RecensioneVideogiochi

5 giochi del catalogo Apple Arcade divertenti anche senza controller

Martin Jungfer
Zurigo, il 24.06.2022
Traduzione: Leandra Amato

Con Arcade, anche Apple ha la sua offerta di giochi. Non è in grado di tenere il passo con le grandi piattaforme come Steam e co., ma offre anche alcuni giochi interessanti. Ecco la mia selezione molto soggettiva.

Gli esperti gaming della nostra redazione non mi prendono comunque sul serio. Non appena mi mettono in mano un controller, vengo subito smascherato. Il mio passato videoludico è molto lontano, vengo dai tempi del joystick, con cui giocavo a simulatori di volo come Gunship di Microprose. Ma sono diventato presto un gamer da tastiera e mouse. Non era necessario altro con i lemming, con «Sim City», «Civilization», «Command & Conquer», «Monkey Island«, la serie «Anno» o la simulazione di football manager «Anstoss».

Ora sai più o meno quanti anni ho e quali sono i miei gusti in fatto di videogiochi. Questo influenza anche la seguente piccola selezione di giochi arcade Apple che ti raccomando qui. Sono tutti titoli che gioco sul Mac Mini. Funzionano anche su un iPad o un iPhone, ma sono troppo complicati da usare per me o lo schermo è troppo piccolo. Dopo migliaia di ore di scorrimento e digitazione, preferisco il mouse e la tastiera quando ho bisogno di un gioco che mi distragga tra un lavoro e l'altro o dopo.

Kingdom Rush Frontiers

Draghi armati, vermi invisibili del deserto o ragni mutati vogliono rompere la tua linea di difesa: questa è più o meno la trama di «Kingdom Rush Frontiers». In quindici turni, hai il compito di costruire il sistema di difese più efficiente possibile per spezzare le ondate di attacco ed eliminare tutti i nemici. Per ogni nemico distrutto, si guadagnano punti che possono essere utilizzati per potenziare le torri degli arcieri, dei maghi o dei cannoni e le caserme. Inoltre, nel negozio sono presenti alcune armi speciali e un eroe.

Mi piace questo gioco perché richiede abilità tattica e diventa subito chiaro se il mio piano funzionerà o se verrò sopraffatto. Graficamente, mi piace l'aspetto fumettistico del gioco, uscito per la prima volta nel 2013, compreso il sangue, e l'audio d'atmosfera ben fatto, comprese le parole delle mie truppe da combattimento che escono dalle caserme – «ready to rumble».

Genere: Strategia in tempo reale/costruzione
Tempo richiesto: da 15 minuti a turno
Adatto a: chi adora la tattica con un atteggiamento difensivo

Butter Royale

So che esiste già Fortnite. E so anche che alla fine solo una persona rimane e vince – quindi il principio del Battle Royale mi è chiaro. Su Apple Arcade, il mio gioco Battle Royale preferito è «Butter Royale». Ci si muove con il proprio avatar in un paesaggio urbano, nei terreni di una fattoria o in una fabbrica e si uccidono i nemici con una delle «Nutritionally Operated Machines» (NOM), ad esempio il Mayonator. Il tutto è accompagnato da annunci della voce dello show master come «Let’s get ready to scrumble!» o «Time to ketchup!». Si gioca in singolo contro altri 31 giocatori e giocatrici o si fa parte di un gruppo di quattro persone.

Perché è divertente? Controllo il personaggio con i tasti ASDW. Con il tasto sinistro del mouse sparo specificamente a un avversario, con il destro la figura mira automaticamente all'avversario più vicino a me. È semplice ed è esattamente il livello di sfida che posso affrontare. And if I doughnut give up, maybe I will have butter luck next time.

Genere: Battle Royale
Tempo richiesto: da 5 minuti
Adatto a: perditempo con gusto per i giochi di parole

The Oregon Trail

Molto tempo fa, prima dell'inizio del nuovo millennio, ho fatto il mio primo (e unico) tentativo di essere un game designer con il linguaggio di programmazione Pascal. Semplici istruzioni if-then per l'approvvigionamento alimentare di un villaggio. «Oregon Trail» mi ricorda un po' quei tempi. E in effetti il gioco è un classico della storia dei videogiochi. Funzionava in una grafica a 8 bit sul Commodore 64 e ancora prima, nel 1978, in una variante Integer Basic sull'Apple II.

Da allora sono state realizzate numerose altre versioni, fino a «Oregon Trail» del 2021, che ora si può trovare nel catalogo Arcade. Allora come oggi, si trattava di portare un gruppo di coloni dal Missouri all'Oregon, sulla costa occidentale degli Stati Uniti, a bordo di un carro coperto. Lungo il percorso si nascondono pericoli, compiti e storie di ogni tipo. I tuoi coloni possono rompersi una gamba, perdere il carro attraversando un fiume, ammalarsi di dissenteria, morire di fame e disperarsi. Devi decidere come far reagire il gruppo. Spesso è solo una questione di quale sia il male minore. Tutto questo non sembra necessariamente divertente. Ma se vuoi imparare qualcosa sulla storia americana intorno all'anno 1850, «The Oregon Trail» è da consigliare. Puoi immedesimarti nell'audacia dei primi coloni e nelle difficili decisioni che spesso dovevano prendere durante i loro viaggi. Non c'è da stupirsi: The Oregon Trail è materia obbligatoria nelle scuole statunitensi e decine di scuole portano addirittura il suo nome.

