Tre obiettivi 50 mm di Sony a confronto
Questo articolo è stato tradotto automaticamente.
RecensioneFoto e video

Tre obiettivi 50 mm di Sony a confronto

David Lee
Zurigo, il 14.04.2022

Tutti e tre gli obiettivi sono maneggevoli, ragionevolmente veloci e hanno una lunghezza focale di 50 millimetri. Eppure sono molto diversi.

Le lenti con una lunghezza focale di 50 millimetri sono la cosa più normale del mondo - ecco perché sono chiamate lenti normali. Mostrano una sezione dell'immagine simile al campo visivo umano e sono quindi versatili. Questa lunghezza focale rende possibili obiettivi veloci e nitidi senza una costruzione complessa dell'obiettivo. Ecco perché un classico "nifty fifty" è piccolo, leggero e poco costoso nonostante la sua alta velocità.

Per me, un obiettivo da 50 mm fa sempre parte dell'attrezzatura. Tuttavia, non ce n'è solo uno per sistema. Sony ne ha circa una mezza dozzina nella sua gamma, più altri di produttori terzi.

Le lenti

In questo articolo confronterò tre obiettivi. Prima di tutto, c'è il FE 50mm F1.8, che d'ora in poi chiamerò "f/1.8". Corrisponde più da vicino al classico Nifty Fifty: abbastanza veloce, pesa solo 186 grammi ed è effettivamente molto economico. All'inizio dell'anno, era ancora disponibile per meno di 200 franchi. Negli ultimi mesi, tuttavia, le strozzature dell'offerta hanno fatto salire il prezzo.

FE 50mm F1.8
209.–meno 12% con codice voucher
Sony FE 50mm F1.8
174

L'obiettivo numero due è un obiettivo macro. Posso avvicinarmi molto al soggetto per mostrare piccoli dettagli in grande stile. Anche se non sono un appassionato fotografo macro, lo trovo abbastanza utile per le foto di prodotti, e ogni tanto mi trovo in una situazione in cui potrei fare buon uso della breve distanza di scatto. Naturalmente, una macro può essere utilizzata anche per altri scatti. Ma se si opta per questa variante "2 in 1", si accettano leggeri svantaggi. Poiché è un macro, l'obiettivo è un po' più grande, più pesante e meno veloce del primo. È anche più costoso - ma meno costoso, meno grande e meno pesante di due lenti separate.

FE 50mm f / 2.8 Macro
519.–meno 12% con codice voucher
Sony FE 50mm f / 2.8 Macro
5

Il terzo obiettivo da 50 mm è il più costoso del gruppo. Non è né particolarmente veloce né capace di fare macro, ma ha altri vantaggi. L'autofocus è veloce e silenzioso. Questo obiettivo ha una ghiera di apertura che può anche essere regolata continuamente. Questo lo rende più adatto alla registrazione video rispetto agli altri due. Inoltre, è anche il più piccolo dei tre obiettivi. Lo chiamo "f/2.5" o "G lens" in breve in questo rapporto.

FE 50mm f/2.5 Sony E
546.–meno 12% con codice voucher
Sony FE 50mm f/2.5 Sony E
9

Gli altri obiettivi Sony con una lunghezza focale di 50 millimetri sono "Fifty", ma non "Nifty". Hanno una velocità di f/1.4 o anche f/1.2, il che li rende molto più grandi e costosi. Personalmente, non ho bisogno di una velocità così elevata - almeno non nel formato completo.

Operazione

Con l'f/1.8, le cose sono semplici: a parte l'anello di messa a fuoco, non ha controlli. Nemmeno un interruttore per passare dalla messa a fuoco manuale all'autofocus o viceversa. Bisogna farlo sulla telecamera, dove è molto più complicato. La commutazione è necessaria perché non si può usare l'anello quando l'autofocus è attivo. A proposito: la ghiera di messa a fuoco deve essere girata per tempi diversi, a seconda che la muova velocemente o lentamente. Questo è un bene per la fotografia perché posso regolare lentamente e con precisione. Ma è poco pratico per i video. È impossibile mettere a fuoco o sfocare sempre alla stessa velocità. Inoltre, devo girare troppo quando sono lento.

