Un clone del Surface con fascino retrò: Lenovo ThinkPad X12 Detachable
RecensioneInformatica

Un clone del Surface con fascino retrò: Lenovo ThinkPad X12 Detachable

Martin Jud
Zurigo, il 01.04.2021
Traduzione: Leandra Amato
Il ThinkPad diventa convertibile: con l'X12 Detachable, Lenovo lancia un altro clone del Surface Pro di Microsoft. Questa volta nella veste della linea aziendale interna: in nero e con il tipico layout della tastiera ThinkPad, compreso il TrackPoint.

I ThinkPad sono fantastici. Ne ho avuto uno per molti anni e ne sono sempre stato soddisfatto. Ecco perché il clone del Surface di Lenovo mi attrae immediatamente. L'azienda di Hong Kong è riuscita a portare l'iconico design ThinkPad che amo in un tablet con una tastiera attaccata magneticamente. La tastiera e una penna sono inclusi nel prezzo della versione svizzera. Questo non è il caso del Surface Pro 7 di Microsoft. Ci sono anche altre differenze. Per esempio, Lenovo dimentica i connettori di alimentazione proprietari e include un adattatore di alimentazione USB-C da 60 W. Testo la versione più potente con Intel Core i7 di 11a generazione e 16 GB di RAM.

ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 512GB, LTE)
2048.–
Lenovo ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 512GB, LTE)

Dati tecnici:

  • Processore: Intel Core i7-1160G7
  • Processore grafico integrato: Intel Iris Xe Graphics
  • RAM: 16 GB LPDDR4-4266 SDRAM
  • Memoria: SSD 512 GB (Toshiba KBG40ZNT512G, M.2 PCIe 3.0 x4)
  • Display: IPS multi-touch da 12,3 pollici con 1920 × 1280 pixel (formato 3:2, 188 ppi), lucido, Corning Gorilla Glass 5, supporta l’immissione con penna digitale
  • Tastiera e penna: tastiera magnetica con sensore di impronte digitali e penna digitale Lenovo
  • Porte e slot: 1× Thunderbolt 4, 1× USB 3.2 Gen 1 tipo C, slot Nano SIM, porta per lucchetto Kensington
  • Audio: jack da 3,5 mm (cuffie e microfono), altoparlanti stereo e microfono dual-array
  • Fotocamera: fotocamera frontale ibrida a infrarossi da 5 MP con copertura webcam, fotocamera posteriore da 8 MP
  • Connettività: WiFi 6, Bluetooth 5.1, NFC, WWAN LTE 4G CAT9
  • Sistema operativo: Microsoft Windows 10 Pro
  • Dimensioni del tablet: 28,3 x 20,3 x 0,88 cm, 767 g
  • Dimensioni del tablet con tastiera: 28,3 x 20,3 x 1,45 cm, 1107 g
  • Batteria: accumulatore litio-polimero da 42 Wh
  • Alimentatore: 65 W USB-C

Il ThinkPad X12 Detachable differisce dal Surface Pro 7 di Microsoft in alcuni punti. Poiché la porta USB-C viene utilizzata anche per la ricarica, rimane solo la porta Thunderbolt 4 per le periferiche aggiuntive. Pertanto, non è una cattiva idea acquistare anche un hub o una docking station. Thunderbolt 4 non è disponibile sul Surface Pro, ma ha una porta USB-C, una porta USB-A e una risoluzione maggiore di 2736 × 1824 pixel con lo stesso display.

L'X12 è disponibile anche in altre versioni: con e senza LTE, con i7 o i5, e con diversi spazi di memoria e RAM.

ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 1000GB)
2048.–
Lenovo ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 1000GB)
ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i5-1130G7, 16GB, 512GB, LTE)
1873.–
Lenovo ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i5-1130G7, 16GB, 512GB, LTE)
ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 512GB)
Showroom
1789.–
Lenovo ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i7-1160G7, 16GB, 512GB)
ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i5-1130G7, 8GB, 256GB)
1525.–
Lenovo ThinkPad X12 Detachable (12.30", Full HD, Intel Core i5-1130G7, 8GB, 256GB)

Inoltre, va notato che Lenovo offre un clone di Surface anche lontano dai dispositivi aziendali: lo Yoga Duet 7i.

*Un clone del Surface con tastiera Bluetooth:** testiamo il Lenovo Yoga Duet 7i
RecensioneInformatica

Un clone del Surface con tastiera Bluetooth: testiamo il Lenovo Yoga Duet 7i

Design e porte

Il tablet X12 è fatto di una lega di magnesio-alluminio di colore nero opaco e ha una superficie leggermente ruvida.