Genere: edutainment\ Tempo richiesto: almeno 60 minuti\ Adatto a: chi adora la storia

Outlanders

«Outlanders» è una sorta di «The Settlers Light», con alcuni elementi della serie «Anno» e «Sim City» mescolati. C'è anche un buon pizzico di umorismo, un design aggraziato e il suono atmosferico della chitarra pizzicata. Nel gioco bisogna portare a termine diversi compiti, ad esempio all'inizio bisogna vincere 40 tavole necessarie per costruire una nave. Le tavole vengono dagli alberi, ed è per questo che prima di costruire una capanna da falegname bisogna costruire una capanna da boscaiolo. In entrambi gli edifici, i residenti devono essere mandati al lavoro.

Come nella maggior parte delle simulazioni edilizie, l'obiettivo è quello di raccogliere risorse, mantenere gli abitanti nutriti e felici, e costruire nuovi edifici che richiedono ancora una volta risorse, ma che mantengono felice e occupato il gruppo crescente di abitanti. Il ciclo perfetto per ore e ore di gioco.

Quindi, Soren... hai paura dei passerotti. Questi testi risvegliano in me il desiderio di scoprire e rendono il gioco più divertente.
Quindi, Soren... hai paura dei passerotti. Questi testi risvegliano in me il desiderio di scoprire e rendono il gioco più divertente.

In «Outlanders», creato nel 2019 dallo Studio Pomelo con sede in Uruguay, il gameplay è semplice. Questo mi lascia il tempo di godermi i piccoli testi su edifici e persone del mio piccolo villaggio. Per esempio, vengo a sapere che Thyra, sei anni, ha la capacità di arrotolare la lingua e si sta riprendendo da uno shock da zucchero. Nella mia capanna da falegname c'è scritto: «Fai delle tavole con il tuo legno». È eccitante come sembra». È esattamente il mio umorismo.

Genere: costruzione di città
Tempo richiesto: almeno 60 minuti
Adatto a: fan di Sim City e della natura

Hidden Folks

Che lo si ami o lo si odi, questo gioco ti farà impazzire o ti farà divertire. Forse anche entrambi. Il campo di gioco in «Hidden Folks» è una superficie bianca su cui un disegnatore apparentemente mediocre si è sbizzarrito a disegnare persone, animali, piante ed edifici di ogni tipo. È possibile fare clic su qualsiasi cosa, la maggior parte delle quali produrrà un qualche tipo di effetto sonoro. Ma non uno generato elettronicamente, e nemmeno uno realistico, bensì uno fin troppo umano. Sembra quasi un mix tra due cose. Primo: un bambino di un anno e mezzo imita la sua macchinina facendo «Brrrrummm». Secondo: Michael Winslow, l'uomo dai 1000 effetti sonori, da «Scuola di polizia». Anche quando si richiamano le voci del menu, si sente il «pling» registrato da qualcuno al microfono. È qualcosa di nuovo e mette di buon umore.

Devi risolvere compiti diversi per ogni immagine di oggetti nascosti. Nella parte inferiore dello schermo, ad esempio, vengono mostrate figure o animali che si devono trovare e su cui si deve cliccare. Immagina «Where is Waldo», solo non a colori, ma in versione interattiva e con suoni. Questo è «Hidden Folks».

Il gioco, uscito nel 2017, ha vinto una serie di premi quest'anno, tra cui «iPad Game of the Year» di Apple. È una co-produzione del game designer Adriaan de Jongh e dell'artista Sylvain Tegroeg, entrambi olandesi.

Genere: oggetti nascosti
Tempo richiesto: da 5 minuti
Adatto a: fan delle immagini «Trova le differenze»

200 giochi con Apple Arcade

Apple Arcade è disponibile sull'App Store; attualmente costa 6 franchi al mese in Svizzera e 4,99 euro al mese in Germania e Austria. Gli oltre 200 giochi della piattaforma lanciati nel 2019 sono privi di pubblicità e solitamente senza acquisti in-app. Alcuni dei giochi che ho presentato qui sono disponibili anche su altre piattaforme.

Quali sono i tuoi giochi preferiti? Quale mi consiglieresti, ora che ho svelato me stesso e le mie scelte? Lascia un commento in fondo alla pagina.

A 21 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Giornalista dal 1997 con sedi in Franconia, sul lago di Costanza, a Obvaldo e Nidvaldo e a Zurigo. Padre di famiglia dal 2014. Esperto in organizzazione editoriale e motivazione. Focus tematico sulla sostenibilità, strumenti per l'ufficio domestico, cose belle in casa, giocattoli creativi e articoli sportivi. 


Videogiochi
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader