La mia prima auto, la Bobby Car
RetroscenaGiocattoli

La mia prima auto, la Bobby Car

Ramon Schneider
Zurigo, il 10.02.2022
Traduzione: Sanela Dragulovic

Mi hanno ispirato, coniato e anche frustrato. Ah, i giocattoli della mia infanzia. Uno di questi è la Bobby Car.

60 centimetri di lunghezza e 3,6 chilogrammi di peso. Queste non sono le mie misure alla nascita, ma quelle della Bobby Car – la mia primissima auto. La macchinina rossa ha plasmato la mia infanzia come nessun altro giocattolo. All'epoca, l'ergonomia dell'incavo del ginocchio non mi interessava molto. Per me, il fattore decisivo era l’indistruttibilità di questa macchina. Nel corso degli anni, ci ho fatto molte acrobazie da vero stuntman.

Nel quartiere dove vivevo all'epoca, c'era una strada ripida e tortuosa. Il mio tratto di strada verso casa. Conoscevo ogni dosso, ogni tombino e ripercorrevo la linea della corsa a memoria nel sonno. L'unico punto critico era l'incertezza su cosa ci fosse dietro le curve. Pedoni, bambini che giocano o anziani che vanno alla Migros.

Ricordo bene ancora oggi una corsa. Un giro di piacere diventato un po’ rischioso: stavo uscendo da una curva alla massima velocità quando improvvisamente un furgone è apparso davanti a me. Nonostante la frenata di entrambi, non è stato possibile evitare l’impatto. È quasi un miracolo che non abbia subito ferite gravi, a parte qualche livido e abrasione.

La Bobby Car non è stata solo la prima auto della mia vita. Con essa ho girato anche uno dei miei primi video per Galaxus. Sono passati quasi cinque anni da allora. Era la primavera del 2017.

50 anni di broom broom

La Bobby Car esiste ormai da 50 anni. Nel 1972, l'inventore Ernst Bettag presentò alla fiera del giocattolo di Norimberga l'auto in polietilene a soli 60 chilometri dalla sua fabbrica. Negli anni successivi, il veicolo rosso passò dall'essere il brutto anatroccolo al veicolo per bambini più venduto al mondo, con più di 20 milioni di unità vendute.

Quando l'inventore morì nel 2003, la Bobby Car fu rilevata dal «Simba Dickie Group». Nel corso degli anni, questi hanno completato la gamma di modelli con ulteriori versioni: New Bobby Car (2006), Bobby Car Next (2017) e Bobby Car Neo (2019). Dal 2020, esiste anche un videogioco per Playstation, Nintendo Switch e PC dell'auto di culto. Tuttavia, la Bobby Car ha ricevuto di gran lunga il miglior plauso nel 2012 dal quotidiano tedesco taz quando è stata nominata «l'auto più ecologica dell’anno».

Ancora oggi, le Bobby Car sono prodotte in Germania. Circa 1500 pezzi escono dal sito di produzione ogni giorno. Con l'obiettivo di diventare la prima auto di tanti bambini.

A 10 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Andare in moto mi fa sentire libero, pescare lascia uscire il mio lato da cacciatore e dietro la fotocamera libero la mia creatività. Mi guadagno da vivere gingillando con i giocattoli da mattina a sera.


Giocattoli
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader