Il difficile viaggio di una sedia da giardino ai tempi del coronavirus
Dietro le quinte

Il difficile viaggio di una sedia da giardino ai tempi del coronavirus

Stephan Kurmann
Zurigo, il 16.03.2021
Traduzione: Nerea Buttacavoli
Una crescita esponenziale della domanda si scontra con una scarsità di materie prime e costi di trasporto esorbitanti – la nostra catena di approvvigionamento viene messa a dura prova di questi tempi. Ne risente anche il nostro assortimento di mobili. Accompagniamo una sedia da giardino nel suo viaggio dal Vietnam alla Svizzera – inciampi compresi.

I primi fiori sbocciano, gli uccelli cinguettano – la primavera è alle porte. E molti di noi si chiedono se la sedia a sdraio mezza rotta cederà presto o se le sedie da giardino sono solo shabby senza più traccia di chic.

Visto che nel mio appartamento non ho né un balcone né un giardino, (purtroppo) non mi servono mobili da giardino. Mi interessa comunque vedere com'è il viaggio di uno di loro, dal punto di partenza alla destinazione finale di casa tua. Un reportage in stile Galileo, la tanto amata trasmissione scientifica televisiva tedesca. Partiamo dalla produzione alla spedizione fino all'arrivo nel nostro magazzino e la successiva spedizione al tuo indirizzo. Quindi osservo più da vicino la catena di approvvigionamento e distribuzione, o se vogliamo dirla in modo internazionale, la «Supply Chain». Ti mostrerò le difficoltà che si riscontrano nel mezzo di una pandemia.

Insieme accompagniamo ora la sedia da giardino «Davao», un elegante membro a quattro zampe della nostra famiglia Giardimo – questo è il nome del nostro marchio di mobili da giardino. Lei e i suoi sei fratelli e sorelle – dal lounge da giardino alle sedie a sdraio – sono un esempio perfetto del perché la linea Davao viene prodotta in Vietnam. E prima che mi arrivi una shitstorm nella colonna dei commenti: scopri di più sulla produzione di mobili in Asia in fondo a questo articolo.

Il punto dolente della produzione

In tempi di pandemia, la produzione è un punto particolarmente dolente: molti produttori sono sopraffatti dall'esplosione della domanda e non riescono a stare al passo con la produzione. Inoltre, ci sono spesso problemi con i fornitori di materie prime e semilavorati, anche loro allo stremo delle loro capacità. Le carenze delle forniture sono già programmate e l'intera catena si blocca: «Per fortuna, per questa stagione abbiamo ordinato con sufficiente anticipo. Siamo riusciti ad ottenere la merce dai nostri fornitori», dice il Senior Buyer di Galaxus David Widmer, che aggiunge: «Non possiamo, però, escludere piccoli ritardi di consegna».

Tanto richiesti quanto cari: i container da spedizione

Una volta prodotti, sedia da giardino e compagnia bella si dirigono verso la Svizzera. La nostra globetrotter Davao è prodotta vicino a Ho Chi Minh City, imballata in un container e caricata sulla nave da carico. Dettaglio interessante per tutti i giuristi per passione: non appena le merci sono nei container a bordo della nave, appartengono a noi. I nostri fornitori sono responsabili del percorso dallo stabilimento di produzione alla nave.

Un grande problema da quando c’è il Covid: la spedizione è diventata molto più costosa. Le due domande centrali al momento sono: ci sono ancora container vuoti? Se sì, a quale costo? La carenza di container e il relativo aumento dei prezzi stanno rendendo la vita difficile ai commercianti. Anche Widmer lo conferma: «Questo sviluppo è abbastanza sorprendente. Attualmente paghiamo quasi il triplo per un container di quanto pagavamo prima della pandemia».

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Ma i costi aggiuntivi non sono il problema più grande. A volte non ci sono proprio container vuoti nei porti di carico, il che porta logicamente a ritardi nelle consegne. La causa risiede nella produzione industriale che in Europa va a stento: mentre i container si accumulano ad Amburgo o ad Atene, mancano a Shanghai e Shenzhen. Per i mobili da giardino, quest'anno Widmer deve prevedere da due a quattro settimane in più per l'arrivo della merce in magazzino.

Una volta in mare, la nave da carico impiega da sei e otto settimane per attraversare la rotta di Suez – a seconda del porto di destinazione e del numero di scali. Il nostro carico di mobili viene solitamente scaricato a Genova, Anversa o Rotterdam – e poi viaggia in camion, treno o nave lungo il Reno fino in Svizzera. Arrivata al nostro magazzino, la sedia da giardino Davao è in attesa della sua nuova casa. Ordinata su Galaxus, va alla posta e il pacco è già da te il giorno dopo.

I mobili da giardino diventeranno più cari?

Questa domanda è inevitabile: dovremo pagare di più per i mobili da giardino in questa stagione? Tendenzialmente sì. «Da Galaxus abbiamo dovuto aumentare i prezzi dei mobili da giardino dal cinque al sette percento a causa del forte aumento dei prezzi d’acquisto», spiega l’acquirente esperto, che lavora da sei anni per il più grande rivenditore online svizzero. Un allentamento della situazione non è in vista.

Epilogo: perché mobili prodotti in Asia?

Perché Galaxus produce i suoi mobili in Asia? La risposta breve: ci manca l'infrastruttura in Svizzera. La risposta lunga: quando la produzione di mobili è stata gradualmente esternalizzata dall'Europa alla Cina circa 40 anni fa, l'infrastruttura è diventata obsoleta. Oggi, la produzione di mobili in grandi quantità non è quindi più possibile in Svizzera.

Da Galaxus, tuttavia, abbiamo esaminato criticamente lo status quo e considerato delle alternative. Secondo Widmer, in futuro potremmo produrre mobili in legno anche nell'Europa dell'Est. L'infrastruttura c'è, un buon legno duro per la produzione anche. Quando si tratta di lavorare altri materiali come il metallo o il vetro, invece, non siamo pronti in Europa.

Sia in Europa che in Asia – per noi è importante lavorare esclusivamente con partner certificati. Per esempio, nella produzione viene utilizzato solo legno certificato FSC e viene rigorosamente rispettato il codice di condotta amfori BSCI per condizioni di lavoro e sociali eque. Il rispetto di queste linee guida viene regolarmente monitorato da esperti.

Il tuo giardino è pronto per la primavera?

Devi ancora rifornirti di mobili da giardino o sei già attrezzato? Ti interessa dove vengono prodotti i tuoi mobili o presti più attenzione al fatto che vengano usati materiali certificati? O è solo il prezzo che conta per te? Fammelo sapere lasciando un commento in fondo alla pagina.

A 35 persone piace questo articolo


Stephan Kurmann
Stephan Kurmann
Communications Manager, Zurigo
Gli studi affermano che la nostra spanna di attenzione è più breve di quella di un pesce rosso. Ahia! Il mio compito è quello di attirare la tua attenzione il più spesso e il più a lungo possibile con contenuti stimolanti. Fuori dall'ufficio, mi piace passare il tempo sul campo da tennis, leggere e guardare Netflix... oppure viaggiare.

Potrebbero interessarti anche questi articoli