Il retro presenta una fotocamera da 8 MP e un logo ThinkPad con un puntino sulla i luminoso.
Il retro presenta una fotocamera da 8 MP e un logo ThinkPad con un puntino sulla i luminoso.

Guardando la parte posteriore, noto le cerniere da una parte, la fotocamera posteriore da 8 megapixel e un logo Lenovo in basso a destra così come un logo ThinkPad in alto a sinistra. Quando accendo il dispositivo, il puntino sulla i si illumina di rosso. Se lo spengo, lampeggia fino allo spegnimento. Come nel Surface Pro, il supporto consiste in una sottile piastra di metallo che può essere quasi completamente ripiegata per offrire all'utente qualsiasi angolo di visualizzazione.

La fotocamera frontale ha una copertura che può essere fatta scorrere per aprire o chiudere la webcam.
La fotocamera frontale ha una copertura che può essere fatta scorrere per aprire o chiudere la webcam.

Come è comune con i cloni di Surface e l'originale, il bordo del display è relativamente largo: 1,1 centimetri sui lati, 1,4 centimetri sulla parte superiore e inferiore. Mi chiedo quando il primo produttore di convertibili oserà mettere più pollici nello stesso case. Almeno la fotocamera frontale si adatta bene. A proposito, attira subito la mia attenzione perché sopra ha una specie di piastrella mobile. Lenovo ha pensato alle persone paranoiche come me. Un piccolo punto rosso mostra che la fotocamera da 5 MP, che è anche capace di infrarossi, non sta sicuramente riprendendo in segreto quando è coperta dalla piastrella.

Fantastico.

Perché il mio smartphone non ce l'ha?

Jack da 3,5 mm, Thunderbolt 4, slot Nano SIM e USB 3.2 Gen 1 di tipo C.
Jack da 3,5 mm, Thunderbolt 4, slot Nano SIM e USB 3.2 Gen 1 di tipo C.

Volgendo lo sguardo alle porte, a sinistra trovo il jack da 3,5 mm, Thunderbolt 4, lo slot Nano SIM e USB 3.2 Gen 1 tipo C. Nella parte superiore del tablet ci sono il pulsante di accensione e le fessure di ventilazione. Nella parte inferiore del tablet si trova il connettore per la tastiera.

Regolatore del volume e porta per lucchetto Kensington.
Regolatore del volume e porta per lucchetto Kensington.

Sul lato destro il ventilatore soffia fuori l'aria calda. Le fessure di ventilazione sono posizionate in alto, per questo non sono mai d'intralcio durante il funzionamento. Nella parte inferiore dello stesso lato c'è un regolatore del volume e, ultimo ma non meno importante, la porta per il lucchetto Kensington.

E questo è tutto per quanto riguarda le le caratteristiche esterne del tablet. Uno slot micro SD, che nel caso di Microsoft si trova sotto il supporto, manca invece nel dispositivo Lenovo.

Touchscreen 3:2 e Lenovo Digital Pen

La più grande differenza rispetto al Surface Pro 7 è la risoluzione del display. Il convertibile Microsoft ha 267 ppi. L'X12 arriva a 188 ppi con il suo display IPS multi-touch, che è anche 12,3 pollici. Tuttavia, il pannello da 1920 × 1280 pixel rivestito con Corning Gorilla Glass 5 appare nitido e colorato. Non noto la differenza con la risoluzione più alta alla normale distanza di seduta. La noto quando uso la penna digitale, in quanto il mio volto è più vicino al display quando scarabocchio o disegno.

Per scoprire con che accuratezza il display riproduce i colori e la luminosità, misuro con l'x-rite i1Display Pro Plus:

nessuna informazione disponibile su questa immagine

In media, l'X12 brilla con 357 cd/m² al livello di luminosità più alto. Si tratta di circa 75 cd/m² in meno rispetto a Microsoft e allo Yoga Duet 7i di Lenovo. Tuttavia, la luminosità è abbastanza buona per lavorare senza luce diretta. La differenza tra il punto misurato più luminoso e quello più scuro è di soli 34 cd/m². Non riesco a vedere alcuna differenza a occhio nudo. La copertura dello spazio di colore mostra che sRGB è coperto al 99,3%. Con Adobe RGB sono 69,5% e con DCI P3 71,8%. Il contrasto statico è di 1533:1.

Se prendo la Lenovo Digital Pen, posso usarla per annotare in modo ordinato e preciso i PDF oppure disegnare disordinatamente. Quest'ultimo dipende da me, anche se la penna influisce. Se la confronto con la Surface Pen di Microsoft, la superficie sembra molto più liscia con la penna Lenovo. Non importa se sono sul Surface Pro o sull'X12 Detachable con le penne: con la punta della Pen di Microsoft, entrambi i display si sentono più simili alla carta che con la Digital Pen. Quando ho finito con le note scritte a mano e gli scarabocchi, la penna si inserisce in un laccetto ad anello sulla tastiera ThinkPad.

