versione di lusso in collaborazione con Hermès.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Gli AirTags sono certificati IP67, quindi sono impermeabili e resistenti alla polvere. La batteria CR2032 dovrebbe durare più di un anno e può essere cambiata da chiunque.

Come per tutti i prodotti Apple, la configurazione su iOS dovrebbe essere molto semplice. Anche la privacy è una priorità per Apple. Solo tu dovresti essere in grado di trovare i tuoi oggetti. E se chiedi alla comunità di aiutarti a trovarli, nessuno lo saprà. Un'altra cosa importante: l'AirTag è per gli oggetti, non per le persone. In altre parole: non sono fatti per gli stalker.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Puoi progettare l'incisione sull'AirTag secondo i tuoi gusti. Stiamo ancora aspettando informazioni precise sulla disponibilità. Negli Stati Uniti saranno disponibili da maggio ad un prezzo di 29 dollari per uno o 99 dollari per quattro.

A 291 persone piace questo articolo


Jan Johannsen
Jan Johannsen
Content Development Editor, Amburgo
Quand j'étais petit, je m'asseyais dans le salon de mon ami avec tous mes camarades de classe et je jouais sur sa SuperNES. Depuis, j'ai eu l'occasion de tester toutes les nouvelles technologies pour vous. J'ai fait des tests chez Curved, Computer Bild et Netzwelt, et suis maintenant chez Galaxus.de.

Potrebbero interessarti anche questi articoli