Il DJI Air 3 è versatile, ma troppo massiccio
Test del prodotto

Il DJI Air 3 è versatile, ma troppo massiccio

Traduzione: Rebecca Vassella

Due fotocamere e un'autonomia di volo più lunga rispetto a quella del suo predecessore, ma obiettivi più piccoli e un peso maggiore: a conti fatti, il DJI Air 3 non rappresenta certo un progresso. Almeno presenta caratteristiche familiari in modo sensato.

L'Air 3 è il nuovo drone di fascia media di DJI. Ricicla idee familiari e le ripropone. La cosa più interessante è il suo teleobiettivo. Ho portato il drone con me in vacanza in Galles e mi sono chiesto se si fosse mai fermato.

DJI Air 3 con controller RC-N2 (46 min, 720 g, 48 Mpx)
836.–

DJI Air 3 con controller RC-N2

46 min, 720 g, 48 Mpx

DJI Air 3 con controller RC-N2 (46 min, 720 g, 48 Mpx)
Drone RC
836.–

DJI Air 3 con controller RC-N2

46 min, 720 g, 48 Mpx

Design: l'Air è diventato massiccio

Ho avuto a lungo un debole per la serie Air tra la vasta gamma di prodotti DJI: non troppo grande, non troppo costoso, ma con una buona qualità dell'immagine. L'Air 3 è diverso. Le dimensioni e il peso sono ora molto più vicini a quelli della serie più grande Mavic. Rispetto alla generazione precedente, l'Air 3 ha guadagnato 125 grammi e 2,7 centimetri. Probabilmente a causa del teleobiettivo aggiuntivo e della batteria più grande.

L'Air 3 (secondo da destra) è grande quasi quanto un Mavic 3 (all'estrema destra). L'Air 2 (secondo da sinistra) si trovava ancora tra il Mini 3 (a sinistra) e il Mavic 3.
L'Air 3 (secondo da destra) è grande quasi quanto un Mavic 3 (all'estrema destra). L'Air 2 (secondo da sinistra) si trovava ancora tra il Mini 3 (a sinistra) e il Mavic 3.
Fonte: Samuel Buchmann

Ecco le specifiche principali rispetto al Mini 3 Pro e al Mavic 3 Pro:

Non sono solo le dimensioni del drone a colpire, ma anche quelle degli obiettivi. Entrambe le fotocamere sono dotate del CMOS da 1/1,3 pollici, presente nel Mini 3 Pro. Nel modello precedente, l'Air 2S, DJI ha installato un sensore più grande da 1 pollice. L'Air 2S era così in grado di registrare video con una risoluzione di 5.4K, mentre l'Air 3 riesce a registrare solo in 4K, ma almeno con un frame rate più elevato. Il drone ha anche installato più sensori che rilevano ostacoli in tutte le direzioni.

Il DJI Air 3 è dotato di due fotocamere: una con lunghezza focale di 24 mm e una con lunghezza focale di 70 mm.
Il DJI Air 3 è dotato di due fotocamere: una con lunghezza focale di 24 mm e una con lunghezza focale di 70 mm.
Fonte: Samuel Buchmann

Qualità dell'immagine: il teleobiettivo offre un valore aggiunto

La fotocamera principale offre esattamente la stessa qualità d'immagine del Mini 3 Pro: buona, anche se non eccezionale. Alla luce diurna, le foto in formato RAW con risoluzione di 48 megapixel sono le migliori. Nella vista al 100%, i limiti del piccolo sensore e dell'obiettivo diventano visibili; anche l'alta risoluzione non cambia la situazione. In realtà però sono visibili un po' più di dettagli rispetto alla modalità a 12 megapixel. Le foto sono molto belle in formato normale, mi piacciono anche i colori.

Pendine Sands, nel Galles, con la fotocamera principale dell'Air 3. Qui si battevano i record di velocità: nel 1927, John Godfrey Parry-Thomas morì quando la sua auto si ribaltò a 270 km/h.
Pendine Sands, nel Galles, con la fotocamera principale dell'Air 3. Qui si battevano i record di velocità: nel 1927, John Godfrey Parry-Thomas morì quando la sua auto si ribaltò a 270 km/h.
Fonte: Samuel Buchmann

Con meno luce, il rumore dell'immagine si fa vedere, per cui eviterei valori ISO superiori a 400. Poiché il drone può stare molto fermo in aria, le condizioni di scarsa illuminazione possono essere compensate con la velocità dell'otturatore per un tempo relativamente lungo.

