Scarpe da corsa

Scarpe da corsa

Con una vasta gamma di scarpe da corsa per donne, uomini e bambini di marche come On e Asics, abbiamo la scarpa da corsa giusta per ogni atleta. Soprattutto per un allenamento regolare, è importante scegliere una scarpa da corsa adatta al proprio corpo, al proprio stile di corsa e alle condizioni di corsa (quanto spesso, quanto a lungo, dove), altrimenti la corsa può danneggiare soprattutto le articolazioni. Non esiste la scarpa da corsa perfetta o migliore, ma solo la scarpa da jogging giusta per il piede giusto. È quindi importante fare un'analisi approfondita del proprio corpo e delle proprie abitudini di corsa.

- Passo 1: Analisi della forma del piede: La forma del piede è un primo fattore essenziale per determinare la scarpa da corsa. Si distingue tra una forma di piede normale e un piede cavo, piatto o piatto. Molti corridori hanno archi caduti o la variante più estrema, i piedi piatti. L'arco longitudinale abbassato può causare disallineamenti e un'ammortizzazione insufficiente (del corpo stesso), che può portare a vari disturbi. Quando cammini sul terreno con i piedi bagnati, le tue impronte ti danno una buona indicazione della forma del tuo piede.

- Passo 2: Il prossimo passo è analizzare più da vicino l'asse delle gambe. Anche qui, c'è un piccolo test: si sta in piedi con le gambe relativamente vicine, senza scarpe, e si mette una mano tra le ginocchia, senza toccare il ginocchio. Se ora vi accovacciate e le ginocchia si avvicinano alla mano, cioè l'asse delle gambe si inclina verso l'interno, avete un'iperpronazione. Questo è spesso il caso delle persone che hanno archi cadenti o piedi piatti. Se la distanza aumenta, cioè il ginocchio si sposta verso l'esterno, si tratta di supinazione. Questo di solito colpisce le persone con un piede normale o cavo. Se la distanza tra il ginocchio e la mano rimane invariata, l'asse piede-ginocchio-fianchi è relativamente stabile.

- Fase 3: Prima di scegliere la tua scarpa da corsa, dovresti anche farti le seguenti domande in una terza fase:
- Quanto spesso ho intenzione di correre? - Questo ha un'influenza sugli obiettivi che ti poni per la tua corsa: Vuoi migliorare la tua forma fisica di base a lungo termine o vuoi allenarti per una gara specifica?
- Quanto tempo voglio correre per sessione? - Più a lungo si corre, più i vasi sanguigni si espandono. Per esempio, una maratona può far gonfiare il piede molto più di una corsa di dieci chilometri. Se vuoi correre distanze più lunghe in media, dovresti sempre comprare la tua scarpa circa una taglia più grande.
- Dove correrò principalmente? - Le stesse scarpe sono solitamente adatte a superfici di asfalto e ghiaia. Se vuoi correre su sentieri poveri, sentieri singoli o in inverno sulla neve, le scarpe da trail running speciali sono più raccomandate.

Sulla base delle analisi e delle considerazioni di cui sopra, puoi ora determinare la scarpa da corsa giusta per te e per il tuo corpo. Una regola empirica: il 70-80% del tuo allenamento dovrebbe essere fatto in una "scarpa comfort" durevole e adatta alla tua anatomia in termini di ammortizzazione e stabilità. Per gli iperpronatori con i piedi piatti, si raccomanda una scarpa da corsa sostenuta con sufficiente ammortizzazione. Tuttavia, questo e il grado di stabilità variano a seconda del modello e della marca e sono basati su tecnologie diverse. Inoltre, la percezione è sempre molto soggettiva, quindi vale la pena testare diverse scarpe con livelli simili di ammortizzazione e supporto. Questo per scoprire quale scarpa da corsa è la più comoda e si adatta meglio al tuo stile di corsa.
Se hai una supinazione o un allineamento normale del piede, si raccomanda una scarpa neutra, non supportata.
Per coloro che corrono principalmente fuori strada e sui sentieri, si raccomanda una scarpa da trail running speciale.