Tastiera ThinkPad magnetica con sensore di impronte digitali e Trackpoint

La tastiera si attacca all'X12 come per magia e ha un'illuminazione a due livelli. La connessione al tablet è progettata come Microsoft. Tuttavia, gli otto contatti sono leggermente meno distanziati, motivo per cui la tastiera ThinkPad non può essere utilizzata sul Surface o viceversa. Peccato che non ci siano standard che permettano un mercato di tastiere convertibili. Sono sicuro che la tastiera di Lenovo sarebbe ideale. Non solo mi piace il design, ma anche che ci sia un sensore di impronte digitali. Mi fa entrare nel sistema tanto facilmente quanto il riconoscimento facciale.

La tastiera in stile ThinkPad aderisce magneticamente e ha anche un sensore di impronte digitali.
La tastiera in stile ThinkPad aderisce magneticamente e ha anche un sensore di impronte digitali.

Un altro aspetto positivo è che la tastiera può essere usata piatta o rialzata e offre una superficie stabile per digitare in entrambe le posizioni. A parte i tasti e il trackpad, la tastiera è in plastica dura, piacevole al tatto e leggermente gommata. Quando premo i tasti, i colpi sono molto silenziosi. Sento un chiaro punto di innesco quando premo i tasti, alti solo 1,35 mm. In effetti, all’inizio non sembrano abbastanza alti, ed è per questo che la digitazione richiede un po' di tempo per abituarcisi. Nel frattempo, però, sono diventato molto agile.

Il trackpoint è una buona alternativa al trackpad.
Il trackpoint è una buona alternativa al trackpad.

Come era il caso di IBM negli anni '90, i ThinkPad di oggi Lenovo hanno ancora quel certo tocco: la manopola rossa, conosciuta anche come Trackpoint, con la quale si può controllare con precisione il mouse dopo averci fatto l'abitudine, senza che io debba togliere la mano dalla tastiera. Questo mi permette di puntare il puntatore con l'indice destro e di usare il pollice per controllare i tre pulsanti dedicati del mouse. Adoro!

Se preferisci spingere il puntatore lontano dalla manopola, puoi farlo con il trackpad di 10 x 5,6 cm, che ha anche due pulsanti del mouse integrati oltre ai tre pulsanti sopra di esso. Il puntatore trova il suo obiettivo altrettanto bene, anche se la superficie del trackpad sembra un po' meno liscia di quella di Microsoft.

Altoparlanti, webcam e microfono del notebook

Mi piace ascoltare musica di garage-house in questo momento, quindi accendo gli altoparlanti stereo dell'X12, iniziando con White Noise dei Disclosure, che suona secondo le mie aspettative. Questi piccoli altoparlanti sono nella media. Al suono manca energia. Anche quando ascolto altri generi come il metal, la musica classica o l'hip-hop, tendono a passare in secondo piano. Gli alti si spingono un po' in avanti. Hanno un suono relativamente pulito, così come i medi, ma ci sono pochi bassi. Per lo meno non tintinna nulla e finché uso gli altoparlanti per altro a parte la musica, per esempio per le riunioni online, sono soddisfatto.

Quanto i miei partner di conversazione siano soddisfatti della qualità del microfono e della webcam video 1080p, vorrei mostrarlo con un video di prova.

Penso che la qualità sia ottima. A parte il contenuto, è meglio dei dispositivi della maggior parte dei miei colleghi di lavoro.

CPU e processore grafico

Il SoC Intel Core i7-1160G7 ad alta efficienza energetica è stato introdotto nel settembre 2020. Appartiene alla generazione Tiger Lake ed è prodotto utilizzando il processo Super Fin da 10 nm. A bordo ci sono 4 core e 8 thread con un consumo di energia da 7 a 15 W. Il clock di base è tra 1,20 e 2,11 GHz, il massimo turbo clock con un core è 4,4 GHz – usando quattro core è 3,6 GHz. Sul lato ci sono 12 MB di cache della CPU.

Tra le altre cose, il chip include anche la GPU Iris XE di Intel con 96 unità di esecuzione. Il turbo clock della nuova architettura grafica XE è tra 1,1 e 1,35 GHz a seconda del TDP. Con la nuova architettura, dovrebbe anche essere possibile gestire un monitor 8K per la prima volta. Grazie al supporto Thunderbolt 4, è disponibile anche un'interfaccia adatta.