L'obiettivo macro è più comodo. Accanto all'interruttore AF/MF, c'è un pulsante liberamente configurabile. A differenza dei pulsanti personalizzati della fotocamera, è possibile premere facilmente questo pulsante anche quando si guarda attraverso il mirino.

Il piccolo obiettivo G con f/2.5 ha anche il pulsante personalizzato e l'interruttore AF/MF, più, come detto, la ghiera dei diaframmi, che può essere usata con o senza click stop. Una caratteristica speciale è il parasole. Non può essere avvitato al contrario quando non è in uso. Invece, il coprilente è montato sull'aletta parasole. Questo rende la lente un po' più lunga, ma solo un po', dato che il parasole è corto. Sembra uno svantaggio, ma è un vantaggio. Perché con l'f/1.8 - e molti altri obiettivi Sony - il parasole avvitato al contrario copre la ghiera di messa a fuoco. Con questo obiettivo, invece, tutti i controlli rimangono liberamente accessibili.

Beim f/1,8 (links) verdeckt die umgekehrte Sonnenblende den Fokusring. Ist auch ein Blendenring vorhanden, wie rechts beim 24mm f/2,8 wird auch der verdeckt. Nicht aber beim 50mm f/2,5 (Mitte): Diese Gegenlichtblende braucht wenig Platz und bleibt immer in Betriebsposition.
Beim f/1,8 (links) verdeckt die umgekehrte Sonnenblende den Fokusring. Ist auch ein Blendenring vorhanden, wie rechts beim 24mm f/2,8 wird auch der verdeckt. Nicht aber beim 50mm f/2,5 (Mitte): Diese Gegenlichtblende braucht wenig Platz und bleibt immer in Betriebsposition.

Messa a fuoco

Il motore di messa a fuoco dell'obiettivo più economico è lento e rumoroso. È difficilmente utilizzabile per i video. Particolarmente fastidioso: quando si muove l'anello in messa a fuoco manuale, questo aziona il motore elettrico di messa a fuoco. Di conseguenza, la messa a fuoco manuale è altrettanto rumorosa della messa a fuoco automatica. Inoltre, la sezione dell'immagine cambia significativamente a seconda del punto di messa a fuoco. Questa respirazione a fuoco è anche un problema, specialmente con i video.

Tutto questo vale anche per l'obiettivo macro. Ma a causa della gamma di messa a fuoco più ampia, ci vuole più tempo per mettere a fuoco da un'estremità all'altra - sia manualmente che automaticamente. La respirazione concentrata è quindi anche più pronunciata. Con l'interruttore di distanza è possibile limitare la gamma di autofocus: da 16 a 30 cm o da 30 cm all'infinito. Un'altra caratteristica speciale: questo obiettivo non ha una messa a fuoco interna. L'obiettivo si estende quando ci si sposta nel campo del primo piano. Questo può essere un problema in situazioni particolari, per esempio quando si vuole fotografare attraverso una finestra.

Il focus mostra perché il più piccolo dei tre costa di più. L'autofocus funziona completamente in silenzio in modalità video. L'autofocus è anche superiore in modalità foto: è molto più veloce e funziona in modo affidabile anche con poca luce. L'anello di messa a fuoco percorre sempre la stessa distanza, indipendentemente dalla velocità. Tuttavia, la respirazione concentrata può essere vista anche qui.

Ecco un confronto tra i motori di messa a fuoco degli obiettivi. Accendi il suono per questo.

Capacità macro

Quando si tratta di macro, logicamente l'obiettivo macro vince - di gran lunga. La domanda è: chi prende il secondo posto? È l'f/2.5. Con esso posso avvicinarmi di dieci centimetri rispetto all'f/1.8, e lo si vede chiaramente.

f/1,8: Naheinstellgrenze 45 cm
f/1,8: Naheinstellgrenze 45 cm
f/2,8 Macro: Naheinstellgrenze 16 cm
f/2,8 Macro: Naheinstellgrenze 16 cm
f/2,5: Naheinstellgrenze 35 cm
f/2,5: Naheinstellgrenze 35 cm

Nitidezza dei bordi

Al centro dell'immagine, tutti gli obiettivi sono nitidi, comunque fermi. Ma a diaframma aperto, le differenze diventano evidenti negli angoli dell'immagine. L'f/1.8 è chiaramente meno nitido degli altri due, anche quando mi fermo a f/2.8. Il costoso obiettivo G vince sul macro, ma entrambi sono molto buoni.

Le immagini di confronto mostrano un crop dall'angolo in alto a destra.

f/1,8, Offenblende
f/1,8, Offenblende
f/1,8, abgeblendet auf f/2,8
f/1,8, abgeblendet auf f/2,8
f/2.8 Macro, Offenblende
f/2.8 Macro, Offenblende
f/2.5, Offenblende
f/2.5, Offenblende

Vignettatura

In questo confronto, l'obiettivo più economico vince se scatto tutte le foto a f/2.8. L'obiettivo G è migliore del macro, ma deludente per il prezzo.

 f/1,8
f/1,8
f/2,8
f/2,8
f/2,5
f/2,5

Tuttavia, f/2.8 è già più di uno stop fermato sul vincitore - e lo stop down aiuta sempre contro la vignettatura. Da questo punto di vista, il confronto non è del tutto corretto. A diaframma aperto, anche l'f/1.8 rimane scuro negli angoli.

f/1,8 bei Offenblende
f/1,8 bei Offenblende

Intensità luminosa e profondità di campo

I tre obiettivi hanno aperture diverse: da f/1.8 a f/2.5 a f/2.8. Cosa significa questo nella vita quotidiana?

In una situazione in cui un obiettivo con f/1.8 può cavarsela con 1000 ISO, uno con f/2.5 ha già bisogno di 2000 ISO e uno con f/2.8 di 2500 ISO. Questo a volte può essere un vantaggio, ma la maggior parte delle volte f/2.8 è sufficiente.

L'altro vantaggio di un'apertura maggiore: Più libertà d'azione quando si tratta di sfocare lo sfondo. Per i seguenti tre autoritratti, vi consiglio di concentrarvi solo sullo sfondo. È molto meno nitido a f/1.8.

f/1,8
f/1,8
f/2,8
f/2,8
f/2,5
f/2,5

Tuttavia, penso che in questi casi la composizione dell'immagine sia molto più importante di un po' più o meno di profondità di campo. In termini concreti: ciò che conta di più è la distanza tra il soggetto e lo sfondo. Se questo è abbastanza grande, con f/2.8 si possono fare ritratti che si staccano chiaramente dallo sfondo.

Conclusione

Per i video con autofocus, solo l'f/2.5 è in discussione. Gli altri possono essere utilizzati solo per i video in situazioni in cui la messa a fuoco può essere fissata in anticipo.

In foto, la questione è meno chiara. Tutti e tre hanno i loro vantaggi e svantaggi. Tuttavia, anche in questo caso preferisco chiaramente l'f/2.5. Nonostante le sue piccole dimensioni, offre una qualità d'immagine molto buona e non lascia quasi nulla a desiderare in termini di maneggevolezza - in netto contrasto con l'f/1.8, che non ha nemmeno un interruttore di messa a fuoco. L'eccellente motore di messa a fuoco dell'obiettivo G è anche benvenuto durante le riprese.

Per quanto riguarda la macro: i compromessi che si devono fare per la funzione macro sarebbero troppo alti per me. Budget permettendo, raccomanderei una macro separata, idealmente con un po' più di lunghezza focale. Il Sony 90 è un ottimo obiettivo macro.

Gli unici argomenti a favore dell'f/1.8 sono il prezzo normalmente favorevole e la velocità. Mentre trovo che nel pieno formato e con i sensori a basso rumore di oggi, f/2.8 è quasi sempre sufficiente.

In definitiva, l'obiettivo e la macchina fotografica dovrebbero andare bene insieme. Se avete comprato una Alpha 7 II economica per scattare ritratti, l'f/1.8 potrebbe fare al caso vostro. Tuttavia, il potenziale di un'attuale Alpha 7 IV con autofocus veloce e funzioni video sofisticate può essere sfruttato solo con l'f/2.5.

A 9 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Il mio interesse per il mondo IT e lo scrivere mi hanno portato molto presto a lavorare nel giornalismo tecnologico (2000). Mi interessa come possiamo usare la tecnologia senza essere usati a nostra volta. Fuori dall'ufficio sono un musicista che combina un talento mediocre con un entusiamso eccessivo. 


Foto e video
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader