Il Google Pixel 3a XL con display da sei pollici.
Il Google Pixel 3a XL con display da sei pollici.
Recensione

Google Pixel 3a XL: tutti i vantaggi del software a un ottimo prezzo

Jan Johannsen
Jan Johannsen
Amburgo, il 07.05.2019
Traduzione: Leandra Amato
Il Google Pixel 3a XL ti promette tutti i vantaggi software degli smartphone Pixel. Tuttavia, a questo prezzo, devi rinunciare a qualcosa nell’hardware. Il nostro test ti mostra cosa sa fare.

Nessun altro produttore di smartphone Android riesce a fornire ai propri telefoni aggiornamenti software in modo così rapido e affidabile come Google fa con i suoi modelli Pixel. Google promette almeno tre anni di aggiornamenti. Nemmeno dispositivi come Nokia 9 Pureview con il programma Android One possono tenere il passo.

Con la ridenominazione degli smartphone di Google da Nexus a Pixel, tuttavia, anche i prezzi sono aumentati significativamente qualche anno fa. Dagli smartphone di fascia media con prezzi accessibili si è passati alla classe superiore in concorrenza con iPhone, Samsung Galaxy S o Huawei P: ora Google fa un passo indietro e con il Google Pixel 3a e il 3a XL offre di nuovo smartphone più economici. I prezzi partono da 399 euro.

Per il test ho avuto a disposizione il Pixel 3a XL. Alla fine dell’articolo trovi le differenze tra questo modello e il Pixel 3a.

Risparmi utili su display e hardware

Otticamente ci si può aspettare il tipico retro Pixel a due parti – sotto opaco e sopra lucido. Il case ha una buona presa ed è ben rifinito. Il Pixel 3a XL è complessivamente leggero. Il pulsante di accensione sul lato viene messo in risalto dal colore. Quando guardo la parte frontale, mi sembra di tornare un po' indietro nel tempo. A differenza del Pixel 3, il 3a ha un display con bordi. Lo schermo è circondato in alto e in basso da un bordo più ampio che offre spazio sufficiente per la fotocamera anteriore e un altoparlante. Questo può non essere in linea con le tendenze, ma non interferisce con l’utilizzo. In qualche modo è bello tenere in mano uno smartphone che non segue tutte le tendenze.

Il display presenta un bordo.
Il display presenta un bordo.

Il touch screen ha un rapporto di aspetto 18:9 e misura sei pollici. 2160 x 1080 pixel sono distribuiti sul display OLED con risoluzione Full HD Plus, sufficiente per un'elevata precisione dei dettagli e una piacevole rappresentazione dei colori. Sotto il sole, la luminosità è sufficiente, ma dovrebbe essere ancora più elevata per un uso davvero libero e piacevole.

Facoltativamente è possibile attivare lo schermo come display always-on (sempre acceso). In questo modo puoi visualizzare sempre l'ora e la data anche quando è spento – e se lo desideri, anche le icone di notifica e i prossimi appuntamenti. Penso sia molto pratico.

Con il display always-on hai l’orario sempre sotto controllo.
Con il display always-on hai l’orario sempre sotto controllo.

Oltre alla risoluzione ridotta del display, Google risparmia anche sul chipset integrato: invece dello Snapdragon 845, nel Pixel 3a abbiamo lo Snapdragon 670, che dispone di quattro gigabyte di memoria. È meno potente, ma abbastanza da poter eseguire più di semplici applicazioni quotidiane. Puoi utilizzare facilmente le app AR o giocare a PUBG Mobile con la massima qualità grafica.

Con l'applicazione AR Playground di Google è possibile ad esempio contrassegnare i luoghi.
Con l'applicazione AR Playground di Google è possibile ad esempio contrassegnare i luoghi.

Anche la memoria interna parte da 64 gigabyte e non può essere espansa con una scheda microSD. Per cominciare dovrebbe essere sufficiente e, secondo Google, dovrebbe bastare per sempre: dopo tutto, è possibile memorizzare le foto nel cloud senza limiti tramite Google Foto.

Fotocamera: il software batte l'hardware

Mentre altri produttori di smartphone hanno reso standard due obiettivi per fotocamere – a volte anche tre o quattro – e Nokia ne ha già installati cinque, il singolo obiettivo sul retro di Google Pixel 3a XL sembra superato. Ma non lo è, come mostra uno sguardo alle foto e alle funzioni disponibili.

La fotocamera sul retro del Pixel 3a XL ha una risoluzione di 12,2 megapixel, un'apertura f/1,8 e un angolo visuale di 76 gradi. Le foto convincono con un'elevata precisione dei dettagli e colori nitidi. I forti contrasti non sono un problema, ma l'attivazione dell'HDR+ apporta ancora qualche piccolo miglioramento. Con "estendi HDR+", tuttavia, non ho visto ulteriori modifiche.

HDR+ disattivato.
HDR+ disattivato.
HDR+ attivato.
HDR+ attivato.

La modalità di visione notturna è stata la protagonista della presentazione di Pixel 3 ed è disponibile anche sul più economico Pixel 3a. Tuttavia, devi avere una mano ferma e un soggetto immobile. La registrazione stessa richiede diversi secondi. Infine, il software mette insieme un'immagine di cui puoi solo meravigliarti. Le aree scure e luminose sono bilanciate e la perdita di qualità rispetto agli scatti alla luce diurna è significativamente inferiore a quella di molti altri smartphone. Certo, le foto non sembrano più molto naturali, ma non vogliono nemmeno esserlo.

La notte può essere così chiara.
La notte può essere così chiara.
Il buio appare così nell'automatico convenzionale.
Il buio appare così nell'automatico convenzionale.

Anche altri produttori offrono buone modalità notturne sui loro smartphone. Alla presentazione del Pixel 3 nell'ottobre 2018, tuttavia, Google era chiaramente avanti. Con il P30 Pro, Huawei ha nel frattempo superato la concorrenza.

*Huawei P30 Pro im Test:** Die Perfektion einer Plattform
placeholder

placeholder

Anche con un solo obiettivo della fotocamera, il Pixel 3a XL offre la modalità Ritratto: la persona fotografata è nitida e lo sfondo sfocato. Per avere informazioni di immagine sufficienti, altri produttori utilizzano due obiettivi. Con il Pixel 3a, cambia solo la lunghezza focale della foto scattata. Con un solo obiettivo, il software riceve dati sufficienti per distinguere chiaramente tra primo piano e sfondo – non solo per le persone, ma anche per gli oggetti.

La modalità Ritratto non funziona solo con le persone.
La modalità Ritratto non funziona solo con le persone.

Il Super Resolution Zoom è un’altra caratteristica in cui Google si affida al software invece che all'hardware. Dove il Huawei P30 Pro dispone di un obiettivo speciale per avere lo zoom, Google prende il maggior ingrandimento possibile dell'immagine e lascia che il suo software lo ottimizzi. Il risultato sarà sicuramente migliore dell'ingrandimento convenzionale, ma di gran lunga inferiore alla qualità delle foto con angoli visuale standard. Sembra quasi un dipinto a olio.

L'angolo visuale standard.
L'angolo visuale standard.
Super Resolution Zoom.
Super Resolution Zoom.

Se scatti più foto di fila – senza togliere il dito dal pulsante di scatto – entra in gioco la funzione "Top Shot”, che sceglie la foto migliore e te la suggerisce. Puoi scegliere di tenere solo questa o tutte le foto che il tuo smartphone riconosce come le migliori. È molto utile quando si scattano foto di gruppi di persone. A parte questo, non riesco a pensare a un utilizzo più sensato. Inoltre, lo scatto continuo comporta una qualità dell'immagine scadente.

Guardando la parte anteriore, vediamo dove altro risparmia Google sul Pixel 3a. Invece di due fotocamere, c’è solo una fotocamera per selfie. Con una risoluzione di otto megapixel, la precisione dei dettagli dei selfie è elevata. Per colori forti e per avere meno aree sovraesposte sullo sfondo, è necessario attivare HDR+. La modalità è più evidente che con la fotocamera principale – e questo è positivo.

Uno smartphone da premere

Il sensore di impronte digitali è facilmente accessibile sul retro del Pixel 3a XL. Google rinuncia al riconoscimento facciale. Per Android non è ancora considerato sicuro come il Face ID sull'iPhone. Apple si fida così tanto della sua tecnologia che gli iPhone non hanno più un sensore di impronte digitali.

Active Egde è una caratteristica speciale: il Pixel riconosce ai lati quando lo si preme e avvia l’Assistente Google oppure spegne una sveglia o un timer. A differenza dell'HTC U11, da cui Google ha rilevato la funzione, tuttavia, non è possibile assegnarla ad altre azioni. In pratica, non ho quasi mai usato Active Edge.

Gira il Pixel 3a XL e avrai la tua pace.
Gira il Pixel 3a XL e avrai la tua pace.

Ho utilizzato molto più spesso la modalità "Silenzioso". Una volta attivata, è sufficiente ruotare il Pixel 3a XL sul display per attivare «Non disturbare» e, a seconda delle impostazioni, per disattivare chiamate, notifiche e altri elementi di disturbo. Tuttavia, la superficie in basso non dovrebbe essere troppo liscia, altrimenti c'è il pericolo che il Pixel 3a XL si muova e cada giù.

Vale la pena menzionare anche questo: il Pixel 3a ha di nuovo il jack per le cuffie. A differenza del Pixel 3, non hai bisogno di un adattatore per collegare le tue vecchie e amate cuffie.

Android puro e aggiornamenti veloci

Il Pixel 3a XL ha Android 9 Pie in forma pura. È meraviglioso. Invece di avere decine di applicazioni preinstallate e indesiderate, trovi solo le applicazioni di Google disponibili su qualsiasi altro smartphone Android. Così puoi installare facilmente le tue app, senza doverne eliminare altre. Se l'interfaccia utente non ti piace, puoi cambiarla con un launcher.

Oltre alla vista ordinata, il Pixel 3a XL offre un altro grande vantaggio: sarai tra i primi a ricevere le nuove versioni di Android e gli aggiornamenti di sicurezza. Mentre con altri produttori devi aspettare fino a quando gli update non vengono adattati ai loro dispositivi, i dispositivi Pixel li ottengono per primi – per almeno tre anni, promette Google. Solo Apple fornisce ai suoi smartphone aggiornamenti software così a lungo.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Una cosa, tuttavia, ha causato molte critiche negative all’inizio: dopo l’accensione, la barra di ricerca e le icone delle applicazioni sulla home page si sono spostate leggermente verso l'alto per sei volte. Come per dire: "Spostaci in alto". È estremamente fastidioso e non mi è mai capitato su altri smartphone. Dopo pochi giorni tutto è tornato alla normalità.

Google Pixel 3a: può essere un po' più piccolo?

Come il Pixel 3, il Pixel 3a è disponibile in due dimensioni. Ho testato il più grande, il Pixel 3a XL. Il Pixel 3a è identico, le uniche differenze sono le dimensioni del display e la capacità della batteria (3000 mAh) – un valore modesto che, secondo Google, riduce il tempo di riproduzione video da 14 a 12 ore. Tuttavia, dovrebbe durare tutto il giorno, e la funzione di ricarica rapida è disponibile anche qui. Google promette sette ore di energia in 15 minuti.

Smartphone
Pixel 3a (64GB, Just Black, 5.60", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
Showroom
384.–
Google Pixel 3a (64GB, Just Black, 5.60", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)

Il nuovo Google Pixel 3a. Questo smartphone ha condizioni di consegna difficoltose. Potrebbero esserci cambiamenti e ritardi.

Il display del Pixel 3a misura solo 5,6 pollici in diagonale e con un rapporto di aspetto di 18.5:9 è addirittura più lungo di quello del Pixel 3a XL. D'altra parte, la risoluzione di 2220 x 1080 pixel è leggermente superiore. Per l'occhio umano, non fa alcuna differenza.

Il touch screen più piccolo comporta anche un case più piccolo. Con un'altezza di 8,3 millimetri e una larghezza di 6 millimetri, tuttavia, la riduzione è mantenuta entro limiti ristretti. Entrambi gli smartphone hanno lo stesso spessore di 8,2 millimetri.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Conclusione: un passo indietro, ma ne è valsa la pena

Con un prezzo di vendita consigliato di 479 euro, il Google Pixel 3a XL è significativamente più economico del Pixel 3. Il prezzo del più piccolo Pixel 3a parte già da 399 euro. In cambio, hai tutti i vantaggi software dei dispositivi Pixel. I risparmi sul hardware, invece, non sono così significativi e il Pixel 3a XL – come anche il Pixel 3a – è ancora uno smartphone molto funzionale.

Il Pixel 3a e Pixel 3a XL saranno presto disponibili su Galaxus.

Smartphone
Pixel 3a XL (64GB, Just Black, 6", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
430.–
Google Pixel 3a XL (64GB, Just Black, 6", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)

Il nuovo Google Pixel 3a XL. Questo smartphone ha condizioni di consegna più difficili. Ci possono essere cambiamenti e ritardi.

Pixel 3 (64GB, Just Black, 5.50", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
937.–
Google Pixel 3 (64GB, Just Black, 5.50", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
Pixel 3 (64GB, Clearly White, 5.50", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
Google Pixel 3 (64GB, Clearly White, 5.50", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
Pixel 3 XL (64GB, Just Black, 6.30", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)
Usato
519.–
Google Pixel 3 XL (64GB, Just Black, 6.30", SIM singola, 12.20Mpx, 4G)

A 27 persone piace questo articolo


Jan Johannsen
Jan Johannsen
Content Development Editor, Amburgo
Als Grundschüler saß ich noch mit vielen Mitschülern bei einem Freund im Wohnzimmer, um auf der Super NES zu spielen. Inzwischen bekomme ich die neueste Technik direkt in die Hände und teste sie für euch. In den letzten Jahren bei Curved, Computer Bild und Netzwelt, nun bei Galaxus.de.

Potrebbero interessarti anche questi articoli