Con il teleobiettivo è possibile fotografare soggetti da più lontano (qui, naturalmente, con il permesso dei proprietari di questo bed & breakfast).
Con il teleobiettivo è possibile fotografare soggetti da più lontano (qui, naturalmente, con il permesso dei proprietari di questo bed & breakfast).
Fonte: Samuel Buchmann

Anche i video in 4K hanno un bell'aspetto. Oltre al profilo colore standard, è possibile riprendere anche in «D-Log M». Si tratta di un profilo di colore piatto con una maggiore gamma dinamica che deve essere raddrizzato in seguito durante il taglio. Non è così piatto come il normale «D-Log» della serie Mavic, ma è disponibile sia per la fotocamera principale che per il teleobiettivo. Se si vuole scattare con uno shutter angle corretto, con l'Air 3 è quasi sempre necessario un filtro ND. Perché, a differenza della serie Mavic, l'apertura è fissa anche sulla fotocamera principale.

Lo shutter angle descrive la relazione tra la velocità dell'otturatore dei singoli fotogrammi e la frequenza dei fotogrammi di un video. Ad esempio, uno shutter angle massimo di 360 gradi significa che la velocità dell'otturatore è pari a quella del frame rate, quindi circa 1/30 s a 30 fotogrammi al secondo (FPS). In condizioni di luce elevata, lo shutter angle scende a due cifre senza un filtro grigio. Il video, però, non viene più percepito come fluido dal nostro occhio perché le singole immagini sono troppo nitide. Lo shutter angle più comune è di 180, ad esempio 1/60 s a 30 FPS o 1/120 s a 60 FPS. Allora la nitidezza del movimento sembra naturale.

I filtri devono essere acquistati separatamente, non essendo inclusi in nessuna combinazione. Scuriscono in egual misura la fotocamera principale e il teleobiettivo. Non credo che sia una scelta ben ponderata. Infatti, mentre l'apertura della fotocamera principale è di f/1,7, quella del teleobiettivo è di solo f/2,8, quindi lascia passare meno della metà della luce. Se si desidera scattare con ISO e velocità dell'otturatore costanti, è necessario cambiare il filtro ND ogni volta che si passa dalla fotocamera principale al teleobiettivo e viceversa.

Questi cambiamenti sono frequenti e hanno senso: anche la fotocamera con il teleobiettivo fa anche ottime foto e video. Lo stesso vale con il Mavic 3 Pro. Trovo fantastica la lunghezza focale di 70 millimetri (equivalente a 35 mm). La prospettiva dall'alto sembra meno usurata rispetto alle eterne riprese grandangolari. Allo stesso tempo, non si tratta di un super teleobiettivo di oltre 100 millimetri, che risulta in sensori microscopici ed è difficilmente utilizzabile. DJI utilizza invece lo stesso CMOS da 1/1,3 pollici della fotocamera principale.

La fotocamera doppia versatile, con una qualità d'immagine costante, è chiaramente il punto forte dell'Air 3. Da un lato, posso catturare ampi paesaggi con la fotocamera principale. Dall'altro, l'obiettivo da 70 millimetri apre nuove prospettive e possibilità, come gli effetti di parallasse (vedi video sopra). Se voglio che le persone siano presenti nell'immagine, non devo necessariamente far volare il drone a pochi metri da loro. Ciò mi avrebbe reso felice innumerevoli volte in passato con i video di arrampicata.

Volo e caratteristiche: molto buoni

L'Air 3 è come sempre facile da usare, una volta fatta un po' di pratica. Può volare molto velocemente in modalità sport, che non uso quasi mai nella pratica. Quello che mi piace, però, è che può anche tornare al suolo rapidamente a 10 m/s. A 6 m/s, il predecessore necessita di molto più tempo per planare da una grande altezza.

L'Air 3 è facile da pilotare. Non solo decolla rapidamente, ma può anche planare rapidamente.
L'Air 3 è facile da pilotare. Non solo decolla rapidamente, ma può anche planare rapidamente.
Fonte: Samuel Buchmann

Anche la lunga durata della batteria è pratica; nel migliore dei casi si raggiungeranno i 46 minuti dichiarati. Ma anche in presenza di vento forte, l'Air 3 è rimasto in aria per oltre mezz'ora durante i miei test. Questo è molto positivo e significa che devo portare con me una batteria di riserva in meno rispetto a prima. Un altro miglioramento è rappresentato dai sensori omnidirezionali che ora riconoscono anche gli ostacoli laterali. Se l'Air 3 vola in modalità normale, difficilmente colliderà in buone condizioni di luce.

