Non sei connesso a internet.
Corporate logo
SportSport acquaticiRecensione 019

SUP: da scettico ad appassionato in 45 minuti

All’inizio consideravo lo stand up paddle ridicolo, proprio come le biciclette reclinate. Ma mentre queste ultime rimangono nell’ombra, il SUP è diventato una vera e propria tendenza. Giovani, anziani, uomini, donne, bambini: tutti remano in piedi sui laghi. È giunto il momento di provarlo.

Con il Guruu Union 320 in spalla, vado a conquistare nuove frontiere. È una tavola a buon mercato, gonfiabile e progettata per l'utilizzo a 360° e tour sul lago, quindi perfetta per principianti come me e ha persino un bell'aspetto. Tuttavia, prima che la tavola possa reggere il mio peso, io devo reggere il suo. Ecco perché il peso degli oggetti gonfiabili è un fattore importante per me. Il mio kayak mi ha già regalato una o due esperienze incisive nella sua borsa da trasporto, ma il SUP, con i suoi 7,5 kg e alcuni accessori, non è troppo pesante.

C’è tutto:

  • Guruu Union 320
  • un remo regolabile in lunghezza
  • una pinna
  • una pompa a doppia azione
  • un kit di riparazione
Molti singoli pezzi, facili da gestire: Guruu con tanto di accessori.

Uff... che fatica gonfiare!

Arrivato al lago di Zurigo, distribuisco tutto davanti a me sul prato. Finora ho visto solo SUP già gonfiati, ma il mio è ancora piatto. Via con la pompa! Il tubo si lascia avvitare facilmente alla valvola, quindi posso iniziare. La tavola sembra già gonfia, ma un’occhiata all’indicatore di pressione sulla pompa mi smentisce: non è ancora pronta.

Per portarla agli 1,03 bar consigliati occorre potenza. Inizio a sudare. Evidentemente lo sport con il SUP inizia già sulla terra ferma, ma va bene, esistono riscaldamenti peggiori. Dopo un po' di tempo, concedo sollievo alle mie braccia e cambio la pompa in corsa singola per il colpo finale. In questo modo posso ottenere abbastanza aria nella tavola, ma non senza sforzo.

La pompa fa il suo dovere, ma hai bisogno di forza.
Per la pinna basta un solo click.

Un grande peso piuma

Nel complesso, il tutto è durato non più di cinque minuti e il risultato si vede: 3,20 metri di lunghezza, 81 cm di larghezza e 12 cm di altezza. Il mio Guruu! Con i suoi due strati e la superficie antiscivolo non sembra nemmeno una tavola gonfiabile, bensì solida. Credo che possa trasportare fino a 130 kg. Ciononostante, posso afferrarlo dalla maniglia di trasporto senza resistenza e girarlo sul dorso. Sorprendentemente, non pesa più di 7,5 kg, cosa che avevo quasi dimenticato viste le dimensioni. Con un semplice click, inserisco la pinna. E via, in acqua!

In pochi semplici passi muovo la tavola nel lago e appoggio il remo di traverso su di essa. Dondola delicatamente in acqua mentre io sto di fianco, perplesso. E ora? Saltare su fiduciosamente? O iniziare a carponi facendo attenzione? Ho optato per l'opzione di sicurezza e mi inginocchio, prima di mettermi in piedi lentamente. Noto che le mie preoccupazioni erano infondate. Infatti, è molto più stabile di quanto pensassi e non rischio neanche di far divertire il pubblico sulla riva volando in acqua. Come un relitto verticale corro il rischio di arenarmi di nuovo.

Bene... all’inizio ho dovuto lottare con il mio equilibrio.

Come si rema?

Con il Guruu viene fornito un remo in alluminio e plastica, regolabile in lunghezza. Aprire la clip, estrarre l’asta, chiudere la clip, pronto. Si parte, se riesco. Con la mia prima remata noto che la situazione si fa più complessa. Lotto ancora con l'equilibrio e non mi muovo immediatamente nella direzione che avevo immaginato. Manovro, correggo e dirigo nuovamente la tavola a rallentatore.

Quando inizio a gestire le remate e prendere lentamente velocità, comincio a godermi la nuova prospettiva. Invece di stare appena sopra la superficie dell'acqua come in un kayak e lavorare con le braccia davanti al mio corpo, sul SUP ho la testa alta e la mia postura è abbastanza rilassata. In piedi, ho un grande raggio d’azione e posso remare in modo ordinato. Se lo fai con esigenze sportive e con una frequenza maggiore, non solo braccia e spalle, ma anche gambe e muscoli del tronco vengono messi alla prova.

Tanto divertimento con poco equipaggiamento

Non sono ancora pronto per andare troppo lontano. Mi concentro su come stare in piedi in modo stabile e remare ordinatamente, mentre mi sposto lungo la riva. Per ora mi basta. Non sono neanche equipaggiato per tour più lunghi. Fuori dalla zona balneare di 300 metri vi è l’obbligo di aiuto al galleggiamento (in francese).

Inizio a capire cosa attira così tante persone a fare SUP. Ci si può divertire tantissimo con relativamente poca attrezzatura e, con un po’ di pratica, è possibile anche percorrere grandi distanze. Pochi centimetri mi separano dall'acqua. Sedersi o sdraiarsi sulla tavola non è un problema e mi sento molto più libero che in una barca. Sì, da scettico sono diventato un fan.

Conclusione

L'entusiasmo non svanisce quando arrivo di nuovo sulla terra ferma. Cosa ho imparato da kajak e gommoni: far uscire l’aria, sgonfiare e riporre il tutto ordinatamente è davvero faticoso. Non con il Guruu, che si sgonfia così velocemente da sembrare nuovo e mai utilizzato. Non posso fare il confronto con altri SUP, ma se desideri iniziare questo sport investendo poco denaro, posso consigliarti il Guruu Union 320. Non mi è mancato nulla. Il mio Guruu e io: alla prossima.

  • Union (Pagaie, 10'6")
  • Union (Pagaie, 10'6")
  • Union (Pagaie, 10'6")
CHF 449.–
Guruu Union (Pagaie, 10'6")
7

Disponibilità

Invio postale

  • Data di consegna sconosciuta

Ritiro

  • Basilea: Data di consegna sconosciuta
  • Berna: Data di consegna sconosciuta
  • Dietikon: Data di consegna sconosciuta
  • Genf: Data di consegna sconosciuta
  • Kriens: Data di consegna sconosciuta
  • Losanna: Data di consegna sconosciuta
  • San Gallo: Data di consegna sconosciuta
  • Winterthur: Data di consegna sconosciuta
  • Wohlen: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Zurigo: Data di consegna sconosciuta

Tutte le informazioni senza garanzia.

Richiedi data di consegna

Potrebbero interessarti anche questi articoli

«L'elicottero decolla tra 45 minuti»
FotografiaNovità e tendenze

«L'elicottero decolla tra 45 minuti»

Sono arrivati i nuovi <strong>gommoni</strong>!
OutdoorAssortimento

Sono arrivati i nuovi gommoni!

User
La felicità è fugace, quindi continuo a muovermi. In bicicletta, giocando a pallone (dimensioni e colori non contano) e con tutto ciò che nasce dall'immaginazione di due bambini. Amo vivere il mio istinto di gioco e dare una possibilità alle coincidenze. Perché se la strada è l'obiettivo, allora deve essere bella.

Non ci sono commenti

Non ci sono ancora commenti

Per favore, effettua il login.

Devi effettuare il login per scrivere un nuovo commento.