Prestazioni della batteria e CPU durante lo stress test

Con 42 Wh, la batteria del ThinkPad ha la dimensione tipica dei convertibili. Anche quella del Yoga Duet 7i ha la stessa capacità. Vediamo cosa sa fare l'X12 lontano dalla presa di corrente.

Video streaming continuo

Per ottenere un valore paragonabile ad altri test, ho impostato il display a circa 150 cd/m² e lo streaming di materiale video 1080p da Netflix via WiFi fino al 3% della batteria e allo spegnimento automatico.

Faccio lo streaming, ancora, e ancora... Nel frattempo vado a dormire – al mattino c'è ancora streaming. L'intera prima stagione di «The Witcher» sta per finire, e per buona misura inizierò ancora un film di Matrix. Dopo 9 ore e 18 minuti senza corrente, l'X12 Detachable si spegne. Questo è circa tre ore in più rispetto allo Yoga Duet 7i e quattro ore in più rispetto al test con il Surface Pro 7.

Stress test: quanto dura la batteria, quanto è rumoroso il notebook e cosa sa fare la CPU?

56 minuti dopo, la batteria mostra di nuovo il 100% e preparo lo stress test, che spinge tutto l'hardware al limite delle prestazioni. Per questo eseguo AIDA64 e FurMark allo stesso tempo.

La memoria di lavoro e la GPU vengono completamente utilizzate durante l'intero test. La CPU è in genere una storia diversa. Può fare solo tanto quanto la ventola raffredda. E questo è esattamente il tallone d'Achille del design del tablet. Rispetto al notebook classico, c'è meno spazio per raffreddare i processori con architettura x86 in modo decente e costante.

Avvio il test, dove la CPU viene utilizzata al 100% per tre minuti prima di scendere all'83%. Dopo di che, scende di circa un altro 5% ogni minuto fino a raggiungere il 42% di utilizzo dopo dodici minuti. Il ventilatore è molto silenzioso. Da una posizione seduta, sento uno spiffero relativamente tranquillo a circa 43 decibel. Rimane esattamente lo stesso per il resto del test. La CPU rimane al 42% di utilizzo prima che il tablet si spenga dopo 2 ore e 28 minuti. La temperatura della CPU durante lo stress test è in media di 64,1 °C. I singoli core mostrano un massimo di 92-100 °C per un breve periodo.

Non mi piace affatto il raffreddamento dei convertibili. Il Surface Pro 7 con Core i5-1035G4 ha portato solo il 44% di utilizzo della CPU dopo soli cinque minuti di test. Lo Yoga Duet 7i con i7-10510U ha avuto una media di prestazioni del 60%.

Autonomia della batteria in ufficio

Se non uso la presa di corrente in ufficio, la batteria è sufficiente per una lunga, se non eccessiva, giornata di lavoro, anche con qualche videochiamata. Per lo più scrivo, faccio qualche ricerca in rete, creo qualche tabella e modifico qualche immagine in Photoshop. Senza riunioni estese, la batteria dovrebbe anche durarmi quasi un giorno e mezzo di lavoro.

Prestazioni di CPU e GPU

Ora il processore e il chip grafico dell'Intel Core i7-1160G7 possono mostrare le loro prestazioni. Non mi aspetto troppo dalla CPU dopo lo stress test.

Prestazioni del processore: Cinebench R23 e Geekbench 5

Il benchmark della CPU di Maxon Cinebench testa le prestazioni del processore durante il rendering dei contenuti di Cinema 4D. Nell'attuale versione R23, il risultato non è più determinato sulla base di una singola corsa di calcolo, ma sulla base del lavoro svolto in dieci minuti. Questo è un bene perché rende più realistici i pessimi concetti di raffreddamento.

Il secondo benchmark del processore che eseguo è Geekbench 5. Sulla base di scenari reali simulati, la CPU viene testata in funzionamento single-core e multi-core. I test richiedono poco tempo e possono quindi portare a risultati relativamente buoni anche con dispositivi poco raffreddati. D'altra parte, il benchmark funziona su Windows, MacOS, Linux, Android e iOS, il che permette anche confronti incrociati tra diverse architetture di processori – da considerare con prudenza. Il fatto che solo un thread, e quindi non l'intero core, venga utilizzato nei processori basati su x86 in modalità single-core in contrasto con ARM è un altro punto che dovrebbe essere considerato quando si confrontano i risultati nel Geekbench Browser.

Ecco come si comporta la CPU del ThinkPad X12 Detachable:

BenchmarkPunteggio
Cinebench R23 – CPU Multi Core3924 punti
Cinebench R23 – CPU Single Core1163 punti
Geekbench 5 – CPU Multi Core4780 punti
Geekbench 5 – CPU Single Core1440 punti

I valori di riferimento di Cinebench R23 sono attualmente ancora un po' scarsi. Eppure, trovo un valore multi-core per il SoC a portata di mano. Secondo notebookcheck.com, lo stesso Intel Core i7-1160G7 ottiene 5648 punti nel test multi-core in un Lenovo ThinkPad X1 Nano, che è un notebook business senza funzione 2-in-1. Questo corrisponde a circa il 44% di potenza in più. Una netta differenza. O il raffreddamento dell'X12 è sottodimensionato o la CPU è sovradimensionata.

Il risultato di Geekbench 5 dell'X12 può essere visto in dettaglio qui. Confrontandolo con lo stesso Lenovo ThinkPad X1 Nano come in Cinebench, trovo questo risultato nel browser Geekbench, che assegna al notebook 1470 punti single-core e 5072 punti multi-core. Si tratta solo di un aumento delle prestazioni del 2 e 6 percento. La migliore performance in Geekbench conferma lo stress test, in cui la CPU è stata completamente utilizzata per almeno i primi tre minuti. Il test della CPU di Geekbench richiede solo 2 minuti e 6 secondi.

Benchmark grafico: 3DMark Night Raid

3DMark Night Raid può essere utilizzato per testare le prestazioni grafiche dei dispositivi con una GPU integrata. È più o meno un misuratore di prestazioni per il gioco al livello più basso. Dovrebbe essere eccitante vedere come il benchmark DirectX 12 si comporta grazie alla nuova architettura grafica Xe.

Il risultato porta 13 837 punti, che è un bel po' di spinta della GPU. Se confronto con il SoC dello Yoga Duet 7i, che è un i7 di decima generazione con grafica Intel UHD 620 di undicesima generazione, la sua GPU ottiene solo 4796 punti. La GPU Xe 12th Gen dà al nuovo convertibile una spinta maggiore del 189 percento in questo confronto. Intel stessa ha detto riguardo al cambio di generazione che con la GPU Xe è possibile un raddoppio delle prestazioni 3D. Penso che Intel potrebbe avere ragione su questo. Tuttavia, rimane una GPU integrata che è molto inferiore a qualsiasi GPU dedicata attuale. Il gaming rimane una cattiva idea.

Benchmark da ufficio: PCMark 10

Grazie a PCMark 10 di 3DMark, i PC e notebook possono essere testati per varie attività sul posto di lavoro. È un benchmark Office ed è adatto a tutti i dispositivi con GPU debole.

Con 4288 punti, l'X12 ancora una volta ottiene un punteggio migliore in questo test rispetto allo Yoga Duet 7i (3861 punti). Non sorprende, dato che non solo la GPU ma anche la CPU del ThinkPad convertibile ha prestazioni migliori.

Il mio verdetto: un buon clone del Surface Business con un processore troppo potente

Rispetto ad altri convertibili progettati con il design del Surface e all'originale di Microsoft, il ThinkPad X12 Detachable di Lenovo è avanti in termini di prestazioni. Oltre a questo, il dispositivo offre anche una lunga durata della batteria. Tuttavia, rispetto ad alcuni notebook normali, bisogna considerare che il design del tablet ha il grande svantaggio di un raffreddamento della CPU sottodimensionato. Questo porta il processore a richiamare la piena potenza solo per alcuni minuti. Se vuoi lasciare che la CPU calcoli per un periodo di tempo più lungo, devi convivere con il 42% di carico della CPU nell'X12.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

A parte questa critica generale ai convertibili, c'è solo un punto che trovo essere uno svantaggio quando lo confronto con il Surface Pro di Microsoft. Disegnare con una penna è meno divertente su Lenovo a causa della risoluzione dello schermo inferiore e della penna leggermente più scivolosa. A parte questo, non ho altro che lodi. Senza essere contraddittorio, il dispositivo ha un design «moderno retrò». La qualità costruttiva è ottima e tiene il passo con il Surface Pro. Personalmente, mi piace anche il design nero con look ThinkPad. Adoro anche il trackpoint e do il benvenuto al sensore di impronte digitali. Se avessi bisogno di un nuovo convertibile in questo momento, comprerei un X12 Detachable.

A 22 persone piace questo articolo


Martin Jud
Martin Jud
Editor, Zurigo
La mia musa ispiratrice si trova ovunque. Quando non la trovo, mi lascio ispirare dai miei sogni. La vita può essere vissuta anche sognando a occhi aperti.

Potrebbero interessarti anche questi articoli