Il drone è dotato di sensori ottici su tutti i lati. Sul lato inferiore si trova anche un preciso sensore a infrarossi.
Il drone è dotato di sensori ottici su tutti i lati. Sul lato inferiore si trova anche un preciso sensore a infrarossi.
Fonte: Samuel Buchmann

Ciò è particolarmente utile per il tracciamento automatico degli oggetti. È possibile regolare la prospettiva da cui il drone deve seguire qualcosa: da dietro, di lato o di fronte. Nei miei test con un'auto su una strada vuota funziona abbastanza bene. Per cui le riprese non sono sempre perfettamente fluide in condizioni di vento e con velocità variabile dell'oggetto.

Il volume del DJI Air 3 è sgradevole. Ho misurato 77 decibel (dB) a una distanza di 30 cm, solo un po' meno rumoroso del Mavic 3, che arriva a 79 dB. Pur essendo una frequenza bassa, è rumoroso. Un piccolo Mini 3 Pro è molto più silenzioso; nelle stesse condizioni ho infatti misurato 69 dB. Questa differenza non è trascurabile, poiché il volume è un fattore decisivo nel determinare se le persone non coinvolte si sentono disturbate da un drone.

Conclusione: utile ma non ispira tanto

Il DJI Air 3 è un drone versatile e sofisticato. La qualità delle immagini della fotocamera principale non è eccezionale, ma è buona. Rispetto al Mini 3 Pro, più piccolo, è disponibile un'utile seconda fotocamera con una lunghezza focale di 70 millimetri e un rilevamento degli ostacoli migliore. Ciò che mi piace particolarmente è che gli obiettivi delle due fotocamere sono identici in modo da poter coordinare le registrazioni nel montaggio e mixarle insieme.

Il drone rimane in aria più a lungo, ma è anche molto più grande del vecchio Air 2S. In termini di portabilità, non c'è alcun vantaggio rispetto alla grande serie Mavic. Almeno l'Air costa meno. Se le dimensioni non sono un problema, lo consiglio vivamente per il rapporto qualità-prezzo nella gamma DJI. Se si vuole l'utile teleobiettivo di Mavic con una lunghezza focale media, si dovrà puntare direttamente alla versione «Pro» il quale ha una fotocamera principale migliore e un super teleobiettivo da 166 millimetri. Ma la qualità del sensore più grande non è migliore e il super teleobiettivo è praticamente inutilizzabile.

DJI Mini 3 Pro con controller RC (34 min, 249 g, 48 Mpx)
Drone RC
802.–

DJI Mini 3 Pro con controller RC

34 min, 249 g, 48 Mpx

DJI Aria 2S (31 min, 595 g, 20 Mpx)
Drone RC
812.–

DJI Aria 2S

31 min, 595 g, 20 Mpx

DJI Mavic 3 Pro incluso DJI RC (43 min, 958 g, 20 Mpx)
Drone RC
1822.–

DJI Mavic 3 Pro incluso DJI RC

43 min, 958 g, 20 Mpx

DJI Mini 3 Pro con controller RC (34 min, 249 g, 48 Mpx)
802.–

DJI Mini 3 Pro con controller RC

34 min, 249 g, 48 Mpx

DJI Aria 2S (31 min, 595 g, 20 Mpx)
812.–

DJI Aria 2S

31 min, 595 g, 20 Mpx

DJI Mavic 3 Pro incluso DJI RC (43 min, 958 g, 20 Mpx)
1822.–

DJI Mavic 3 Pro incluso DJI RC

43 min, 958 g, 20 Mpx

Se si è a piedi, consiglio comunque il Mini 3 Pro. Lo svantaggio del peso dell'Air 3 è così grande che per me supera il vantaggio della fotocamera con teleobiettivo non appena devo trasportare il drone in uno zaino. Inoltre, il Mini 3 Pro è molto più silenzioso e quindi disturba meno le persone non coinvolte.

Mi piace il teleobiettivo extra, ma il drone è piuttosto pesante.
Mi piace il teleobiettivo extra, ma il drone è piuttosto pesante.
Fonte: Samuel Buchmann

Con l'Air 3, DJI fa ciò che il produttore sa fare meglio: coprire un'altra nicchia. Coloro che hanno esigenze specifiche dovrebbero essere soddisfatti del drone, per tutti gli altri si potrebbe piuttosto presentare il fenomeno choice overload. Invano cerco vere innovazioni: l'Air 3 consiste in fotocamere già note in una nuova combinazione su un drone piuttosto grande. Non male, ma ispira poco.

Immagine di copertina: Samuel Buchmann

A 43 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Le mie impronte digitali cambiano talmente spesso che il mio MacBook non le riconosce più. Il motivo? Se non sono seduto davanti a uno schermo o in piedi dietro a una telecamera, probabilmente mi trovo appeso a una parete di roccia mantenendomi con i polpastrelli. 


Droni
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Foto e video
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

Commenti

Avatar